Spalletti: “Totti non correva più.

Spalletti: “Totti non correva più. Pallotta mi aveva fatto capire che avrebbe venduto i big”

Il tecnico si confida con alcuni tifosi della Roma: “Gli altri giocatori si deprimevano se facevo giocare Francesco. Volete vincere? Con questa Juve che ha due squadre non si vince una fava”

 

Chiacchierando a notte fonda con sei tifosi della Roma davanti a un ristorante di Milano, Luciano Spalletti torna a parlare del suo passato giallorosso. È il 21 gennaio, giorno del pareggio a San Siro tra Inter e Roma. Come scrive Massimiliano Nerozzi su “Il Corriere della Sera“, Spalletti ha incontrato 6 tifosi giallorossi in trasferta. Dopo aver visto le sciarpe della Roma, il tecnico si è avvicinato: “Ragazzi, ben trovati. Fate buon viaggio di ritorno“. Poi quasi un’ora di chiacchierata.Inevitabile la domanda su Totti: “Non correva più, e gli altri giocatori si deprimevano se lo facevo giocare“. Poi il mercato in uscita della Roma: “Pallotta mi aveva fatto chiaramente capire che avrebbe venduto i pezzi migliori“. All’Inter non va meglio: “In società non vogliono spendere e l’ambiente è a un passo dalla follia. Tipo Roma, sempre sul filo del rasoio. A volte è un ambiente depresso“. Poi di nuovo sulla Roma: “Mi avete rotto le scatole, e io ho portato la Roma al 2° posto, prima del Napoli. E mo’ col cavolo che lo prendete, il Napoli“. “Mister, noi ogni tanto vorremmo vincere qualcosa, in coppa Italia e in Europa League un’occasione l’avremmo avuta” replicano i tifosi, a cui Spalletti risponde senza problemi: “Certo che c’era l’occasione, andate a dirlo ai giocatori. Volete vincere? Non avete capito nulla, e non l’hanno capito neanche qui a Milano: con questa Juve, che ha due squadre, non si vince una fava!“.

FONTE   CORRIERE DELLA SERA