La nuova sfida di De Rossi: «Come potevo ritirarmi senza giocare con il Boca?»

20190718_1134041568867981.png

– Daniele De Rossi verrà accolto in pompa magna all’aeroporto internazionale di Ezeiza. Ad aspettarlo, il Boca Juniors, la squadra di Buenos Aires che a sempre affascinato l’ormai ex capitano della Roma.

20190717_110108962190621.png

Un ruolo importante per portare Daniele alla Bombonera è stato giocato da Nicolas Burdisso, diesse degli Xeinezes e compagno di De Rossi alla Roma dal 2009 al 2014. L’obiettivo del centrocampista è quello di riuscire a debuttare il 28 luglio, nella prima partita di campionato contro l’Huracan, mentre è previsto per il primo settembre il primo degli appuntamenti caldi: il derby contro il River al Monumental. De Rossi percepirà il compenso di 500 mila dollari americani per una stagione, ed avrà la possibilità di anticipare l’addio al Boca qualora volesse cominciare a studiare da allenatore, a Coverciano, per poter poi aggregarsi allo staff di Roberto Mancini in nazionale.

FONTE     TUTTOSPORT

img_20190515_1059172706367232969809040.jpg

 

Il valzer delle punte

20190718_1134041568867981.png

Icardi, Higuain, Dzeko, Lukaku: appena si sbloccherà un affare, a cascata altre pedine si muoveranno nello scacchiere

Uno dipende dall’altro. L’incastro dei centravanti accende il calciomercato italiano, con cinque caselle di prestigio da occupare: l’Inter comprerà due attaccanti, mentre Roma, Napoli e probabilmente Juventus ne cercano uno a testa. Icardi, Higuain, Dzeko, Lukaku e da qualche giorno l’enfant prodige portoghese del Lille, Rafael Leao: sono questi i nomi su cui sì stanno dando battaglia i club di Serie A. E appena si sbloccherà un affare, a cascata altre pedine si muoveranno nello scacchiere, come riporta Il Tempo.

20190717_110108962190621.png

La Roma ha definito da tempo il suo piano: vendere Dzeko all’Inter al prezzo più alto possibile e prendere Higuain dalla Juventus. Ma se per l’approdo del bosniaco ai nerazzurri è solo questione di tempo, che dopo lo sfogo di Antonio Conte si accorcerà (possibile alla fine l’intesa tra i 13 e i 15 milioni di euro), l’attesa per il Pipita rischia di prolungarsi sino ad agosto inoltrato. E potrebbe anche essere del tutto vana visto che almeno sino ad oggi non si sono create le condizioni economiche per il trasferimento. Per questo Petrachi e Baldini studiano già da tempo un piano-B e tra i profili selezionati uno che convince parecchio è quello di Leao, nonostante sia molto più giovane di Higuain (classe 1999 contro 1987) e non abbia ovviamente l’esperienza dell’argentino.

Una grande promessa contro un attaccante dalle doti indiscutibili da rilanciare, il bivio verrà deciso dal mercato. Al Lille di Campos, il diesse che Pallotta ha sondato prima di Petrachi su suggerimento di Baldini, è stata presentata una prima proposta informale da circa 30 milioni più bonus. Non bastano, i francesi valutano il connazionale di Fonseca intorno ai 40 milioni e la concorrenza è agguerrita. In Italia soprattutto: Inter, Juventus e Napoli si sono mosse sul ragazzo.
Intanto il fratello di Higuain non ha risolto le grane tra Gonzalo e il club bianconero, tanto che la società ha tolto la maglia numero 9 al Pipita e gli ha assegnato un anonimo 21. Una mossa simbolica dal chiaro intento: spingere il bomber ad accettare la Roma. Higuain è comunque partito con ì compagni per la tournée in Asia e ora dovrà essere il suo mentore Sarri a persuaderlo sul fatto che quest’anno per lui non c’è spazio alla Juventus. Il contrario della prospettiva che gli offre Fonseca a Roma.

Nel frattempo la sola presenza a inizio settimana di Wanda Nara all’hotel Bernini nella Capitale ha scatenato le fantasie sul possibile approdo di Maurito in giallorosso. Smentito qualsiasi tipo di incontro, Icardi non rientra nei parametri di Petrachi e si è promesso da tempo alla Juventus. Che inoltre ha contattato l’entourage di Lukaku per dare ulteriore fastidio all’Inter. Mentre la Roma cerca anche un altro centrale difensivo e un esterno d’attacco ma prima deve sfoltire la rosa, il portiere Stefano Greco rinnova e va in prestito alla ViboneSe.

FONTE     Il Tempo

FB_IMG_1487280563100

Nello staff di Fonseca entra l’educatore alimentare

20190718_1134041568867981.png

Tiberio Ancora lavorerà con la prima squadra e affiancherà il nutrizionista Guido Rillo

Nuovo innesto nello staff tecnico della Roma, rivoluzionata con l’arrivo di Petrachi e Fonseca. Tiberio Ancora è stato scelto come “educatore alimentare” della prima squadra ed affiancherà il nutrizionista Guido Rillo, come riporta Il Tempo.

20190717_110108962190621.png

 

Il personal trainer ha collaborato a lungo con Conte ed ha come obiettivo quello di lavorare in particolare con i più giovani e con Zaniolo, alle prese con i primi giorni di preparazione dopo le vacanze(ieri lui e Mancini si sono allenati in gruppo).
In una vecchia intervista Ancora si raccontava così: “Non sono mai stato nutrizionista, però forse per semplicità si può pensare che curo solo l’alimentazione ma è solo una parte del lavoro che faccio. Sono un valore aggiunto per il preparatore e per il mister, faccio un “tagliando generale” al calciatore per consentirgli di essere al 100%“.
Intanto oggi la Roma (ore 17.30 diretta Roma tv) sfiderà il Trastevere nella seconda amichevole estiva. Assenti Coric (affaticamento), Kluivert (botta alla caviglia), Gonalons e Riccardi, oltre ai nuovi arrivati Diawara e Veretout che lavoreranno in gruppo da lunedì.

FONTE   Il Tempo.

img_20190531_1007188699534948289863854.jpg

Mancini e Veretout, due prestiti per il colpo Higuain

20190718_1134041568867981.png

Petrachi si è lasciato un margine per piazzare un “colpo grosso”

Gianluca Mancini e Jordan Veretout. Il francese ex Fiorentina sarà nella Capitale questa mattina per sostenere le visite mediche insieme a Amadou Diawara – sono, in ordine di tempo, gli ultimi due acquisti della Roma, come riporta il Corriere della Sera.

20190717_110108962190621.png

Dal punto di vista tecnico sono senza dubbio due rinforzi per Paulo Fonseca, ma da quello economico possono essere una risorsa per il direttore sportivo Gianluca Petrachi. La formula del prestito oneroso consente infatti alla società giallorossa di spendere oggi solamente 3 milioni (per la precisione: 2 per Mancini e uno per Veretout) e di posticipare al prossimo bilancio, che si chiuderà il 30 giugno del 2021, il riscatto obbligatorio Petrachi si sia lasciato un margine per piazzare un “colpo grosso”.
Il nome, non è un segreto, è Gonzalo Higuain, anche se ieri si è sparsa la voce di un incontro tra alcuni emissari romanisti e Wanda Nara, la moglie e agente di Mauro Icardi. Di conferme sulla trattativa, però, non ce ne sono state e l’interista resta il primo obiettivo della Juve, che però si deve prima liberare di Higuain.
Il Pipita continua a non prendere in considerazione altre destinazioni, se prima i bianconeri non gli garantiranno una ricca buonuscita: è stato convocato per la tournée, ma gli è stata tolta la maglia numero 9. Oggi alle 17.30, a Trigoria, seconda amichevole della nuova stagione: contro il Trastevere, che milita in Serie D.

FONTE     Corriere della Sera.

img_20190614_0900503825029174595368629.jpg

Roma, Fonseca vuole Suso: il Milan ha chiesto in cambio Zaniolo

20190718_1134041568867981.png

I giallorossi vogliono strappare a Maldini e Massara l’esterno spagnolo, ma il club rossonero ha rifiutato tutte le proposte di contropartite. Secco “no” alla richiesta per Nicolò

20190717_110108962190621.png

La Roma vuole Suso. I giallorossi sono sulle tracce dell’esterno del Milan per rinforzare la fascia destra: oggi l’agente Lucci è stato nella sede rossonera per iniziare a buttare giù l’ipotesi di cessione. Per far sì che l’operazione vada a buon fine Maldini chiede però un giusto conguaglio (circa 40 milioni) o una contropartita convincente. In questi giorni – riporta Sky Sport – Petrachi ha offerto i vari Schick, Nzonzi, Gonalons, tutti profili scartati dai rossoneri. Il Milan ha provato a chiedere Nicolò Zaniolo, ricevendo però un secco “no” dalla dirigenza della Roma. Ai rossoneri piace anche Under.

20190718_074838879331972.png

Olsen, Gonalons, Nzonzi e Defrel. Come trasformarli in tesoretto

20190718_1134041568867981.png

– Solo di ingaggio netto sfiorano i 10 milioni annui, bonus compresi. In più, al momento, non rientrano nel progetto tecnico. Adesso Petrachi deve dedicarsi a piazzare tutti quegli esuberi che non rientrano nei piani del club: in prima fila Nzonzi, Defrel, Gonalons e Olsen, che potrebbero portare nelle casse di Trigoria 45 milioni di euro. (…)

20190717_110108962190621.png

Il francese campione del mondo guadagna 3 milioni di euro all’anno ed è stato pagato poco meno di 30 un anno fa. Difficile evitare la minusvalenza, considerata anche la volontà del giocatore di andar via solo a titolo definitivo. Su di lui ci sono Lione e Marsiglia. Ha più mercato il suo connazionale e compagno di reparto, dal prezzo più accessibile (i giallorossi lo acquistarono 2 anni fa a 5 milioni). (…) Rimanendo sui giocatori transalpini la Roma sta cercando di piazzare anche Defrel, che piace a mezza Serie A e il Cagliari sembra la squadra più interessata a lui. Capitolo Olsen: vuole giocare titolare e nella Capitale questo è impossibile al momento. Allo stato attuale delle cose è tramontata anche l’ipotesi Fenerbahce e dalla Premier non sono arrivate offerte concrete .

FONTE     LA GAZZETTA DELLO SPORT

screenshot_2018-09-21-12-27-03_1942913824.jpg

Inter, Dzeko più vicino: chiusura dopo il tour in Asia

20190718_1134041568867981.png

 – Dzeko più vicino, le cessioni possono diventare tre, Lukaku molto difficile, Rafael Leao pista concreta, Cavani oggi non è un obiettivo, ma domani chissà. E’ il Bignami del mercato dell’Inter, nel giorno della luna storta di Antonio Conte.

20190717_110108962190621.png

La priorità al centravanti bosniaco: da qualche giorno il clima con la Roma è meno rigido rispetto alla richiesta ferma di 20 milioni dei giallorossi e dell’offerta di 12 dei nerazzurri. E si traduce, nella pratica, così: alla fine della prossima settimana, dopo il viaggio a Nanchino di Marotta e Ausilio e dunque al loro rientro a Milano, dovrebbe arrivare la fumata bianca per il trasferimento di Dzeko all’Inter.

FONTE   LA GAZZETTA DELLO SPORT 

screenshot_2018-10-03-11-08-17_1_1-382571310.jpg

A Trigoria secondo test con il Trastevere

20190718_1134041568867981.png

– Oggi pomeriggio alle 17.30 la Roma disputerà la sua seconda amichevole stagionale (a porte chiuse) contro il Trastevere, squadra che milita in Serie D. Fonseca riproporrà il 4-2-3-1, potendo contare stavolta anche su Mancini e Zaniolo. A osservare dalla panchina ci dovrebbero essere invece i due nuovi acquisti Diawara e Veretout: entrambi sosterranno le visite mediche questa mattina alle 8.30 prima di conoscere i nuovi compagni.

FONTE     IL MESSAGGERO

img_20190709_0632203940671000147366106.jpg

Incontro tra dirigenti della Roma e Wanda Nara per discutere di Icardi

20190718_1134041568867981.png

Negli scorsi giorni ci sarebbe stato un incontro a Roma tra Wanda Nara, compagna e agente dell’attaccante dell’Inter Mauro Icardi, e alcuni dirigenti giallorossi. All’incontro, avvenuto in un hotel del centro di Roma, era presente anche il procuratore Gabriele Giuffrida. Non è escluso, vista la situazione di stallo sul fronte Higuain, che possa quindi riaprirsi questa pista, considerando anche la situazione di Edin Dzeko, che da mesi si è promesso ai nerazzurri. A riferirlo è Radio Radio.

img_20190703_1030479196623023398100818.jpg

Veretout e Diawara arrivati a Villa Stuart per le visite mediche

20190718_1134041568867981.png

– Jordan Veretout e Amadou Diawara sono arrivati alla clinica Villa Stuart di Roma per sostenere le visite mediche di rito. Il primo, arrivato dalla Fiorentina, è approdato nella Capitale nella serata di ieri alla stazione Termini.

20190720_090218780633156.png

L’ex Napoli, invece, ha rinunciato a parte delle vacanze per essere oggi a Trigoria agli ordini di mister Fonseca. Terminate le visite mediche, entrambi i giocatori si recheranno al Fulvio Bernardini.

20190720_090119491577336.png