Porto, Felipe: “Voglio segnare ancora alla Roma. Possiamo passare il turno”

photo_1548582260017848294233.png

Il difensore: “L’autogol ai preliminari non mi aveva scosso, sono cose che accadono. Per fortuna poi ho segnato all’Olimpico”

Il count down per gli ottavi di finale di Champions League è già partito. Il 12 febbraio la Roma all’Olimpico tornerà a sentire la musica della Champions per la partita contro il Porto. Ne ha parlato il difensore del club lusintano Felipe, che nell’ultimo precedente (preliminari nel 2016-17) segnò prima l’autogol in Portogallo e poi si riscattò al ritorno: “Avevo vissuto situazioni molto peggiori e l’autogol con la Roma non mi ha scosso, sono cose che accadono, sono andato avanti e, per fortuna, ho poi segnato un gol all’Olimpico – ha detto a Dragões -. Spero di essere ispirato e segnare ancora una volta per aiutare la squadra. Abbiamo la possibilità di andare avanti perché sappiamo di avere una squadra molto forte”.

IMG_20190202_112836.jpg

 

DiFra senza difesa: incassa troppi gol e perde tanti tackle

photo_1548582260017848294233.png

Rispetto allo scorso torneo ha subito 20 reti in più. Olsen non è un top, ma il guaio è tutta la fase difensiva

Forse, quando durante il ritiro di Trigoria, sotto un torrido sole, Eusebio Di Francesco se la prendeva con i giocatori per i pochi movimenti di squadra davanti al portiere (“Insieme, insieme”, gridava), aveva già capito tutto. Magari fin dall’estate il tecnico aveva la percezione che, in fase difensiva, questa stagione per la sua Roma sarebbe stata l’opposto di quella precedente, scrive Chiara Zucchelli su “La Gazzetta dello Sport”. Di certo, nonostante da quel giorno siano passati più di sei mesi, lui e i calciatori non sono stati in grado di ovviare al problema, se non in rare occasioni: la Roma subisce tanto, troppo, come quasi nessuno tra le migliori d’Europa.
È l’intera squadra che non sembra più capace di proteggere Olsen e questo si traduce in numeri che certificano la crisi. Di tutte le squadre che saranno impegnate negli ottavi di Champions, fino all’ultimo turno disputato, la Roma era quella che aveva la peggior difesa in campionato. Solo il Manchester United, con 35 reti, ha fatto peggio. De Rossi e compagni sono a 29, il Porto che affronteranno tra 10 giorni ne ha incassate 11. Il Liverpool di Alisson fino allo scorso week end era a 14, persino lo Schalke, in Germania, era fermo a 27.

Non è che in patria le cose vadano meglio: la Roma è la decima difesa della Serie A a pari merito con l’Udinese. Meglio hanno fatto Juventus, Napoli, Inter, Milan, Samp, Lazio, Fiorentina, Torino e Parma. Considerando anche le coppe, in tutta la stagione sono 44 i gol incassati, 20 in più di un anno fa a questo punto.
Contrasta poco, e Di Francesco lo fa presente quasi ogni volta che parla. A centrocampo De Rossi tornerà domani dopo tre mesi e Strootman e Nainggolansono andati a cercare (poca, molto poca) fortuna altrove, Kolarov e Fazio non stanno ripetendo la stagione dello scorso anno, così come Florenzi e Manolas, tra i migliori, ma troppo spesso costretti a giocare in condizioni non ottimali. Non solo: la Roma è una squadra disunita, in cui vengono recuperati pochi palloni (quello che ne recupera di più è Fazio con 66, appena al numero 24 della classifica generale del campionato) e i cui giocatori non mettono paura agli avversari, visto che nella graduatoria dei falli subiti il primo romanista presente è Ünder con 26, al quarantacinquesimo posto generale.

FONTE      CHIARA  ZUCCHELLI

fb_img_15212759556161396059105.jpg

Scontri Liverpool, oggi l’ultras della Roma in tribunale per l’aggressione a Sean Cox

photo_1548582260017848294233.png

Simone Mastrelli una settimana fa è stato estradato nel Regno Unito. L’accusa è di lesioni aggravate e adunata sediziosa

Simone Mastrelli, il tifoso della Roma estradato nel Regno Unito la scorsa settimana nell’ambito del processo per l’aggressione a Sean Cox, come riporta il “The Sun” apparirà oggi alle 14 al South Sefton Magistrates’ Court di Liverpoolcon l’accusa di lesioni aggravate e adunata sediziosa.

Sean Cox, intanto, è ancora al National Rehabilitation Hospital di Dun Laoghaire, dove vengono raccontati di suoi progressi. La moglie Martina ha detto che suo marito “ha ancora una battaglia davanti”, ma sta mangiando e bevendo in modo autonomo.

Una pagina GoFundMe ha raccolto più di un milione di euro (£ 992.045) per aiutare la sua famiglia.

Porto-Roma, info biglietti: settore ospiti a 50 euro. Lunedì via alla prelazione

photo_1548582260017848294233.png

La sfida in programma mercoledì 6 marzo alle 21. La vendita dei tagliandi sarà divisa in quattro fasi: unico punto vendita abilitato il Roma Store di piazza Colonna. Il 13 la vendita libera, qualora rimanessero ancora biglietti disponibili

Arrivano le indicazioni per tutti i tifosi che vorranno seguire la Roma fino a Oporto, dove i giallorossi si giocheranno contro la squadra di casa il ritorno degli ottavi di finale di Champions League (l’andata all’Olimpico martedì 12 febbraio). La vendita dei tagliandi sarà divisa in quattro fasi, la prima delle quali prenderà il via lunedì 4 febbraio alle 8 di mattina: l’unico punto vendita abilitato è il Roma Store di piazza Colonna. Il biglietto per l’Estadio do Dragao costerà 50 euro. 

Ecco il comunicato pubblicato sul sito ufficiale giallorosso.

“L’AS Roma, su indicazioni del FC Porto, rende note le modalità di vendita dei biglietti del settore ospiti per la sfida di ritorno degli ottavi di Champions League.

screenshot_2018-11-21-09-18-19398782527.jpg

Roma, scritte contro Kolarov: “Abbassa la cresta, croato di m…”

photo_1548582260017848294233.png

Il serbo bersagliato proprio a due passi da casa sua con dei messaggi sui muri apparsi nella notte

Non è sicuramente il momento di maggior popolarità di Aleksandar Kolarov a Roma. Oltre alle prestazioni insufficienti – l’ultima contro la Fiorentina -, il terzino serbo è finito nel mirino dei tifosi per un paio di risposte che hanno fatto tutt’altro che distendere gli animi negli ultimi mesi di crisi. Prima “i tifosi non capiscono di calcio e non possono parlare”, poi martedì a Termini la replica piccata ad un tifoso che chiedeva alla squadra di svegliarsi. Stanotte in zona Torrino, proprio a due passi da casa Kolarov, sono apparse delle scritte contro il serbo: “Abbassa la cresta” e “croato di m****” (è nota la rivalità tra croati e serbi).
Di Francesco però continua a fidarsi di lui e non può farne a meno: domani sera contro il Milan sarà ancora lui il padrone della fascia sinistra.

kolarov-cresta-630x415

Contro il Diavolo allarme sicurezza e ultimo treno per la Champions

photo_1548582260017848294233.png

 – I nostalgici auguri di Totti a Batistuta per il compleanno del Re Leone non hanno fatto altro che provocare quella malinconia da vittoria mancata che ormai non arriva da 11 anni. Se il discorso si allarga allo scudetto, sono ormai 18 gli anni senza festeggiare. La gara di domani sera contro il Milan si vivrà con un’atmosfera rovente, poiché i rapporti tra le due tifoserie non sono idilliaci a partire dalla vicenda De Falchi, che domani sarà ampiamente celebrato da tutto lo stadio. In Questura si è parlato di un piano di sicurezza per la partita. La situazione di Di Francesco è molto delicata, e si sta pensando in maniera concreta a Sarri per l’estate anche se attualmente è solo una suggestione. Il tecnico abruzzese dovrà intanto pensare al match che sta per incombere, perché una sconfitta sarebbe pesantissima.

FONTE    LA REPUBBLICA

screenshot_2018-08-02-08-48-49_1-1066228030.jpg

De Rossi si riprende la Roma

photo_1548582260017848294233.png

 – Tutto su De Rossi. Momento delicato l’emergenza centrocampo mettono fretta al capitano, che dopo il “riscaldamento” nella disfatta di Firenze vuole riprendersi la Roma sulle spalle e col Milan dovrebbe essere in campo dall’inizio. Senza gli squalificati Nzonzi e Cristante, Di Francesco non puó inventarsi molto e deve scommettere sulla tenuta del ginocchio del numero 16 e di Pellegrini. A due allenamenti di distanza dalla partita Under e Perotti si sono sottoposti a terapie, hanno bisogno ancora di tempo per rientrare e allora sulle corsie esterne dell’attacco le opzioni sono sempre meno, visto che Zaniolo stavolta dovrebbe giocare trequartista: Florenzi non è al meglio della condizione, ma potrebbe essere lui l’ala destra designata (con Karsdorp e Santon in ballottaggio per sostituirlo in difesa), a meno che Kluivert riesca a convincere l’allenatore. Schick guadagna punti coi tifosi, fermandosi ai cancelli a chiedere scusa, ma non con Di Francesco, che dovrebbe tornare a puntare su Dzeko dal 1’.

FONTE    L TEMPO – MENGHI 

screenshot_2018-07-24-09-58-26_11278106122.jpg

De Rossi risponde presente

photo_1548582260017848294233.png

 – Dopo la batosta di Firenze, bisogna essere compatti e reagire. Domani la Romacontro il Milan si gioca una sorta di spareggio per il quarto posto che porta direttamente in Champions League.DiFrancesco non potrà schierare gli squalificati Nzonzi e Cristante, ma potrà contare sulla presenza di Daniele De Rossi dal primo minuto. Il Capitano rientrerà dopo 98 giorni dall’ultima volta che ha giocato titolare. Un obiettivo se n’è andato, quello primario, ovvero la qualificazione, passa anche per la sfida col Milan. La corsa al quarto posto sarà ancora lunga.

FONTE    IL TEMPO

screenshot_2018-11-03-10-53-45_11290988740.jpg

Mancini chiama cinque giallorossi per lo stage

photo_1548582260017848294233.png

– Tanto giallorosso si vedrà lunedì 4 e martedì 5 febbraio nello stage di Coverciano, a due mesi dal successo in amichevole degli azzurri di Mancini con gli Usa: Florenzi, Pellegrini, Cristante, El Shaarawy e per la seconda volta Zaniolo, consacrato ormai come promessa del nostro calcio. Chiamata per i baby Tonali e Kean, mentre non ci saranno i giocatori impegnati nei posticipi della 22esima giornata: Frosinone-Lazio e Cagliari-Atalanta: unica eccezione Nicolò Barella squalificato in campionato.

FONTE    L TEMPO 

screenshot_2018-10-09-10-13-37_11484288759.jpg