Kluivert, giallorosso d’amore: sceglie il 34 per l’amico Nouri –

Articolo sponsorizzato da DormireSoluzioni…cliccare sul sito

screenshot_2018-06-27-19-29-01_1-1583066709.jpg

Il nuovo acquisto giallorosso ha voluto dedicare il numero di maglia all’amico, che ha subito importanti danni cerebrali durante un match lo scorso anno

“Il numero 34 è per te Appie”. Con questo messaggio Justin Kluivert annuncia via Instagram il numero di maglia che vestirà nel primo anno giallorosso. Non il 45 avuto all’Ajax, ma appunto il 34, numero che è stato di Nouri, suo ex compagno all’Ajax. Il marocchino è stato vittima di un’aritmia cardiaca lo scorso anno in un match con il Werder Brema, che gli ha causato gravi danni cerebrali permanenti. Una storia struggente di uno sogno spezzato, un sogno che Kluivert vuole portare avanti nella Roma. Nel nome di Appie.

FONTE  FORZAROMA.INFO

La Uefa come la Fifa: quarta sostituzione anche in Champions e in Europa League

Articolo sponsorizzato da DormireSoluzione…cliccare sul sito

letto per immagine

wp-image--1027193435

– L’esperimento della Fifa a Russia 2018 è piaciuto anche alla Uefa e così la quarta sostituzione, permessa nei tempi supplementari, diverrà operativa anche in Champions League e Europa League dalla prossima stagione. Naturalmente a partire dagli ottavi di finale. E una novità importante, che permette di alzare il livello di gioco ma è anche un deterrente contro possibili infortuni. Al Mondiale hanno usufruito del quarto cambio tutti e sei gli allenatori delle squadre che sono andate oltre il 90′. (…)

FONTE   CORRIERE DELLA SERA

Nuova e giovane, la Roma riparte

Articolo sponsorizzato da DormireSoluzione….cliccare sul sito

screenshot_2018-07-05-11-59-15_1-507679487.jpg

screenshot_2018-03-16-16-54-04_1_1_1-1644080751.jpg

– Nuovo è la parola d’ordine a Trigoria. Per una volta non riguarda l’allenatore, ma la rosa potenziata con nuovi acquisti e le strutture migliorate per rendere il centro sportivo ancora più funzionale e accogliente nel ritiro che lancerà la seconda Roma targata Di Francesco. Stamattina scatta il pre-raduno, i giocatori non impegnati con le nazionali completeranno le visite d’idoneità a Villa Stuart (in diversi le hanno anticipate nei giorni scorse) e poi s’affacceranno a Trigoria per i primi due giorni d’allenamento: oggi facoltativo, domani una sgambata di gruppo. Ma il ritiro vero e proprio scatta domenica sera all’ora di cena, da lunedì mattina si inizia a fare sul serio con una Roma non solo nuova ma anche numerosa. Anche troppo.

Da Mirante a Pastore, dal capitano De Rossi, alla 18esima stagione consecutiva in giallorosso senza contare le giovanili, al vice Florenzi ancora senza rinnovo, da Dzeko al talento Kluivert, sono 31 in tutto i giocatori convocati ieri dall’allenatore. Tra loro 8 acquisti su 9 realizzati dallo scatenato Monchi, manca solo Zaniolo impegnato con gli azzurrini all’Europeo Under 19 dal 16 al 29 luglio. Dal torneo è stato invece dispensato su richiesta della Roma Luca Pellegrini, che Di Francesco vuole testare in ottica di una conferma nella rosa finale. Sono altri cinque i baby inseriti nella lista del tecnico, ovvero i tre portieri Romagnoli, Greco e il 2001 Cardinali, più il promettente centrocampista Riccardi e quell’Antonucci che ha già esordito in prima squadra. Nel gruppo anche Capradossi e Verde rientrato dal prestito al Verona e in attesa di sistemazione come tutti i giocatori, una quindicina, esclusi dal ritiro. Castan, Gyomber e Ponce sono gli “esuberi” più famosi e molti di loro si alleneranno a parte in una Trigoria dove sono state costruite nuove stanze, ristrutturata la terrazza e creata un’area ludica con biliardo e quant’altro possa rendere meno noioso il ritiro. Durerà fino al 20, giorno della seconda amichevole a Frosinone con l’Avellino dopo il debutto a Latina del 14, poi si parte per gli Usa con Fazio e Kolarov aggregati alla comitiva il giorno prima della partenza verso gli States, dove sono previste altre tre amichevoli decisamente più impegnative: il 26 luglio a San Diego col Tottenham, il 1o agosto la rivincita di Champions da concedere al Barcellona a Dallas, l’8 agosto si chiude col Real Madrid nel New Jersey. Probabilmente senza Cristiano Ronaldo, che la Roma dovrà sfidare da juventino se la trattativa dell’estate, come sembra, andrà in porto.

Eppure Di Francesco non abbassa l’ambizione: “Per la lotta scudetto vogliamo esserci anche noi” giura l’allenatore. Nel frattempo Monchi dovrà risolvere il nodo Alisson: il Chelsea ha sorpassato il Real ma la Roma aspetta ancora offerte ufficiali. Intanto Bruno Peres s’è accasato al San Paolo in prestito con diritto d’opzione e non è dovuto ripassare per Trigoria, mentre rientra dal Brasile Gerson inserito nei convocati, ma l’intenzione della società è darlo in prestito all’Empoli. Sadiq è andato ai Rangers, Ponce valuta l’Aek e opzioni spagnole, da sistemare altrove anche Defrel. Detto che l’erede designato di Alisson è sempre Areola, se dovesse partire uno tra El Shaarawy e Perotti, c’è spazio per un ultimo colpo. Che si aZiyech o il sogno, quasi proibito, Chiesa.

FONTE   IL TEMPO – A. AUSTINI –

Ufficiale, Bruno Peres al San Paolo in prestito con diritto di riscatto –

Articolo sponsorizzato da DormireSoluzioni..clicca sul sito

screenshot_2018-07-05-11-59-15_1-507679487.jpg

Il giocatore non era stato convocato per il ritiro romanista. Torna in Brasile dopo aver rifiutato il passaggio al Torino

Dopo la non convocazione per il ritiro con la Roma, per il passaggio di Bruno Peres al San Paolo si attendeva solo l’ufficialità. Il comunicato del club brasiliano è arrivato nella notte. Il terzino si trasferisce in prestito fino a dicembre 2019 con diritto di riscatto. Il ritorno a casa è sempre stata la volontà maggiore del giocatore, che ha rifiutato anche il ritorno al Torino. Ecco il comunicato:

“L’esterno brasiliano ritorna così in patria dopo le quattro stagioni passate in Italia. Andrà al San Paolo con la formula del prestito fino al dicembre del 2019 con diritto di riscatto”

Castan & co: c’è una Roma B da piazzare sul mercato

Articolo sponsorizzato da DormireSoluzioni…cliccare sul sito

screenshot_2018-07-01-08-22-31_1-528158261.jpg

Tanti esuberi destinati a fare le valigie già in queste ore. Per loro è comunque previsto un allenamento a Trigoria con un preparatore

screenshot_2018-06-24-09-43-52_11317727726.jpg
 

C’è una Roma A e c’è una Roma B destinata a fare le valigie già in queste ore. Per loro è comunque previsto un allenamento a Trigoria con un preparatore, perché così prevede il contratto, come riporta Leggo. Orari e spogliatoi diversi, però, da quelli della squadra. Tra questi ci sono, oltre a Castan (vicino al Frosinone), Gyomber – ex Bari, che ha proposte da squadre di B – Sadiq a un passo dai Glasgow, Di Livio, Matteo Ricci, Soleri e (forse) Ponce che sta trattando con l’Aek.

Bruno Peres invece sosterrà nelle prossime ore le visite mediche col San Paolo. Non ci sarà nemmeno il misterioso Radonjic, il talento serbo che a Roma ricordano solo per la vita notturna (0 presenze in Primavera) e che si sta riposando dopo il Mondiale. Un po’ a sorpresa compare, invece,Verde che Di Francesco vuole studiare durante il ritiro.