Ag. Gonalons: “Maxime resterà a Roma al 100%. Il suo rapporto con Di Francesco è ottimo”

 

FB_IMG_1504695340020

Frederic Guerra, agente di Maxime Gonalons, ha parlato ai microfoni di Centro Suono Sport in merito al suo assistito. Queste le sue dichiarazioni:

“Maxime resterà a Roma al 100%. Dopo questa prima stagione lontano da Lione, ha dovuto ambientarsi a 360 gradi, non era mai andato via dalla Francia, piano piano si è inserito. Ora si trova molto bene a Roma, nelle ultime gare ha dimostrato di più le sue qualità, tatticamente aveva bisogno di ambientarsi. Il calcio italiano è difficile, ha trovato maggiore fiducia da parte di Eusebio Di Francesco. Ho incontrato Maxime tre giorni fa, abbiamo passato una serata insieme, abbiamo fatto un consuntivo della sua prima stagione, è felice di restare a Roma, per i tifosi e per come si è integrato nel gruppo. Quando è arrivato a Roma, abbiamo parlato con Monchi e Di Francesco, sapevamo che davanti a sé aveva un numero uno come De Rossi, sapevamo che avrebbe dovuto sudare per conquistare il posto, ma Maxime non ha mai fatto una polemica, ha lavorato in silenzio e credo che questo suo atteggiamento sia stato apprezzato dalla Roma. Abbiamo accettato di venire a Roma perché è una grande squadra. Il rapporto con Di Francesco è ottimo, anche sul piano umano, un rapporto di grande rispetto. Maxime sa di essere importante per la squadra, ha sempre lavorato per farsi trovare pronto“.

FONTE   CENTRO SUONO SPORT

Liverpool su Alisson, i giallorossi fissano il prezzo: 90 milioni di euro

screenshot_2018-03-25-11-48-09_1754067390.jpg

I Reds sembrano seriamente interessati ad Alisson, con il quale vorrebbero sostituire l’attuale portiere Karius,reduce da una prestazione niente affatto brillante in finale di Champions League. Secondo quanto si legge suThe Guardian, i giallorossi avrebbero fissato il prezzo per il brasiliano: 90 milioni di euro. Le intenzioni della Roma sono quelle di aspettare i mondiali per veder lievitare ulteriormente il prezzo del cartellino, pur mantenendo l’intenzione di non privarsene nel corso di questa sessione di calciomercato.

FONTE   The Guardian

Roma, è il giorno di Marcano: questa sera sbarca a Fiumicino. Domani le visite mediche

Domani le visite mediche a Villa Stuart, poi firmerà un contratto di tre anni a due milioni di euro.

 

Dopo Coric, ecco Ivan Marcano. Il difensore ormai ex Porto sbarcherà a Roma questa sera alle 18.50 all’aeroporto di Fiumicino. Forzaroma.info seguirà in diretta l’arrivo del nuovo acquisto giallorosso. Marcano sosterrà domani le visite mediche a Villa Stuart, poi firmerà un contratto di tre anni a due milionidi euro netti a stagione.

FONTE  FORZAROMA.INFO

 

Tagliavento: “Smetto, ma arbitrare mi ha reso uomo. Io della Roma? Mi davano anche del laziale”

L’arbitro: “L’abbraccio di De Rossi? Dopo 15 anni e 221 gare dirette, con tanti calciatori si è instaurato un rapporto di reciproca stima”

 

Paolo Tagliavento dallo scorso 13 maggio è un ex arbitro. Il direttore di gara di Terni si racconta a Roberto Avantaggiato per Il Messaggero.
Cosa si prova a sentirsi un ex?
“Non lo so, perché ancora non ho realizzato. Questo, per noi, è solitamente il periodo delle vacanze. Me ne renderò conto solo a luglio”.

L’abbraccio di Daniele De Rossi, immortalato dalle telecamere, però è stato inusuale
“Ma non è stato il solo che ho ricevuto. D’altronde, dopo 15 anni e 221 gare dirette, con tanti calciatori si è instaurato un rapporto di reciproca stima”.

Avrebbe potuto raccogliere qualche soddisfazione in più?
“Ho fatto quello che ho meritato di fare. Mi sarebbe piaciuto dirigere una finale mondiale o di coppa europea, ma se qualcuno è andato più avanti di me, vuol dire che era più bravo”.

 

Lei, Rizzoli e Rocchi avete guidato la squadra del rilancio arbitrale dopo Calciopoli
“Quello è stato un periodo tremendo. Personalmente ho vissuto giorni terribili, che per fortuna sono durati poco”.

Nel conto finale, ha dato o ricevuto di più?
“Ho ricevuto tanto, perché l’uomo che sono oggi lo devo al fatto di aver scelto di fare l’arbitro a 17 anni”.

L’arbitraggio come scuola di vita?
“Esatto. Quando scegli questo percorso, impari a prendere da solo decisioni già all’età di 15-17 anni: è così che impari a crescere prima. Lo dico sempre nelle scuole dove sono invitato”.

E le manette di Mou in Inter-Sampdoria le diedero fastidio?
“Solo per un attimo, perché poi tutti i commenti mediatici e quelli del mio organo tecnico conclusero che avevo diretto molto bene”.

Lei era in campo, sempre a San Siro, anche nel famoso gol-non gol di Muntari
“Sì, quello è stato il mio errore più evidente. Che oggi si sarebbe evitato in un decimo di secondo”.

Qual è il derby più difficile da arbitrare?
“Ogni sfida cittadina ha le sue difficoltà. Ma per caratteristiche direi che quello di Roma e di Genova non sono niente male”.

Derby di Roma, un rapporto che non è mai stato facile?
“E’ vero, perché quando perdeva la Roma ero laziale e quando perdeva la Lazio ero romanista. È normale che nella carriera di ogni arbitro ci siano score diversi con ogni squadra, ma sono semplici dati per le statistiche”.

FONTE       Roberto Avantaggiato  Il Messaggero.

Roma, Monchi vola a Montecarlo: incontri con Raiola e Pastorello

Il direttore sportivo giallorosso a colloquio con l’agente di Kluivert e Balotelli. Poi anche valutazioni sul mercato in uscita

FB_IMG_1493745186331_1
MONCHI

Il direttore sportivo della Roma Monchi è volato a Montecarlo per alcuni incontri di mercato. Uno su tutti quello con Mino Raiola, l’agente di Kluivert – esterno dell’Ajax – e Mario Balotelli. Nel Principato si parlerà di mercato in entrata, ma anche di quello in uscita. Monchi – come riporta Alessandro Austini – ha infatti in programma un colloquio anche con Federico Pastorello agente coinvolto come intermediario in molte trattative giallorosse.

FONTE     A. AUSTINI