Roma, Schick ora è chic

Articolo sponsorizzato da…cliccare sull’immagine

screenshot_2018-07-10-17-57-23_1_1-807593529.jpg

Il ceco rappresenta la sorpresa più bella della rinnovata Roma. Contro il Latina ha segnato, ha aperto varchi per i compagni e mostrato quel carattere che lo scorso anno è sembrato essere a più riprese il suo tallone d’Achille

Tre gol e due assist in 37 minuti. Schick è partito con il piede giusto, come scrive Stefano Carina su Il Messaggero. Patrik ha fatto quello che doveva fare: segnare, aprire varchi per i compagni e mostrare quel carattere che lo scorso anno è sembrato essere a più riprese il suo tallone d’Achille.

Sono piccoli segnali in attesa di conferme ben più solide. Ma con in campoPerotti e De Rossi, prendere il pallone e decidere di tirare il rigore, è stato un altro segnale che qualcosa sta cambiando. Quello di sabato, tra l’altro, non è stato il primo indizio. Dalla bellissima rete nell’allenamento di giovedì dopo aver vinto un duro contrasto con Manolas, alla voglia di ridursi le vacanze (appena una decina di giorni in barca in Croazia) per iniziare ad allenarsi a Praga. Il piglio diverso con il quale porsi, sia con i compagniche in allenamento, più volte chiesto da Di Francesco lo scorso anno, inizia a vedersi.

Il primo test estivo può lasciare il tempo che trova anche a livello tattico ma se si sommano quei 45 minuti ai primi giorni di ritiro, si evince che Schick a destra nel 4-3-3 non ci giocherà spesso.  E l’acquisto di Pastore, in quest’ottica, può regalargli nuovi orizzonti. Perché se al momento Patrick è il vice-Dzeko, non è escluso che quando la squadra sarà più rodata il ceco non possa esser provato in coppia con Edin nel 4-3-1-2 oppure a fianco dell’argentino nel 4-3-2-1 dietro il bosniaco.

Capitolo Alisson. Il count-down, anche se non ufficialmente, è partito. Giovedì il Liverpool ha superato l’offerta del Real Madrid arrivando a 60 milioni più 5 di bonus (gli spagnoli sono fermi a 50 più 10). La Roma, però, aspetta. Sa che l’unico modo per arrivare ai 75 milioni stabiliti per il brasiliano, è che il Chelsea si unisca all’asta. Monchi attende. Comunque vada, per lui e la Roma, sarà un successo.

FONTE S. CARINA