Monchi: “Nessun ultimatum a Florenzi e non ci sono offerte per Alisson. Mertens? Non è un obiettivo”

Articolo sponsorizzato da DormireSoluzione…cliccare sul sito

letto per immagine

Il ds giallorosso aggiunge: “Sul portiere brasiliano se ci saranno altre situazioni le valuteremo”

 

 

Ramon Verdejo Rodriguez, più comunemente chiamato Monchi, risponde alle domande dei giornalisti presenti durante la conferenza stampa di presentazione di Bianda e Coric. Queste le parole del ds giallorosso:

A chi paragonerebbe Bianda e Coric?
Non mi piace paragonarli, loro hanno fatto il loro percorso. Sono giocatori che hanno margine per crescere, ma hanno tante qualità. Bianda è un difensore centrale con un buon piede e forte fisicamente, Coric è un giocatore di grande qualità e grande personalità. Qui deve migliorare a livello fisico.

Sorpreso dall’operazione Ronaldo?
Sono concentrato sul mio lavoro, ma se alla fine arriva alla Juve per il campionato italiano sarebbe una cosa buona. Quello che ha fatto Cristiano in passato è importante e sarebbe buono per il campionato italiano. Ma non posso fare una valutazione più profondo, sono stato impegnato negli ultimi giorni.

 

A che punto è la trattativa per il rinnovo di Florenzi?
Allo stesso livello dell’ultima conferenza, non siamo andati molto avanti. È una negoziazione difficile, Florenzi è un grande giocatore. La Roma ha fatto un’offerta interessante, ma capisco che lui ha le sue richieste. Sono fiducioso, stiamo lavorando ma non è cambiato tanto negli ultimi giorni. Abbiamo fatto un’offerta giusta e importante, ma capisco che la sua richiesta sia importante.

Ultimatum?
No, mai lo avrà, Alessandro è un figlio cresciuto qui. Qualsiasi cosa succeda, uscirà sempre dalla porta principale. Io sto lottando tutti i giorni per farlo rinnovare e sono fiducioso, ma manca ancora un po’.

Su Alisson
Mi dispiace quello che sia successo al Brasile. La risposta su Alisson è la stessa che ho dato su Florenzi, fino ad oggi non abbiamo ricevuto nessuna offerta. Dire che abbiamo in testa un prezzo è strano, perché senza offerte non dobbiamo valutare nessun prezzo. Lui andrà in vacanza e rientrerà con la squadra una volta finito. Se ci fossero altre situazioni le valuteremo, oggi posso dire che non è cambiato nulla rispetto all’altro giorno.

Su Forsberg
Lui lo conosco bene non ho bisogno di guardarlo oggi campo. Se avete letto il mio libro sapete che non mi piace prendere giocatori perché fanno un buon Mondiale. Bisogna fare una differenza tra i giocatori che mi piacciono e quelli da prendere. Mi piace, ma non significa che domani lo prendo.

Mertens è un obiettivo della Roma?
No

Bianda andrà in prestito?
Rimane qui, sarà difficile trovare migliore insegnante di Di Francesco. Dovrà lavorare e il miglior posto dove può fare la gavetta sarà qui a Roma.

Ziyech è ancora un obiettivo?
No. E’ un giocatore che mi è piaciuto sempre. Non posso dire no al 100%, ma oggi nel suo ruolo abbiamo tanti giocatori.

Si scende in campo per il primo allenamento a Trigoria

Articolo sponsorizzato da DormireSoluzioni..cliccare sul sito

screenshot_2018-07-03-09-17-24_11256407409.jpg

screenshot_2018-03-17-16-56-41_11209360438.jpg

Primo allenamento della stagione per la Roma. Dopo aver sostenuto le consuete visite mediche nei giorni scorsi, questa mattina la squadra si è ritrovata a Trigoria per iniziare gli allenamenti. Come riporta Roma Tv, sono stati divisi in due parti: una in palestra e l’altra in campo, per l’atletizzazione e cambi di ritmo. Il gruppo in campo è stato a sua volta suddiviso: Kluivert, Verde, El Shaarawy, Antonucci e Ünder, nel primo; Gerson, Pellegrini, Cristante, Gonalons, Riccardi, nel secondo e infine Jesus, Capradossi, Coric. Intanto i quattro portieri lavorano con Savorani.

Amichevole Latina-Roma, esauriti i posti riservati ai giallorossi

Articolo sponsorizzato da DormireSoluzioni…cliccare sul sito

screenshot_2018-06-27-19-29-01_1-1583066709.jpg

 

cropped-fb_img_1485594116584

Prima amichevole della stagione per la Roma contro il Latina. I tifosi giallorossi potranno godersi l’esordio dei nuovi acquisti sabato 14 luglio, allo stadio Francioni. Ai romanisti è stata destinata la Tribuna Ospiti con i suoi 1500 posti che, secondo il Corriere dello Sport, sono già tutti esauriti. Sarà però possibile acquistare dei tagliandi per altri settori dello stadio, tranne per la curva riservata ai tifosi della squadra in casa.

Come se fosse Capodanno

Aerticolo sponsorizzato da DormireSoluzioni…..cliccare sul sito

 

screenshot_2018-06-27-19-21-12_1_1487256204.jpg

di francesco

– Ne sono passati di anni dall’ultimo ritiro estivo a Trigoria per la Roma. Si deve tornare indietro a Luciano Spalletti, ma non quello del post Rudi Garcia, bensì il Luciano Spalletti arrivato nel 2005, dopo la famosa annata dei quattro allenatori. Da quel momento in poi i giallorossi hanno scelto come tappa fissa per il proprio inizio di stagione le montagne del Trentino e più precisamente Pinzolo. Quest’anno si cambia, per volere della società e dello stesso allenatore Di Francesco. Si comincia il lavoro aTrigoria per poi spostarsi alla volta degli States il 22 luglio. Qui la squadra sarà impegnata per l’ennesima volta, nell’ormai consueta International Champions Cup, dove affronterà diverse tra le compagini più gettonate al mondo. Un mercato, quello calcistico, negli anni sempre più in espansione negli USA e con un presidente comeJames Pallotta, normale che una società come quella capitolina, cerchi di ritagliarsi la propria fetta.

COME SE FOSSE CAPODANNO – A pochi giorni dall’inizio del ritiro al Centro Sportivo Fulvio Bernardini (si comincia il 9 di luglio ndr) tanti sono i punti di domanda su quella che è la stagione che verrà. Alle spalle laRoma si lascia un terzo posto in campionato, forse sudato un po’ più del dovuto, o quantomeno più rispetto a quanto ci si poteva immaginare all’inizio della scorsa stagione, e soprattutto una semifinale di ChampionsLeague, sbalorditiva sia per il risultato sportivo in se, sia per il modo in cui questa è arrivata, con il ribaltone nei quarti contro il Barcellona, destinato a rimanere negli almanacchi. Nell’ultimo giorno dell’anno si ripensa a ciò che si è fatto, ai traguardi raggiunti e ai progetti ancora in essere, per poi prefiggersi nuovi obiettivi. E’ questo che si vive in casa Roma, con una nuova consapevolezza raggiunta grazie ai risultati arrivati sul campo, ma con la voglia di arrivare finalmente ad alzare un trofeo che nella bacheca giallorossa manca ormai da troppi anni, precisamente dieci.

PUNTI FERMI E ADDII – L’ultimo dell’anno è anche questo, conferme e addii. Lo è nella vita e lo è ancora di più nel calcio e la Roma e i suoi tifosi lo hanno capito perfettamente. Radja Nainggolan, punto fermo dal suo arrivo, fino all’ultimo giorno in giallorosso, ha salutato nello stupore generale, prima di tuffarsi nella sua nuova avventura a tinte nerazzurre. Dall’altra, le grandi conferme: Manolas, Fazio, Kolarov, Under, Strootman, Pellegrini e con un Daniele De Rossi sempre più punto fermo di una squadra e dell’ideale che questa rappresenta. Ci sono poi i dubbi che oggi hanno due nomi ben precisi: Alisson e Florenzi. Il primo ha visto svanire il sogno Mondiale con il suo Brasile e l’orizzonte sembra diviso tra punte di giallo e rosso e le tentazioni bianche e blu di Real Madrid e Chelsea. L’altro, il ragazzo della porta accanto, Florenzi, con un rinnovo che tarda ad arrivare ma verso il quale sembra, giorno dopo giorno, avvicinarsi. E poi ci sono i nuovi, in ordine sparso: Cristante, Kluivert, Coric, Bianda, Zaniolo, Santon, Pastore, Marcano e Mirante. Nove ad oggi ma con l’impressione che il numero possa crescere. Tra dubbi, certezze, addii e arrivi, ecco che la Roma si appresta a vivere il proprio Capodanno, l’ultimo dell’anno, il passaggio tra la vecchia e la nuova stagione. Il 9 luglio si avvicina e a Trigoria sembra già essere tutto pronto, o quasi, per tuffarsi in una nuova stagione, questa volta con una consapevolezza sicuramente nuova rispetto agli scorsi anni.

FONTE   INSIDEROMA.COM – S.BENEDETTI

Trigoria, squadra divisa in gruppi: fase atletica in campo e palestra. Assenti solo Dzeko e Strootman

Articolo sponsorizzato da DormireSoluzioni…cliccare sul sito

letto per immagine

In attesa del via ufficiale del 9 luglio, primo allenamento di gruppo al ‘Bernardini’ per chi ha svolto le visite mediche nei giorni scorsi

Sessione di allenamento - Centro Sportivo Fulvio Bernardini Nella foto: Daniele De Rossi, Ante Coric, William Bianda

Il countdown volge al termine: domani sera tutti i giocatori della Roma (ad eccezione di Fazio, Kolarov e Alisson) saranno a Trigoria per dare ufficialmente il via al ritiro della stagione 2018/2019, in partenza da lunedì 9 luglio. Intanto, dopo le visite mediche degli ultimi giorni a Villa Stuart, questa mattina alle 10.15 tutti i giallorossi che hanno svolto i controlli di rito si sono ritrovati al ‘Fulvio Bernardini’ per il primo allenamento dell’anno.