E……se fosse questa la punta?

img_20190726_0724051855882143915260546.jpg

ci vuole pazienza, molta pazienza, ma con buone possibilità e tenendo i conti ,

vagliando le varie possibilità e senz’altro lui , l’indiziato numero uno.

Chi bisogna convincere perché ciò avvenga ?

L!altra parte del cielo, come sempre ci si deve adeguare. 

Riusciranno i nostri eroi ad esercitare il necessario fascino ?

Avete individuato il nome  ?

Le possibilità che ciò avvenga è del 70% ……

Fate il vosro nome…………..

20190611_084942893363881.png

Roma-Real Madrid, info biglietti: Curva e Distinti Sud a 10 euro per gli abbonati

img_20190726_0724051855882143915260546.jpg

In vendita i tagliandi per la sfida dell’11 agosto all’Olimpico

Dopo aver annunciato l’amichevole contro il Real Madrid, in programma il prossimo 11 agosto all’Olimipico,

20190729_144142377452413.png

la Roma ha reso noti i prezzi dei biglietti. Per riservare un posto in Curva o Distinti Sud i tifosi dovranno spendere 15 euro. Gli abbonati (Serie A o mini abbonamento di Europa League) potranno usufruire dello sconto pagando 10 euro. La tribuna Tevere costa 25 euro (20 con lo sconto), mentre la Monte Mario sta a 35 (30). Chiusi Curva e Distinti Nord.

img_20190525_1028484264545600650233730.jpg

Jesus: “Spero di restare alla Roma altri dieci anni, sono qui per fare grandi cose”

img_20190726_0724051855882143915260546.jpg

Le parole del difensore brasiliano: “Fonseca è sereno e serio e il gruppo lo segue. Il derby alla seconda? Saremo pronti”

Juan Jesus comincia la sua quarta stagione con la Roma. Il difensore brasiliano ha parlato ai media del club questa mattina, per raccontare le sue impressioni sul nuovo corso giallorosso:

20190729_144142377452413.png

Come stai?
Molto bene.
Tu sei l’unico contento quando ci si allena presto. Per te arrivare alle 8.30 a Trigoria è già tardi?
Sì, di solito mi sveglio alle 7. Porto il bimbo all’asilo e vengo subito a Trigoria.
Quarto anno per te, ormai sei un veterano.
Speriamo di farne altri 10. Sono venuto qua per fare grandi cose, ho ancora tanto da dare e imparare, spero di restare per tanto tempo.
Il gruppo sembra sereno, con voglia di lavorare e piano piano si vede quello che vuole il mister.
Certo, è un gruppo nuovo, abbiamo cambiato tanto. Quelli che sono arrivati lo hanno fatto con la voglia giusta e questo è importante. Il mister dà il suo meglio, parlo della tattica, come dobbiamo giocare, cosa dobbiamo imparare e anche se sono ancora pochi giorni si iniziano a notare certe cose che saranno fondamentali per tutta la stagione.
C’è positività.
Il gruppo è tutto nuovo e giovane, ci sono ragazzi che hanno voglia di imparare e fare qualcosa in più, passando anche sopra la stanchezza. E’ un gruppo sereno. Per lavorare bene dobbiamo essere sereni e felici, e fare quello che ci piace, ossia giocare a calcio.
Il lavoro con il pallone sembra meno pesante…
E’ una finta, anche con la palla si fa un lavoro molto intenso. A noi sta piacendo tanto, è un lavoro intenso che ci aiuterà tantissimo. E’ bello lavorare con la palla, soprattutto per la testa, perché correre senza è più faticoso, ma anche così si corre tanto.
C’è qualcuno che ti ha colpito particolarmente tra i compagni?
C’è un bel gruppo, tutti lavorano bene. C’è l’esempio di Cristante che è uno che si allena sempre forte. Diawara ha qualità e tecnica incredibile, può aiutare tanto la Roma. Perotti è tornato benissimo, Fazio, Mancini, posso dire tutti. Loro lavorano bene e sono tornati benissimo dalle vacanze.
Sul mister.
Io capisco tutto prima grazie alla lingua (ride, ndc). E’ sereno e serio, ci dice cosa dobbiamo fare e questo è quello che ci piace. Dobbiamo fare così e sarà così per tutta la stagione. Possono cambiare un paio di cose, però così sarà difficile che gli altri ci prendano di sorpresa. Il gruppo lo segue e questo è importante.
A livello tattico avete cambiato mentalità. Ora se perdete il pallone dovete avanzare.
Di solito si scappa comunque, ma c’è sempre un tempo. Il mister dice di temporeggiare più possibile, così l’attaccante fa un movimento prima andando in fuorigioco e noi siamo più corti. Questo ci aiuta a fare un pressing più alto. Non staremo sempre li perché non siamo macchine ed è difficile pressare tutta la partita. Se sei corto, anche se perdi palla riesci a essere reattivo e arrivare prima sul pallone.
Sul calendario.
E’ un bel calendario, abbiamo la possibilità di fare bene. Le partite si affrontano una alla volta, è vero, ma se lo guardi ci sono partite nelle quali possiamo vincere – spero che le vinceremo tutte – e ovviamente ci sono partite difficili. Il derby alla seconda? Bello, siamo subito pronti ad affrontarlo. Io quando guardo il calendario cerco le partite più belle da giocare, ad esempio la Juve, contro Inter e Milan o contro il Napoli, sono partite divertenti.

screenshot_2018-11-12-09-18-16_1-1968935503.jpg

Scacco a Pallotta: si dimette il cda di Eurnova

img_20190726_0724051855882143915260546.jpg

Una decisione presa visto il lungo tentennare di Pallotta nel chiudere il contratto da 100 milioni per la cessione dei terreni di Tor di Valle

20190729_144142377452413.png

Se non bastasse le prevista frenata della giunta Raggi sullo stadio a Tor di Valle (i segnali in questo senso si susseguono ormai da mesi), James Pallotta si ritrova a dover gestire l’ira del cda di Eurnova, la società incaricata di costruire l’impianto che dovrebbe (il condizionale a questo punto è d’obbligo) ospitare gli incontri casalinghi della squadra giallorossa.

Venerdì, come riporta La Repubblica, i vertici della società che ha cambiato management dopo l’arresto di Luca Parnasi (e guidata fino a tre giorni fa dall’ad Giovanni Naccarato) si sono dimessi in blocco.
Una decisione presa visto il lungo tentennare di Pallotta nel chiudere il contratto da 100 milioni per la cessione dei terreni di Tor di Valle che prevedeva un acconto da 10 milioni da pagare a Eurnova.

Una mossa, soprattutto, per mettere alle strette il patron della Roma che sa bene che in assenza di Eurnova lo stadio non si fa. Senza nemmeno dover aspettare l’eventuale retromarcia del Campidoglio a guida M5S.

fonte   La Repubblica

20181222_111556821083662.png

Roma, blitz a Londra. Sprint Alderweireld

img_20190726_0724051855882143915260546.jpg

Petrachi ha in mano l’ok del papà del calciatore per un triennale da 4 milioni a stagione. Jemerson (Monaco) una delle possibili alternative

Ultima chiamata. La Roma è pronta ad effettuare l’ennesimo tentativo per Alderweireld, scrive Stefano Carina su Il Messaggero.

Da ieri Petrachi ha ricominciato a lavorare sul difensore riallacciando i rapporti con l’entourage del ragazzo che inevitabilmente deve avere un ruolo importante nella trattativa. Le indiscrezioni provenienti dall’Inghilterra sul fatto che gli Spurs – ora che la clausola rescissoria è scaduta – chiederebbero 40 milioni, dalle parti di Trigoria non trova conferme. Si ragiona sempre sulla quotazione di 25 milioni di sterline, al cambio 28 milioni di euro. Una valutazione che la Roma sta cercando di abbassare, sfruttando anche il lavoro di Baldini. Petrachi il suo lo ha fatto: ha l’ok in mano del papà del calciatore per un triennale da 4 milioni a stagione. Ora arriva la parte più difficile.

20190729_144142377452413.png

E chissà se già in giornata Fienga non abbia modo di incontrare il Consigliere di Pallotta a Londra per fare il punto della situazione, rimanendo in stretto contatto con il ds salentino. Va precisato come il Ceo giallorosso è nella City per altri motivi. La sua presenza è necessaria infatti per dare il via al road show’ del bond giallorosso, emesso nei giorni scorsi dalla società. Si tratta di una serie di incontri tra la comunità degli investitori istituzionali e il management del club che intende realizzare un’operazione di offerta (prestito obbligazionario per 275 milioni) sul mercato. Una cosa però non esclude l’altra.

Alderweireld è la priorità, Jemerson (Monaco) una delle possibili alternative. A meno che, il Torino fallisca l’accesso all’Europa League. A quel punto, con sei difensori centrali (Izzo, Nkoulu, Djidji, Bremer, Lyanco, Bonifazi) in rosa, Petrachi tornerebbe alla carica per Lyanco, fresco di rinnovo sino al 2024. Altra pista è quella che porta a Verissimo. Intanto ieri, l’atteso incontro in Lega tra Roma e Inter per Dzeko ha prodotto ben poco. O molto a seconda delle versioni.
La novità è che l’Inter è pronta ad arrivare a 15 milioni. Ascoltando quanto trapela da Trigoria non bastano. Opposto il punto di vista che arriva da Milano, dove si dà la chiusura della trattativa per imminente, magari inserendo nei prossimi giorni dei bonus che possano portare il totale a 18. Dalla Roma però ribadiscono che il problema, ad oggi, oltre alla valutazione è la tempistica. Non avendo in mano il possibile sostituto, Petrachi frena. Tra l’altro Fonseca sta apprezzando il modo in cui il centravanti si è messo a disposizione e sta lavorando come se Edin dovesse restare. Il bosniaco, dopo il sovraccarico muscolare, è atteso nuovamente in gruppo. Da valutare la sua presenza a Perugia.

fonte   Stefano Carina  Il Messaggero

img_20190712_0716132110695140766469776.jpg

Roma, è subito clima derby: Lazio alla seconda giornata. Fonseca: “Calendario positivo”

img_20190726_0724051855882143915260546.jpg

I sorteggi del calendario di Serie A 2019/2020 hanno delineato gli incontri per i giallorossi. Le dichiarazioni di Fienga e Fonseca. Il mercato, con l’operazione Higuain e l’ufficialità di Providence

20190729_144142377452413.png

 

La Roma ricomincia dall’Olimpico: di fronte il Genoa dell’ex Andreazzoli. Un match d’esordio da non sottovalutare per i giallorossi, che devono partire con il piede giusto. L’ostacolo maggiore però, sarà subito alla seconda giornata, con il derby della Capitale tra Roma e Lazio. Un banco di prova immediato per Fonseca, chiamato a non fallire un appuntamento fondamentale per i tifosi. Il tecnico portoghese, attraverso le sedute di allenamento, spera di riuscire a mettere in mostra, velocemente, tutte le quelle idee tecnico-tattiche utili al raggiungimento dello scopo. Un calendario ostico per i giallorossi, che chiuderanno il girone di ritorno a Torino, contro la Juventus di Maurizio Sarri.
MERCATO – In casa Roma però, si continua a lavorare su più fronti per completare la rosa. Dopo l’ufficialità di Providence, in arrivo dal Psg, L’obiettivo numero uno per l’attacco rimane Gonzalo Higuain. Per l’arrivo del Pipita però, è necessaria la cessione di Edin Dzeko. Il centravanti bosniaco è ancora nel mirino dell’Inter, che ha alzato la propria proposta economica spingendosi verso i 15 milioni di euro. Oltre al classe ’86, potrebbe lasciare Trigoria anche Patrick Schick, al centro dell’interesse della Fiorentina di Montella, ma anche del Monaco. In uscita anche Defrel, che piace molto al Cagliari di Giulini.
DICHIARAZIONI – Giornata intensa ai microfoni per i giallorossi, con le parole di Fienga, intervenuto nel corso dei sorteggi del calendario di Serie A: “Soddisfatti e impressionati da Fonseca”. Ma non solo, nel pomeriggio è stata pubblicata, sul sito ufficiale del club, l’intervista a Leonardo Spinazzola, in cui l’esterno ha avuto modo di ripercorrere a parole, l’intero cammino che lo ha portato in giallorosso. Stamane, la Roma Femminile ha svolto l’intero ciclo di visite mediche, con la centrocampista Bernauer che ha avuto modo di dichiarare tutto il suo amore nei confronti della Capitale. Se Providence mostra tutto il suo entusiasmo per la nuova esperienza in giallorosso, Capradossi lancia un messaggio d’addio sui social dopo il passaggio allo Spezia.

img_20190709_0632203940671000147366106.jpg

Roma, ufficiale: l’11 agosto la presentazione all’Olimpico contro il Real Madrid

img_20190726_0724051855882143915260546.jpg

Il club spagnolo ha confermato la sfida contro la squadra di Fonseca

La Roma accelera in questa preseason. Paulo Fonseca spinge, vuole tenere alta la tensione e le amichevoli sono il modo migliore per testare le risposte dei suoi giocatori. Dopo il doppio impegno di sabato, i giallorossi sono attesi da un agosto intenso prima dell’inizio di campionato (in casa contro il Genoa).

20190729_144142377452413.png

Prima il Perugia, poi il Lille, l’Athletic Bilbao e infine il big match contro il Real Madrid. Come confermato dal club spagnolo sul proprio sito ufficiale, infatti, la squadra di Fonseca affronterà gli uomini di Zinedine Zidane il prossimo 11 agosto (domenica) allo Stadio Olimpico, ore 20. Una gara che costituirà la presentazione della nuova Roma plasmata dal tecnico portoghese nella prima sfida in casa, anche se non ufficiale. Per i Blancos, invece, sarà l’ultimo test prima dell’inizio del campionato, il 17 agosto in casa del Celta Vigo.

IMG_20190303_145050.jpg

 

L’Inter alza la posta per Dzeko: offerti 15 milioni ma per i giallorossi non bastano

img_20190726_0724051855882143915260546.jpg

Marotta ha aumentato l’offerta per il bosniaco, ma il club capitolino non vuole fare sconti

Continua il tira e molla tra Roma e Inter per Edin Dzeko. Da settimane il bosniaco è in uscita dai giallorossi con un accordo già raggiunto con i nerazzurri, ma che manca tra i club per il cartellino. Il braccio di ferro è in corso, ma nelle ultime ore potrebbe esseerci stato un avvicinamento. Questo perché, come riporta il giornalista Niccolò Ceccarini, Marotta avrebbe alzato l’offerta alla Roma a 15 milioni di euro. La palla passa ora ai giallorossi, che devono dare una risposta all’Inter per mettere, eventualmente, il punto a questa telenovela di mercato.

20190729_144142377452413.png

Secondo Sky Sport, però, il rilancio dell’Inter a 15 milioni non basta per la Roma. I giallorossi vogliono 20 milioni di euro e non hanno intenzione di schiodarsi da quella richiesta. Nessuno sconto quindi, anche perché il giocatore ha convinto in pieno Fonseca. E il club capitolino accetta anche il rischio di non rinnovare e perdere il giocatore a zero l’anno prossimo.

FONTE Sky Sport

screenshot_2018-10-03-11-08-17_1_1-382571310.jpg