Shopping di luglio: dopo le cessioni ora la Roma compra

20190626_1046081585313830.png

 – Il bilancio è finalmente sistemato, le cessioni (più o meno dolorose) ormai in archivio. Da oggi Petrachi può iniziare lo shopping di luglio e provare a rinforzare la Roma che perderà comunque altri pezzi da qui all’inizio della stagione: Gerson passa alla Dinamo Mosca,per Dzeko si continua a trattare con l’Inter (ma non arriverà un euro di sconto), El Shaarawy è ancora tentato dallo Shanghai che ha rilanciato con 16 milioni a stagione e pure Florenzi resta tra i cedibili in caso di offerte importanti.

20190606_1114211093593819.png
Nel frattempo il nuovo ds – che ufficializzerà oggi gli acquisti di Spinazzola e Diawara rientrati nelle operazioni Luca Pellegrini e Manolas – deve rifare la spina dorsale dell’undici di Fonseca: portiere, difensore centrale, regista e numero nove. Con i soldi delle cessioni, ma pure con un piccolo budget a disposizione. Petrachi ha pronte due liste: una con le prime scelte, una con le seconde. Nella prima sono evidenziati i nomi di Barella e Higuain, operazioni complesse. Al limite dell’utopia.
Il centrocampista ha un accordo di massima con l’Inter che oggi dovrebbe rilanciare pure l’offerta al Cagliari. La Roma ha messo sul piatto 35 milioni più Defrel, ma non è riuscita a convincere il giocatore nonostante avesse pareggiato la proposta nerazzura. Speranze al lumicino quindi e piano B che porta a Praet. Il belga piace pure al Milan ed è valutato 40 milioni dalla Samp. La Roma ne offrirebbe 25 più il cartellino di Frattesi che però deve essere ricomprato dal Sassuolo.
Anche per Higuain il problema non è di certo la trattativa con la Juve soprattutto dopo il buon esito dello scambio Pellegrini-Spinazzola. Lo scoglio è l’ingaggio del Pipita che guadagna 8 milioni a stagione oltre alla volontà dell’argentino espressa ieri dal fratello-agente via twitter: «Gonzalo in Italia giocherà solo alla Juve. Restano due anni e vanno rispettati». La Roma ne offre quattro a 5 milioni, ma servirebbe pure la buona uscita della Juve per convincere Higuain. Possibile solo se la Roma dovesse poi concedere una corsia preferenziale su Zaniolo. La principale alternativa è Mertens del Napoli, altro club tornato amico sul mercato. Più semplice arrivare a Cutrone. In porta e al centro della difesa sono in pole due giocatori del Betis: Pau Lopez e Bartra. In serata ieri l’ufficialità dello scambio: Manolas a Napoli e Diawara a Roma, più 17 milioni a Pallotta, con visite mediche del calciatore africano già oggi a Villa Stuart.

fonte   LEGGO – BALZANI 

img_20190426_1004524167903860040334793.jpg

Fonseca, vacanze-studio come Mou

 

20190626_1046081585313830.png

LEGGO – BALZANI – Paulo Fonseca come Josè Mourinho. Il paragone non è (ovviamente) legato alla carriera dei due tecnici portoghesi, ma all’intuizione di voler subito imparare la lingua italiana. Lo Special One, infatti, si presentò alla prima intervista da interista sbalordendo tutti. E lo stesso vuole fare Fonseca, seguendo indirettamente i consigli di Lucescu.

20190606_1114211093593819.png

L’ex Shakhtar, in questa ultima settimana di vacanza passata con la famiglia in Spagna, ha comunque lavorato su due fronti: il corso intensivo di italiano e le vicende di mercato. Nonostante l’annullamento del ritiro di Pinzolo, Fonseca – che alloggerà in questi giorni in un hotel dell’Eur – rientrerà giovedì nella capitale rinunciando quindi a una settimana di ferie. Il tecnico, insieme ai 5 uomini del suo staff, prenderà ulteriormente le misure di Trigoria, visionerà alcune case e incontrerà nuovamente Petrachi sulle prime mosse di mercato. Nelle prossime ore comunicherà il giorno ufficiale del raduno ufficiale: probabilmente il 9 luglio con fine il 20 e poi una seconda fase di preparazione ad agosto con amichevoli in Italia e Spagna. Ad aiutare Fonseca nei primi colloqui coi giocatori ci sarà il traduttore del club (Claudio Bisceglia), poi farà da solo. Come Mourinho.

fonte   LEGGO – BALZANI

img_20190605_0918462442186248595324512.jpg

Roma: ecco Diawara, poi Bartra

20190606_1114211093593819.png

 – La difesa della Roma sembra destinata a cambiare pelle. Dopo l’acquisto di Leonardo Spinazzola, che ha già svolto due giorni fa le visite mediche, perduto Manolas (vedi in altra pagina del giornale) il primo obiettivo per la difesa è lo spagnolo Marc Bartra del Betis Siviglia, 28 anni, per prendere il quale la Roma ha detto no anche all’offerta juventina di Romero.

20190626_1046081585313830.png

Il club giallorosso vorrebbe acquistarlo con la formula del prestito con obbligo di riscatto, ma desidererebbe spendere meno della ventina di milioni chiesti dai sivigliani. Detto che la Roma potrebbe mettere sul piatto anche il50% della futura rivendita di Sanabria (nell’ultima stagione in prestito al Genoa), di cui il Betis detiene il cartellino, il discorso di potrebbe allargare anche al portiere Pau Lopez. [..]
[..] In mediana il primo arrivo sarà quello di Amadou Diawara, 22 anni il prossimo 17 luglio. Il guineano sarà pagato circa 18 milioni, più bonus, e al momento completerà una mediana giocane e forte, che vanta anche Lorenzo Pellegrini (Inter permettendo), Nicolò Zaniolo e Brian Cristante, senza contare l’assalto in grande stile a Nicolò Barella, di cui potete leggere nelle prime pagine del giornale. Se risulterà possibile, al nuovo d.s. Gianluca Petrachi spetterà il compito di cedere Nzonzi e Pastore. Ma se il francese ha richieste da valutare (il Lione, in primis), l’argentino – reduce da una stagione tribolata – sarà difficile da piazzare e quindi toccherà a Paulo Fonseca provare a rivitalizzarlo. [..]

fonte   GAZZETTA DELLO SPORT

img_20190627_0956022126111002761313369.jpg

Roma, l’addio di Manolas: “Cinque anni meravigliosi, ho dato tutto con amore”

20190606_1114211093593819.png

Le parole del greco: “Voglio ringraziare gli allenatori, i compagni di squadra e tutti i tifosi che in questi anni mi sono stati vicino e mi hanno sostenuto”

Kostas Manolas è ufficialmente un giocatore del Napoli. Tramite il suo profilo Instrgram il greco ha voluto dire addio a quella che è stata la sua casa per 5 anni: “Voglio ringraziare gli allenatori, i compagni di squadra e tutti i tifosi che in questi anni mi sono stati vicino e mi hanno sostenuto. Ho passato 5 anni meravigliosi, ho sempre dato tutto con amore per questa squadra”. Ciao e grazie Roma”.

Manolas si trasferisce al Napoli a titolo definitivo. La società di De Laurentiis ha versato i 36 milioni della clausola rescissoria. Il greco ha firmato un contratto da 3,5 milioni a stagione + bonus.

20190212_092415626294922.png