Roma, nel ritiro splende la stella di Bouah: Fonseca colpito dal giovane terzino

20190709_0929161067935953.png

Il classe 2001 ha rubato l’occhio del tecnico portoghese durante i primi giorni di preparazione, ma il futuro non è ancora deciso

Testa bassa, umiltà e lavoro. Nei primi giorni del ritiro targato Roma c’è un ragazzino che ha sorpreso tutti: Devid Bouah. Con Riccardi fermo ai box per un problema fisico, è il terzino classe 2001 il giovane della “cantera” romanista più interessante. Paulo Fonseca e il suo staff sono rimasti piacevolmente colpiti, per la sua voglia di mettersi in mostra e per l’intensità con cui lavora ogni giorno. Il tecnico lo segue da vicino, dispensa consigli e lo sprona a migliorare. E adesso aspetta di vederlo all’opera nelle prime amichevoli, per capire quale percorso sarà più adatto per lui.

img_20190711_0807563495591484270985450.jpg
RINASCITA – Lo scorso novembre Bouah si è fermato per la rottura del legamento crociato. Un fulmine a ciel sereno, arrivato mentre dominava la categoria con gol e prestazioni che lo proiettavano già verso la prima squadra. Sei mesi dopo il ritorno tra i convocati di Alberto De Rossi. A gennaio il momento più importante, con la Roma che nonostante l’infortunio ha voluto blindarlo con un rinnovo di contratto fino al 2021. Lo staff che gestisce l’area tecnica nel frattempo è cambiato, ma i piani sul futuro di Bouah no. La convocazione nel ritiro è stata una formalità.
FUTURO – Cosa succederà da qui alla fine del mercato ancora non è chiaro. La Roma vuole capire se sarà meglio mandarlo a giocare in prestito, o se tenerlo a Trigoria, per farlo crescere un’altra stagione nella Primavera di De Rossi. Fisicamente Bouah è già pronto per il calcio “dei grandi”, ma i giallorossi non vogliono rischiare un salto affrettato. Sarà decisivo il parare di Fonseca. Lui intanto continua a lavorare, imparando da Kolarov e Florenzi i trucchi del mestiere. Nel frattempo continuerà a sognare l’esordio con la Roma.

img_20190715_125417804572724746434400.jpg

 

 

 

Lille-Roma, info biglietti: per i tifosi giallorossi a disposizione 1000 tagliandi a 15 euro

20190709_0929161067935953.png

Il 3 agosto amichevole di lusso allo Stade Pierre-Mauroy

L’AS Roma giocherà un’amichevole sabato 3 agosto in casa del Lille. I giallorossi saranno impegnati allo Stade Pierre-Mauroy, in occasione del “LOSC FanDay”, con il calcio d’inizio del match in programma alle 18:00.

img_20190711_0807563495591484270985450.jpg
Il club rossoblù nello scorso campionato si è classificato al secondo posto dietro al PSG, guadagnando l’accesso diretto ai gironi della prossima Champions League.
La squadra francese inizierà la nuova stagione di Ligue 1 il 10 agosto, contro il Nantes.

20190611_084942893363881.png

Mercato Roma, Olsen tra Premier e Turchia: su di lui West Ham e Fenerbahce

20190709_0929161067935953.png

Il portiere della Roma molto probabilmente non avrà un futuro in giallorosso, quantomeno dopo l’arrivo di Pau Lopez

img_20190711_0807563495591484270985450.jpg

La Roma oggi riprende gli allenamenti agli ordini di Fonseca. A Trigoria, sotto le direttive del tecnico portoghese ci sarà anche Robin Olsen che, in attesa di nuove proposte, sta preparando la nuova stagione con i giallorossi. Per lo svedese finora, come riporta Il Corriere della Sera, si sono mosse, non in maniera ufficiale, West Ham e Fenerbahce, le quali hanno manifestato un vivo interesse per l’acquisizione del cartellino del giocatore. Per il ragazzo classe 1990 è solo questione di tempo per capire, ed eventualmente accettare o rifiutare, in quale club difenderà i pali la prossima stagione.

FONTE Corriere della Sera

screenshot_2018-09-21-12-27-03_1942913824.jpg

Mercato, la Roma punta Suso: proposto lo scambio con Pastore

20190709_0929161067935953.png

I rossoneri aprono alla cessione dello spagnolo, ma il Flaco non sembra rientrare nei piani di Massara

img_20190711_0807563495591484270985450.jpg

La Roma sta puntando sempre più insistentemente Suso, attualmente in forza al Milan, e pensa ad inserire nella trattava Pastore. Come riporta La Repubblica, la società giallorossa, per abbassare le pretese elevate del Milan (circa 40 milioni con tanto di clausola) starebbe pensando ad inserire il Flaco nella trattativa. L’argentino però non sembra rientrare nei piani di Massara, il quale preferirebbe il pagamento “cash”. Fonseca, a differenza di Giampaolo, stima molto Suso e lo vorrebbe aggregare al più presto nella sua squadra per farne un perno del suo 4-2-3-1.

FONTE     La Repubblica

img_20190715_1220068816724256357425001.jpg

Mercato Roma, pronti 20 milioni per Veretout in caso di rilancio del Milan

20190709_0929161067935953.png

Ormai è guerra aperta tra giallorossi e rossoneri per il centrocampista della Fiorentina. La viola però continua a tenere alto il prezzo

img_20190711_0807563495591484270985450.jpg

Una vera e propria telenovela estiva quella che sta coinvolgendo Milan, Roma e Fiorentina per il destino di Veretout. Secondo quanto riporta il giornalista esperto di mercato della Gazzetta dello Sport Nicolò Schira, i giallorossi sarebbero pronti a portare l’offerta per il francese a quota 20 milioni, qualora il diavolo decida di rilanciare. Anche con questo scenario però i rossoneri non si darebbero per vinti, preparando una ulteriore contro risposta per provare così a vincere definitivamente la concorrenza della Roma. Un botta e risposta che sta facendo gongolare la Fiorentina, che attualmente rimane ferma nella sua richiesta di almeno 22 milioni per il centrocampista.

fonte   GDS

img_20190715_1147346623477139100223558.jpg

 

Baldini rilancia per Alderweireld. Pressing su Suso

20190709_0929161067935953.png

 – Quella che si apre oggi sarà una settimana decisiva per definire le strategie di mercato della Roma. È soprattutto la difesa il reparto dove si stanno concentrando le maggiori attenzioni del club, intenzionato a mettere il prima possibile a disposizione di Fonseca il sostituto di Manolas. Nelle prossime ore Franco Baldini incontrerà i dirigenti del Tottenham per provare a portare nella Capitale il centrale Toby Alderweireld, ma la trattativa è tutt’altro che semplice. Per il difensore belga in scadenza di contratto nel giugno 2020, i dirigenti romanisti hanno pronto un quadriennale da tre milioni a stagione, mentre per il cartellino sono disposti ad arrivare fino a venti milioni più bonus, a fronte di una clausola da 28 milioni di euro.

img_20190711_0807563495591484270985450.jpg

Le difficoltà però nascono dal fatto che il Tottenham non sembra intenzionato a fare sconti sulla clausola (che scadrá il prossimo 25 luglio), senza contare che gli Spurs preferirebbero inserire nell’affare Zaniolo. Non stupisce allora che nelle ultime ore si siano intensificati i contatti con l’Atalanta per Gianluca Mancini, difensore che la Roma segue da mesi e per il quale è pronta a chiudere già questa settimana. Petrachi è ormai sicuro di riuscire a trovare l’accordo con il club di Percassi, che continua a chiedere 20 milioni più bonus, mentre la Roma vorrebbe fermarsi a 20 totali. Nel frattempo, i dirigenti capitolini sono tornati in pressing con il Milan per Suso, che Fonseca considera un elemento assai utile nel suo 4-2-3-1. Il nodo più grande, in questo caso, è la clausola da 40 milioni che il Milan ha messo sullo spagnolo ma la speranza che si coltiva a Trigoria è che si possa chiudere l’affare intorno ai 25-30 milioni, puntando sul fatto che Giampaolo non considera l’esterno un elemento imprescindibile per il suo modulo. Sempre per quanto riguarda il centrocampo, in settimana è previsto il rush finale anche per Jordan Veretout. Il francese, conteso da Roma e Milan, è più vicino ai secondi ma Petrachi nelle prossime ore tenterà il controsorpasso sui rossoneri cercando di inserire nella trattativa anche Defrel, che interessa molto alla Fiorentina

fonte   LA REPUBBLICA – MORRONE 

screenshot_2018-07-28-09-12-56_1_1736252210.jpg

E Cristante ora si scopre il saggio del centrocampo

20190709_0929161067935953.png

 – In un centrocampo fatto di giovani e giovanissimi, Cristante paradossalmente è il «vecchio» del reparto giallorosso.

img_20190711_0807563495591484270985450.jpg

Ed esserlo a soli 24 anni può fare effetto, perché poi si tratta anche di prendere per mano gli altri ed aiutarli a crescere, in un percorso comune. Già, gli altri, tutti più giovani di lui, ad iniziare da Lorenzo Pellegrini, il «capitano» designato per il futuro che di anni ne ha 23, per poi arrivare al nuovo arrivato Diawara (21) ed al jolly Zaniolo (20), che poi bisognerà vedere se resterà davvero nella Roma. In comune con gli altri (soprattutto con Pellegrini e Zaniolo), Cristante ha la grande duttilità e la capacità di sapersi rendere utile in due ruoli: mediano davanti alla difesa e trequartista centrale, alle spalle del centravanti. Facile però che tra i due ruoli, anche quest’anno quello che lo veda maggiormente protagonista sia a centrocampo, davanti alla difesa, come uno dei due del 4-2-3-1.

fonte     GAZZETTA DELLO SPORT 

IMG_20190125_102000.jpg

Quel bunker che fa bene a Fonseca e non ai tifosi

20190709_0929161067935953.png

Il tecnico portoghese e la società hanno scelto il profilo basso, l’isolamento e tanta gente ci è rimasta male

Fa strano vedere la Roma, che riparte da Paulo Fonseca per un nuovo corso senza i romani storici De Rossi e Totti, con molte incognite ma pure con quel briciolo di speranza che ogni novità si porta dietro, scrive Alessandro Angeloni su Il Messaggero.

img_20190711_0807563495591484270985450.jpg

Ritiro chiuso, senza tifosi, anche perché Trigoria non consente presenze di massa, vista la zona e visto il centro sportivo, la cui tribuna non può ospitare troppa gente. Per questo, lo scorso anno, la Roma – nel pieno della preparazione – aveva organizzato un appuntamento-amichevole al Tre Fontane, proprio per raccogliere l’entusiasmo della gente, che sperava in un’altra cavalcata Champions.

Quest’anno il tecnico portoghese e la società hanno scelto il profilo basso, l’isolamento e tanta gente ci è rimasta male. Molti tifosi sono arrabbiati per come è andata la stagione, di sicuro una parte sarebbe stata pure pronta a contestare e magari proprio per questo non si sono aperte il ritiro e le prime amichevoli.
I tifosi le potranno vedere in televisione, su Roma tv. E pensare che il nuovo allenatore si era presentato con uno slogan, “la Roma di tutti”. Lo sarà, forse, ma per ora non lo è.

fonte   Alessandro Angeloni

img_20190709_0632203940671000147366106.jpg

Con il Tottenham balla anche il futuro di Zaniolo

20190709_0929161067935953.png

– Con il Tottenham oggi si parlerà di Alderweireld. Ma non solo, perché sul tavolo delle trattative con il club londinese ci sarà anche il nome di Nicolò Zaniolo. Già, perché poi il rapporto tra la Roma e il giocatore è sempre più freddo e le strade più che avvicinarsi sembrano invece allontanarsi.

img_20190711_0807563495591484270985450.jpg
L’oggetto del contendere è ovviamente il famoso rinnovo contrattuale, accordo che balla oramai dal gennaio scorso, da quando l’ex d.s. Monchi assicurò che finito il mercato invernale sarebbe stata la prima cosa che avrebbe fatto. Poi più il nulla, fino ad oggi, con Petrachi che glissa l’argomento, rimandandolo di giorno in giorno. Atteggiamento che è stato letto dal giocatore e dal suo entourage come un segnale di allontanamento.
Oggi Franco Baldini parlerà anche di lui con il Tottenham. Gli inglesi sono interessatissimi e hanno già presentato un’offerta multimilionaria al giocatore. La Roma parte da una valutazione di 50 milioni, ma per prendere lui il Tottenham dovrebbe cedere prima il danese Eriksen. Tra l’altro, rumours di mercato dicono che possa essere inserito nella trattativa anche Moussa Sissoko.

fonte   GAZZETTA DELLO SPORT

20190211_2231001721209504.png