Da portiere sovrappeso a fenomeno: l’ascesa di Alisson grazie a Daniel Pavan

Il preparatore dei portieri dell’Internacional di Porto Alegre racconta la metamorfosi del numero uno della Roma: “I suoi genitori volevano fargli cambiare sport perché era grasso. Li ho convinti a cambiare idea e adesso è un supereoe”

Sembra incredibile anche solo a pensarci, ma c’è stato un tempo in cui Alissonera “basso, sovrappeso e stava per smettere a calcio”. Non è una leggenda, ma il racconto dell’adolescenza complicata di colui che oggi è tra i primi tre portieri al mondo. I genitori “volevano che cambiasse sport” e a raccontarlo, in un momento in cui la Roma aspetta di capirne il futuro e il Brasile ripone in lui gran parte delle speranze di vincere il mondiale, è Daniel Pavan, oggi preparatore dei portieri dell’International di Porto Alegre, all’epoca tra gli allenatori delle giovanili del club gaucho.

“Era più basso degli altri – spiega a Lancenet.com – e giocava poco. Allora i genitori vennero da me dicendo che avevano intenzione di farlo smettere per fargli cambiare sport. Io ho fatto di tutto per convincerli a cambiare idea, perché il ragazzo da lì a poco sarebbe cresciuto e le cose sarebbero cambiate”.

FENOMENO – E così fu: “Un anno e mezzo dopo era alto un metro e 90 ed era il portiere dell’Under 15. Da quel momento è diventato protagonista delle squadre in cui giocava, a 16 anni si è fidanzato con Natalia, la moglie che gli ha regalato una figlia, ed è diventato presto un uomo maturo”, aggiunge Pavan. Quanto al carattere e alla personalità di Alisson, Pavan ha le idee chiare oggi come in passato: “Durante il riscaldamento, quando i compagni di squadra lo impegnavano con i tiri in porta, se qualcuno di loro scherzava o rideva lui si arrabbiava. Dimostrava il suo modo di essere, molto serio. Io lo chiamavo ‘Urtigao’ (personaggio della Walt Disney ndr). Oggi queste sue caratteristiche lo rendono forte tra i pali e leader nel gruppo”. Urtigaoè, nella versione italiana, Dinamite, che vive sulle montagne di Paperopoli e scaccia tutti gli scocciatori. Praticamente, quello che Alisson fa con i palloni degli attaccanti.

FONTE     M .LIMITI

Gandini: “Stagione straordinaria, ora la Roma è tra le protagoniste del calcio europeo”

Parla l’a.d. giallorosso: “Il percorso di crescita passa attraverso il miglioramento della prestazione sportiva, l’incremento dei ricavi e la pianificazione del nuovo stadio”

 

La stagione è appena finita, ma in casa Roma si pensa già al futuro. L’amministratore delegato Umberto Gandini ha rilasciato un’intervista all’emittente ufficiale del club giallorosso sul lungo cammino della squadra in Champions League, ma anche per parlare della nuova formula della competizione europea, la prima che vedrà 4 squadre italiane qualificate direttamente alla fase a gironi. Ecco le sue dichiarazioni:

“Questa stagione per la Roma è stata straordinaria, abbiamo messo un punto fermo su quello che è la Roma nel panorama del calcio europeo e mondiale. Siamo definitivamente considerati tra i protagonisti del calcio europeo, soprattutto per via del percorso che abbiamo fatto a livello internazionale. Il fatto di poter credere in un progetto, di aver avuto la prova che quello che è stato fatto negli anni passati sta arrivando a maturazione, è stato tutto legittimo e pianificato. Abbiamo dato delle prove durante la stagione, in particolare lo statement di aver eliminato il Barcellona in quel modo nei quarti di finale, è stato un messaggio che a livello mondiale ha avuto una risonanza pazzesca”.

“Indubbiamente siamo arrivati molto vicini a qualificarci ad una finale che sarebbe stata veramente una cosa storica. Una semifinale che si chiude con un risultato globale di 7-6 evidentemente è stata molto equilibrata. Dall’altra parte c’è l’orgoglio di essere arrivati fino in semifinale, l’orgoglio di aver mostrato al mondo che siamo una realtà in costante crescita. E sottolineo questo: una realtà. È la cosa più importante”.

 

“La Roma è cresciuta tantissimo in questo periodo. Da parte del presidente Pallotta, l’arrivo di Monchi è stata una dimostrazione chiarissima della volontà di continuare a crescere, di fare calcio in un certo modo per restare stabilmente tra i protagonisti. È cresciuta molto l’azienda dal punto di vista commerciale, è migliorata tutta la parte relativa ai media. Siamo in grado di comunicare e offriamo alle aziende che scelgono di lavorare con noi una piattaforma importante e globale che interessa moltissime aree della comunicazione, non soltanto quella sportiva”.

“Sono molto curioso di vedere come sarà la Champions League ’18-19, già di partenza, in base ai risultati sportivi e quindi alla nuova formula, abbiamo potenzialmente le 19 migliori squadre d’Europa già qualificate. Le prime 4 di Inghilterra, Germania, Italia e Spagna, più le prime 3 francesi. Già 19 su 32 sono molto forti. Credo che quasi tutti i gironi avranno almeno 3 squadre che competeranno per qualificarsi. Poi ci saranno le mine vaganti della quarta fascia. Quest’anno, ad esempio, ci sarà l’Inter, un cliente che nessuna delle grandi vorrebbe trovare in una fase a gironi, soprattutto con questa nuova formula”.

“Il VAR ha cambiato il modo di seguire il calcio in Italia e nei Paesi in cui è stato applicato. A maggior ragione lo cambierà ancora di più dopo il Mondiale. È una via di non ritorno, è una cosa che, come tutte le innovazioni che sono state messe nel corso degli anni nel calcio, poi diventa indispensabile. Indubbiamente c’è un problema di formazione e quindi numerico. Un conto è avere un numero di arbitri sufficiente che hanno fatto esperienza sul VAR per un campionato del mondo, che dura 5-6 settimane con un numero abbastanza limitato di partite, e un altro è pensare di farlo in una competizione come la Champions League, anche soltanto nella fase a gruppi, o, come si vocifera, dalla fase a eliminazione diretta ’18-19, avendo soltanto 4 o 5 Paesi che l’hanno sperimentato. È solo una questione di tempo: spero e mi auguro che ci sia la possibilità di accelerare, soprattutto dopo il Mondiale, per avere il VAR già nella fase a eliminazione diretta della Champions ’18-19. Se così non fosse, è una certezza che la Champions della stagione ’19-20 avrà il VAR dall’inizio”.

“La Roma oggi deve consolidarsi in questo ruolo di squadra guida a livello nazionale in assoluto, ma anche a livello europeo. Costruire e rafforzare tutto quello che ha costruito nella stagione ’17-18, e dall’altra parte continuare questo percorso di crescita, un percorso che passa attraverso il miglioramento della prestazione sportiva, attraverso l’incremento dei ricavi commerciali grazie ai risultati sportivi e attraverso la pianificazione strategica di quello che sarà il più grande impianto del Sud Europea da qui a 3 anni massimo, ovvero la costruzione del nuovo stadio e tutto quello che ne consegue”.

International Champions Cup, tutte le partite in onda su Sky

Acquisiti i diritti del torneo estivo che vedrà protagonista anche la Roma nelle 3 sfide contro Tottenham, Barcellona e Real Madrid

 

Oltre alla Champions League, anche l’International Champions Cup cambia ‘casa’: Sky ha acquisito i diritti per trasmettere l’edizione 2018 del più importante torneo estivo di calcio, che si disputerà dal 20 luglio a 12 agosto. Un evento itinerante, con partite in programma in 22 stadi tra Europa (un match anche in Italia), Stati Uniti e Singapore e che vedrà protagonista anche la Roma nelle 3 sfide contro Tottenham, Barcellona e Real Madrid.

Peres: passi avanti per il brasiliano, operazione da 9 milioni

I portoghesi avrebbero messo gli occhi con grande attenzione sull’ex Torino e da Trigoria filtra ottimismo

 

Dopo gli arrivi di Coric e Marcano, la Roma lavora anche in ottica cessioni. In cima a questa lista, insieme a Defrel, c’è sicuramente Bruno Peres. Il brasiliano, nonostante un buon finale di stagione, non ha convinto i giallorossi: secondo calciomercato.com, nelle ultime ore il Porto avrebbe mosso dei concreti e decisivi passi avanti per acquistare l’ex Santos. Da Trigoria filtra ottimismo per il buon esito dell’operazione, che porterebbe 8-9 milioni di euro nelle casse romaniste.

Roma, 29 anni senza De Falchi. L’omaggio della Sud: un cuore giallo e rosso sotto l’abitazione della madre –

Il ricordo del ragazzo ucciso a Milano il 4 giugno del 1989. La sua bandiera sventola in curva, il ricordo di Antonio vive nei tifosi romanisti

La Curva Sud non si dimenticherà mai di Antonio De Falchi, il tifoso giallorosso ucciso a Milano il 4 giugno del 1989, poco prima dell’inizio del match della Roma contro i rossoneri. Questa notte, sotto l’abitazione della madre di Antonio, i sostenitori giallorossi del gruppo “ROMA”, insieme ai ragazzi di Torre Maura hanno pitturato sulla strada un cuore giallo e rosso, come segno di vicinanza e di affetto per quella tragica notte di ormai 29 anni fa, mai dimenticata. “Questo è l’omaggio dei tuoi tifosi. Oggi sono 29 anni che sei lì nella curva paradiso, Un grazie speciale a tutti voi che ogni anno fate sì che Antonio non venga dimenticato”, le parole del fratello Marco. Tra i presenti a ri-verniciare il cuore dipinto quasi cinque anni fa e ‘restaurato’ ogni 4 giugno, anche uno dei tre ragazzi che era presente con Antonio in quella tragica serata di Milano.

Non è il primo gesto della Curva nei confronti della famiglia De Falchi: lo scorso anno un torneo di calcetto in onore di Antonio, al quale ha partecipato anche Giuseppe Giannini. I gruppi della curva hanno anche donato alla famiglia una bandiera che raffigura Antonio con la maglia giallorossa, poi tanti striscioni negli anni davanti al Colosseo, a Trigoria e in altre zone simbolo di Roma. Dedicato a De Falchi anche un parco,  in via di Torre Spaccata. Come documentato da Forzaroma.info, il ‘Parco Antonio De Falchi‘, nato durante l’amministrazione di Veltroni, vive il suo momento peggiore tra il degrado e l’abbandono.

Roma, dalle amichevoli alle conferenze: ecco i segreti del ritiro in casa

A un mese dall’inizio della nuova stagione la Roma mette a punto i dettagli del lavoro a Trigoria: per i tifosi previste due partite poco distanti da Roma. Ogni giorno parlerà un calciatore, difficile che il centro sportivo sia aperto alla gente

Una conferenza al giorno, un allenamento aperto alla stampa ogni 24 ore o al massimo ogni 48, una probabile seduta al Tre Fontane, un paio di amichevoli nel Lazio o in Umbria, facilmente raggiungibili dai romanisti. A un mese dal radunodi Di Francesco e dei giocatori – e quindi dall’inizio della nuova stagione -, la Roma sta mettendo a punto i dettagli per il ritiro di Trigoria, il primo nel centro sportivo dopo 10 anni.

NUOVO LOOK – Al Bernardini si stanno rifacendo le stanze, dopo che nei mesi scorsi erano stati rifatti gli spogliatoi, il ristorante, la palestra e l’area per il recupero degli atleti. Sulla carta la squadra dovrebbe dormirealmeno qualche volta a Trigoria, soprattutto in previsione delle sedutemattutine che, visto il clima, saranno con ogni probabilità alle 8.30.

STAMPA E TIFOSI – Per motivi di ordine pubblico è quasi impossibile che Trigoria venga aperta ai tifosi. Ci sarà una conferenza stampa al giorno (Di Francesco e i nuovi acquisti o qualche senatore, più difficile Monchi in pieno mercato), e le sedute, almeno a giorni alterni, dovrebbero essere aperte ai giornalisti. Per i tifosi, invece, oltre a una seduta al Tre Fontane, previste dueamichevoli. Non sono ancora state scelte date e avversari, ma l’Intenzione della società è quella di andare a giocare a Frosinone, Rieti, Latina, Terni o zone limitrofe per consentire ai romanisti di vedere dal vivo la squadra. Non ci sarà l’abbraccio come in montagna, ma la Roma non vuole privare del tutto la gente del contatto con i calciatori e l’allenatore. Ecco perché, approfittando anche della presenza a Roma di tanti big, saranno organizzati anche degli eventi legati agli sponsor nei Roma Store.

 
FONTE       Roberta Moli

Mercato Roma, presentata un’offerta ufficiale per Ziyech. Al giocatore contratto di 5 anni

Monchi sembra aver scelto il centrocampista offensivo dell’Ajax per rinforzare l’attacco giallorosso. Incontro tra il diesse e l’agente

Monchi, dopo Coric e Marcano, è alla ricerca del terzo acquisto da consegnare a Di Francesco. L’identikit è quello di un centrocampista, con Cristante in pole per rinforzare la mediana giallorossa. Come riporta calciomercato.it, però, il ds giallorosso avrebbe presentato nelle ultime ore un’offerta ufficiale per Hakim Ziyech, marocchino classe ’95 dell’Ajax. Il calciatore, capace di giocare sia come trequartista che esterno d’attacco, è da anni sulla lista dei desideri di Monchi, che adesso avrebbe mosso i primi passi per portarlo nella capitale. Come riporta il quotidiano olandese De Telegraaf, la scorsa settimana l’agente del classe ’93, Mustapha Nakhli, ha incontrato i giallorossi trovando l’accordo su un contratto quinquennale.

Alisson-Chelsea: parte la trattativa

screenshot_2018-03-25-11-48-09_1-1647302405.jpg

 – Non bastavano i 18 cleen sheet in campionato e i 5 in Champions. Alisson non si ferma più. E così, anche ieri, nell’amichevole vinta dal Brasile contro la Croazia per 2-0, il portiere della Roma ha tenuto la sua porta inviolata. Numeri che confermano l’ascesa del ragazzo di Novo Hamburgo anche se il momento che sta vivendo non è semplice. Perché nonostante stia cercando di concentrarsi esclusivamente sul Mondiale, gli risulta sempre più difficile. È divenuto infatti uomo mercato’ e a contenderselo – oltre alla Roma che spera di trattenerlo rinnovandogli-adeguandogli il contratto – ci sono due big europee: Chelsea e Real Madrid. Anche nel ritiro della Seleçao, quando viene intervistato, la prima domanda riguarda sempre il suo futuro. Che Alisson ha per ora faticosamente messo da parte, lasciando lavorare i suoi agenti. All’inizio della scorsa settimana, una persona a lui vicina è volata a Londra per parlare con il Chelsea. Incontro conoscitivo, dove le parti hanno preso atto delle rispettive posizioni e richieste. Ora, a dar seguito a questo primo rendez-vous, ce ne sarà un altro nei prossimi giorni quando stavolta toccherà a un mediatore internazionale essere nella City per capire le reali intenzioni dei Blues a livello di spesa sul cartellino che la Roma valuta 80 milioni. Off record, l’offerta londinese non supererebbe i 50 milioni. Ancor meno dei 60, fatti veicolare nei giorni scorsi dai canali mediatici vicini al Real come cifra oltre la quale Florentino Perez non vuole andare. Chelsea e Real: lui, tra le due, non avrebbe dubbi a favore dei Blancos. Che però debbono, come gli inglesi, accontentare la Roma. Che sta provando a resistere. Ha già offerto al portiere un rinnovo di 3,5 milioni più i diritti d’immagine a suo favore. C’è però un Mondiale di mezzo che potrebbe cambiare le carte in tavola. Senza contare la volontà del ragazzo. Che spesso, in questi casi, fa la differenza.

RADJA A RUOTA LIBERA – Prendete ad esempio il caso di Nainggolan. Quando c’era mezza Premier, l’Inter e la Cina a contenderselo, lo scorso luglio ha deciso di sposare la Roma, firmando il rinnovo (a proposito: in settimana nuovo contatto per quello di Florenzi, ndc). Oggi, di tutte le pretendenti, è rimasto forse il solo Spalletti che farebbe carte false pur di portarlo a Milano. Al momento, però, di concreto ancora nulla (e non potrebbe essere altrimenti visto che l’Inter entro il 30 giugno deve rientrare di 45 milioni di plusvalenze) con l’ultimo contatto che risale al 24 maggio: giorno del caffè tra Ausilio e l’agente Beltrami. Singolare che proprio nella stagione dove per la Roma Nainggolan non è più inamovibile, non si palesino offerte. Forse perché gestire l’uomo, oltre al calciatore, rimane complicato. Ne sono dimostrazione le ultime dichiarazioni rilasciate ad un portale belga: «Tutte le donne mi vogliono, me lo fanno vedere davanti agli occhi. A volte è difficile dire di no. È vero sono sposato, ma non dico certo di essere un angelo, l’unica cosa importante è che non deve uscire nulla. I calciatori gay? Non lo rivelano perché si vergognano. Oggi saresti finito. So solo che quando smetterò voglio uscire del tutto dal mondo del calcio». Capitolo abbonamenti: si parte il 7 giugno alle ore 12 per la conferma o il cambio di posto. Dal 2 luglio ci sarà la vendita libera.

FONTE      MESSAGGERO – CARINA

Florenzi avanza verso il rinnovo

FB_IMG_1504336383820

–  Il rebus Florenzi sta per essere risolto. Di quale colore sarà la fumata finale è ancora da capire, ma negli ultimi giorni la Roma e il giocatore si sono avvinati e questa settimana Monchi, di rientro dalla Spagna, e l’agente Lucci hanno preso appuntamento per entrare nel merito del rinnovo di contratto del vicecapitano giallorosso, in scadenza nel 2019. Il tavolo delle trattative è aperto, i lavori sono iniziati e, anche se l’accordo economico non è stato ancora raggiunto, adesso filtra maggiore ottimismo sull’esito della negoziazione. Le parti hanno già avuto modo di parlarne e continueranno a farlo finché non sarà presa una decisione definitiva: prolungamento, a questo punto più probabile, o rottura. C’è la volontà di trovare un compromesso tra l’alta richiesta del giocatore, circa 4 milioni di euro, e i 3 che da Trigoria sarebbero disposti a sborsare per trattenere il jolly giallorosso a cui le corteggiatrici certo non mancano.

I prossimi giorni potrebbero essere decisivi, nell’incontro in agenda si cercherà di arrivare ad un accordo. Florenzi ha la penna pronta assieme al secondo fiocco rosa di casa: l’arrivo della seconda figlia è imminente, ogni momento è buono e per stare vicino alla moglie Ilenia aveva già preso accordi con il ct Mancini per lasciare il ritiro della Nazionale italiana in anticipo. È stato con gli azzurri giusto il tempo di un rodaggio da mezz’ala, ruolo che potrebbe tornare di moda per la prossima stagione anche in giallorosso. Se rinnovo sarà. Perché Monchi sul mercato sta cercando un terzino per la fascia destra, considerando la sinistra già fornita di un titolare importante come Kolarov, un baby che può crescergli alle spalle qual è Luca Pellegrini, che farà il secondo ritiro con i «grandi» e verrà messo alla prova (eventualmente ci sarebbe tutto il tempo di andare a prendere una riserva da quella parte), e poi c’è Jesus pronto a dare una mano. A destra, invece, le incognite sono moltissime, dal rinnovo di Florenzi in giù. Bruno Peres è sul piede di partenza, Karsdorp ha affrontato un anno difficilissimo, la convocazione all’ultima giornata è stata una ricarica per lo spirito così come il matrimonio con la sua Astrid e ripartirà con gli allenamenti in gruppo, ma dopo un’intera stagione ai box avrà bisogno di tempo per mettersi al pari con gli altri. Strootmaninsegna. E lo stesso vicecapitano giallorosso ci è passato, ognuno reagisce agli infortuni gravi a modo suo e Florenzi a parte qualche sbavatura difensiva e qualche doloretto al ginocchio è riuscito a tornare ai suoi livelli. Ma non è detto che continui a farlo da terzino, perché Monchi potrebbe portare a Trigoria un titolare in quel ruolo e toccherebbe a Di Francesco cercare una nuova collocazione per il tuttofare romanista. Kaderabek dell’Hoffenheim è solo un nome in una lunga lista di profili interessanti studiati dal diesse spagnolo, compreso Cristiano Piccini, ex Fiorentina e ora allo Sporting, per il quale sarebbe stata rifiutata un’offerta giallorossa da 10 milioni più 5 di bonus. Intanto Monchi spera di blindare Florenzi. A giorni si attende anche la svolta per Cristante,che ha accettato l’offerta giallorossa. Manca l’intesa tra Atalanta e Defrel, su un tavolo dove potrebbero entrare anche Tumminello e Gerson.

FONTE     IL TEMPO – MENGHI 

Tessere, giovedì via ai rinnovi. Ninja sul mercato e sparla di donne

FB_IMG_1486704709211

 – Da giovedì 7 giugno (giorno in cui la Roma da qualche anno festeggia la sua nascita, mentre per molti tifosi resta quella storica del 22 luglio), i vecchi abbonati avranno la possibilità di rinnovare la tessera. Il periodo di prelazione durerà fino al 25 giugno e i prezzi resteranno invariati per quanti decideranno di confermare il proprio posto all’Olimpico anche per la prossima stagione. La vendita libera scatterà invece dal 2 luglio, una settimana prima dell’avvio della preparazione estiva, che nella prima fase si svolgerà a Trigoria. Per i nuovi abbonati i prezzi invece aumenteranno, dai 5 euro in più per le curve, fino ai più 50 in Monte Mario. L’obiettivo è quello di riuscire a sfiorare quota 30mila fidelizzati, con il resto dei pacchetti che, mano mano, verranno riproposti nel corso della stagione. Una sfida che dovrà poi essere onorata dalla Roma di Di Francesco.

Sul fronte mercato è ormai abbastanza chiaro come la società giallorossa abbia messo sul mercato Nainggolan che continua a rilasciare dichiarazioni a ruota libera ai media del Belgio, sulla sua vita privata. «Tutte le donne mi vogliono, me lo dimostrano davanti ai miei occhi. E a volte è difficile dire no. Anche se sono sposato? Non dico certo di essere un angelo, l’unica cosa importante è che non esca nulla. I gay ci sono, ma si vergognano a dirlo». Dichiarazioni bollate come «inopportune» dal club giallorosso.
FONTE        REPUBBLICA – FERRAZZA

Abbonamenti Roma 2018-2019, tutte le informazioni (foto)

FB_IMG_1491624057200_1

 

Sono uscite le informazioni sull’acquisto degli abbonamenti per la stagione 2018-2019. Ecco il comunicato della Roma, pubblicato sul sito ufficiale www.asroma.com:

L’AS Roma è lieta di comunicare che a partire dalle ore 12 del 7 giugno prenderà il via la campagna abbonamenti per la stagione 2018-19.

DURATA

La Campagna Abbonamenti si svilupperà attraverso tre distinti periodi.

1) DIRITTO DI PRELAZIONE SUL PROPRIO POSTO: DALLE 12:00 DEL 7 GIUGNO ALLE 20:00 DEL 25 GIUGNO

Presso gli asromastore, il Centro Servizi AS ROMA, le ricevitorie VIVATICKET (solo Abbonamenti Digitali) oppure tramite il sito Internet www.asroma.com (solo Abbonamenti Digitali).

Per esercitare il Diritto di Prelazione sul proprio posto occorre disporre della propria Tessera AS ROMA CLUB PRIVILEGE (con tagliando segnaposto), oppure della propria Tessera AS ROMA CLUB HOME della stagione 2017/2018.

L’acquisto con Diritto di Prelazione sul proprio posto può essere effettuato, con le modalità e nei punti vendita elencati di seguito, su tutte le tipologie di Abbonamento fatta eccezione per le riduzioni “Famiglia All-In”, “Vitalizio”, dei “Non Deambulanti ed Invalidi 100%”, che invece possono essere sottoscritti esclusivamente presso gli asromastore e il Centro Servizi AS ROMA.

In questa fase sarà inoltre consentito il cambio posto esclusivamente sui posti liberi non in prelazione, ad esclusione dei settori di Curva Sud Laterale e Centrale.

2) CAMBIO POSTO: DAL 26 GIUGNO AL 1 LUGLIO**

I titolari di Abbonamento della scorsa stagione che vorranno esercitare la Prelazione non sul proprio posto ma su uno nuovo, compatibilmente con le disponibilità esistenti, potranno recarsi esclusivamente presso gli asromastore, o tramite il Centro Servizi AS ROMA, con le seguenti modalità e tempistiche:

  • Dal 26/6 al 27/6: cambio posto per i soli abbonati di Curva Sud tra gli ingressi Curva Sud Laterale (15/17) e Centrale (18/19 – 20/21) su tutti i posti non prelazionati entro il 25/6 o liberi
  • Dal 28/6 al 1/7: cambio posto da altri settori verso la curva sud su tutti i posti non prelazionati entro il 25/6 o liberi
  • Dal 26/6 al 1/7: cambio posto da altri settori verso altri settori su tutti i posti non prelazionati entro il 25/6 o liberi

** In questo specifico periodo non potrà più essere garantita la possibilità di esercitare il Diritto di Prelazione sul proprio posto. Inoltre, In caso di avvenuto rinnovo dell’abbonamento in fase di prelazione, non sarà più possibile effettuare il cambio posto.

3) VENDITA LIBERA: DALLE 12:00 DEL 2 LUGLIO ALLE 18:00 DEL 18 AGOSTO

L’acquisto dei nuovi Abbonamenti in digitale su AS ROMA CLUB PRIVILEGE/AS ROMA CARD può essere effettuato presso gli asromastore, il Centro Servizi AS ROMA, le ricevitorie VIVATICKET (solo tariffe Intero/Under 14/Over 65/Donna in digitale) o su www.asroma.com (solo tariffa Intero/Under 14/Over 65).

L’acquisto dei nuovi abbonamenti tradizionali cartacei su AS ROMA CLUB HOME può essere effettuato presso gli asromastore, chiamando il Centro Servizi AS ROMA o su www.asroma.com (solo tariffa Intero/Under 14/Over 65).

NB: I settori 10BD-12BL-12BD-3BS-5BL-5BS, facenti parte della Tribuna Monte Mario Top nella Stagione 2017/18, e i settori 28BD-28BC-28BS-32BD-32BS-35BD-35BS-39BD-39BC-39BS, facenti parte della Tribuna Tevere Parterre nella stagione 2017/18, in virtù della ridefinizione di alcune aree/settori dello stadio Olimpico per la Stagione 2018/2019, sono stati ricompresi rispettivamente nelle Tribune Monte Mario e Tevere, acquisendone pertanto il relativo prezzo.

I titolari di abbonamento che non intendessero confermare il proprio posto in base alla nuova collocazione, potranno cambiarlo recandosi dal 7 al 25 giugno presso gli asromastore o chiamando il Centro Servizi AS ROMA.

MODALITÀ

I titoli di ingresso per l’intera stagione calcistica 2018/2019 potranno essere emessi in due differenti modalità:

1) In forma di abbonamento digitale e pertanto associati direttamente alla Tessera “AS ROMA CLUB PRIVILEGE/AS ROMA CARD”, che diverrà quindi unico titolo d’accesso allo Stadio. Contestualmente verrà consegnato all’abbonato un tagliando “segnaposto” per l’esatta identificazione della propria seduta. Gli Abbonamenti Digitali potranno essere rilasciati presso i punti speciali asromastore, il Centro Servizi AS ROMA (Tel. 0689386000, indirizzo email: abbonamenti@asroma.it), le ricevitorie VIVATICKET abilitate (l’elenco è disponibile sul sito Internet www.asroma.com), oppure tramite il sito Internet www.asroma.com.

Per richiedere l’Abbonamento Digitale è necessario esibire all’operatore anche un valido documento d’identità ed il modulo di richiesta debitamente compilato e firmato;

2) In forma di abbonamento tradizionale cartaceo, attraverso l’emissione della specifica Card ”AS ROMA CLUB HOME” che consentirà l’accesso allo Stadio.

Le AS ROMA CLUB HOME potranno essere emesse esclusivamente presso gli asromastore, il Centro Servizi AS ROMA e, a partire dalla vendita libera, online su www.asroma.com.

Per richiedere la AS ROMA CLUB HOME è necessario esibire all’operatore un valido documento d’identità e il modulo di richiesta debitamente compilato e firmato.

I moduli per la richiesta di Abbonamento sono reperibili:

in formato elettronico, editabile e scaricabile, sul sito Internet www.asroma.com;

in formato cartaceo presso gli asromastore.

PREZZI

Fonte: asroma.com