Caso Stadio Roma, sedici indagati. Procuratore Ielo: “La Roma non c’entra nulla”

Il procuratore aggiunto della Capitale ha confermato la totale estraneità dei fatti da parte del club giallorosso

È da poco terminato l’incontro tra il procuratore aggiunto di Roma Paolo Ieloe la stampa per un punto della situazione riguardo l’operazione “Rinascimento“, scattata questa mattina e che ha portato l’arresto di nove persone, per un totale di sedici indagati. “La società As Roma non c’entra nulla”, ha ribadito con forza il Procuratore prima discutere dei reati contestati agli arrestati: associazione a delinquere per il gruppo Parnasi (in questo caso la parte privata è stata definitiva fortemente corruttiva e con forti investimenti nella politica in parte leciti in parte illeciti) e corruzione e indebito finanziamento.

Arrestato l’ex assessore regionale al Territorio Michele Civita che avrebbe ottenuto l’assunzione del figlio in una società del gruppo Parnasi. Adriano Palozzi, vicepresidente del consiglio regionale del Lazio avrebbe ottenuto una grande somma coperta da fatture per operazioni inesistenti.