Roma, Pastore a Villa Stuart dopo i problemi fisici: escluse lesioni

per saperne di più cliccare sul link
https://criscarlucci.bodybyvi.com/it/
Se pensi di perder tempo , perché sono le solite “ soluzioni miracolistiche “
NON
continuare a leggere,
IL TUO TEMPO E’ PREZIOSO
ma se hai voglia di capire cosa può accadere,sfogliando fino in fondo e con attenzione, prosegui, e vedrai che non hai perso il tuo TEMPO.
GRAZIE

20190808_1210431683296025.png

L’argentino si allena a parte dal 31 luglio per un affaticamento muscolare

Javier Pastore è stato questa mattina a Villa Stuart per alcuni controlli medici che hanno escluso lesioni muscolari.

20190805_115620928317131.png

Nel suo programma di recupero è previsto nei prossimi giorni il rientro graduale in gruppo. L’argentino, out dal 31 luglio, continua a lavorare a parte per i postumi dell’affaticamento muscolare. Dopo un buon avvio, il Flaco era riuscito a conquistare Fonseca, che lo aveva provato sia da regista da sulla trequarti. Poi il nuovo stop, che ha rallentato la crescita dell’ex PSG.

img_20190728_2020095435563540115341535.jpg

Mercato Roma, Olsen vicino all’addio. Der Zakarian (all. Montpellier): “Speriamo firmi oggi”

per saperne di più cliccare sul link
https://criscarlucci.bodybyvi.com/it/
Se pensi di perder tempo , perché sono le solite “ soluzioni miracolistiche “
NON
continuare a leggere,
IL TUO TEMPO E’ PREZIOSO
ma se hai voglia di capire cosa può accadere,sfogliando fino in fondo e con attenzione, prosegui, e vedrai che non hai perso il tuo TEMPO.
GRAZIE

20190808_1210431683296025.png

Il tecnico dei francesi: “Non sarà comunque pronto a giocare sabato con il Rennes”

La Roma cede. Dopo Rick Karsdorp, passato in prestito al Feyenoord (con percentuale d’ingaggio pagata dai giallorossi) sarà il turno di Robin Olsen.

20190805_115620928317131.png

Il portiere svedese è in procinto di trasferirsi al Montpellier, come confermato dal tecnico dei francesi Der Zakarian in conferenza stampa: “Speriamo che Olsen firmi oggi. Ma non sarà comunque pronto a giocare sabato con il Rennes” le parole del tecnico.

screenshot_2018-09-21-12-27-03_1942913824.jpg

Mercato, Petrachi incontra l’agente di Dzeko a Milano: la Roma non vuole cedere il bosniaco

per saperne di più cliccare sul link
https://criscarlucci.bodybyvi.com/it/
Se pensi di perder tempo , perché sono le solite “ soluzioni miracolistiche “
NON
continuare a leggere,
IL TUO TEMPO E’ PREZIOSO
ma se hai voglia di capire cosa può accadere,sfogliando fino in fondo e con attenzione, prosegui, e vedrai che non hai perso il tuo TEMPO.
GRAZIE

20190808_1210431683296025.png

Dalle 11 in scena l’incontro tra Silvano Martina e il ds giallorosso in un hotel del capoluogo lombardo

Gianluca Petrachi è a Milano. Dopo aver chiuso la cessione in prestito di Karsdorp, il ds romanista ha incontrato l’agente di Dzeko, Silvano Martina.

20190805_115620928317131.png

L’entourage del giocatore spinge per la cessione all’Inter, ma la Roma continua a fare muro. Alle 11 i due si sono incontrati per discutere la situazione. I giallorossi tengono il punto sui 20 milioni chiesti all’Inter e non sembrano intenzionati a cedere, riporta calciomercato.com, soprattutto perché continua a mancare un’alternativa valida che Petrachi non è certo di riuscire a comprare. Si rischia il muro contro muro, con Dzeko che freme per raggiungere Conte.

fonte   calciomercato.com

img_20190426_1004524167903860040334793.jpg

Spinazzola: “Match utili per capire cosa vuole Fonseca. Con Perotti sulla stessa fascia mi trovo bene”

per saperne di più cliccare sul link
https://criscarlucci.bodybyvi.com/it/
Se pensi di perder tempo , perché sono le solite “ soluzioni miracolistiche “
NON
continuare a leggere,
IL TUO TEMPO E’ PREZIOSO
ma se hai voglia di capire cosa può accadere,sfogliando fino in fondo e con attenzione, prosegui, e vedrai che non hai perso il tuo TEMPO.
GRAZIE

20190808_1210431683296025.png

Al termine della sfida contro i baschi dell’Athletic Bilbao, il terzino romanista Leonardo Spinazzola ha parlato in zona mista.

20190805_115620928317131.png

Queste le sue parole:
Passo indietro rispetto all’ultimo match?
“Dipende, secondo me siamo migliorati nel gioco, nel fraseggio e stiamo mettendo dei punti importanti. Mancano ancora 20 giorni al campionato”.
Preparazione fisica?
“C’è ancora molto da lavorare, queste partite servono per capire ciò che vuole il mister”.
Come ti trovi con Perotti sulla catena di sinistra?
“Mi trovo bene, così come con Kluivert, sulla sinistra abbiamo tanti giocatori di qualità”.
Meglio giocare a sinistra o a destra?
“A sinistra è la mia posizione naturale, se poi devo giocare a destra non ho problemi, è solo una questione di ambientamento”.
Com’è stato tornare a Perugia?
“È stato bello vedere tanta gente di Foligno che tifa Roma, ho visto i miei familiari, la curva ci ha applaudito con Mancini, è stata una bella sensazione”.

20190720_090119491577336.png

Zaniolo, l’Athletic Bilbao accetta le scuse: “Grande Nicolò”

per saperne di più cliccare sul link
https://criscarlucci.bodybyvi.com/it/
Se pensi di perder tempo , perché sono le solite “ soluzioni miracolistiche “
NON
continuare a leggere,
IL TUO TEMPO E’ PREZIOSO
ma se hai voglia di capire cosa può accadere,sfogliando fino in fondo e con attenzione, prosegui, e vedrai che non hai perso il tuo TEMPO.
GRAZIE

20190805_110509444800072.png

I baschi, infuriati dopo l’episodio del rigore, lodano il centrocampista che si è scusato sui social

20190805_115620928317131.png

L’Athletic Bilbao sceglie la via del fair play e accetta le scuse di Nicolò Zaniolo. Dopo l’episodio del rigore concesso da Maresca nell’amichevole di ieri e le proteste degli spagnoli, il centrocampista della Roma aveva fatto mea culpa con un messaggio social, chiedendo scusa ad arbitro e avversari. Un gesto apprezzato dal Bilbao, che ha replicato su Twitter: “Grande Nicolò”. Tutto è bene ciò che finisce bene.

20190211_2231001721209504.png

Lukaku all’Inter sblocca il mercato degli attaccanti

per saperne di più cliccare sul link
https://criscarlucci.bodybyvi.com/it/
Se pensi di perder tempo , perché sono le solite “ soluzioni miracolistiche “
NON
continuare a leggere,
IL TUO TEMPO E’ PREZIOSO
ma se hai voglia di capire cosa può accadere,sfogliando fino in fondo e con attenzione, prosegui, e vedrai che non hai perso il tuo TEMPO.
GRAZIE

20190805_110509444800072.png

Il centravanti già a Milano: 65 milioni più bonus, è l’acquisto più caro del club. Dybala, niente Tottenham: possibile scambio con Icardi. Attesa per Dzeko

Romelu Lukaku è il nuovo centravanti dell’Inter. E’ l’acquisto più caro della storia nerazzurra: 65 milioni più bonus, per un totale di 80. A Milano Lukaku è arrivato ieri sera per mettere la firma sul contratto quinquennale da 9 milioni a stagione, bonus compresi. Ora al puzzle di Conte manca un pezzo soltanto, Edin Dzeko: curiosamente ieri Silvano Martina, l’agente che ne cura gli interessi, era nella sede del club milanese proprio mentre Marotta stringeva l’intesa con lo United. Poco più tardi, il numero 9 della Roma restava inizialmente a guardare nell’amichevole dei giallorossi col Bilbao, scrivono Pinci e Cardone su La Repubblica.

20190805_115620928317131.png

Il problema è che se la volontà di Dzeko di trasferirsi a Milano è chiarissima, quella della Roma non va nella stessa direzione. Il ds Petrachi non fa sconti: pretende 20 milioni più 5 di bonus per cederlo. E minaccia ulteriori rilanci. L’Inter ieri ha spiegato a Martina che dovrà aspettare ancora un po’: dalla prossima settimana saranno i giorni di Dzeko, adesso la testa di tutti è concentrata su Lukaku. Chissà se il belga indosserà la maglia numero 9, che formalmente nessuno ha mai tolto a Mauro Icardi. Perché, nonostante tutto, lo scambio con Paulo Dybala è una possibilità concreta. L’Inter aspetta, sapendo che scambiare i due argentini emarginati trasformerebbe due problemi in una soluzione.

FONTE   Pinci e Cardone  La Repubblica.

fb_img_15390652962601484288759.jpg

Roma, il pari è di rigore: Kolarov cambia volto ai giallorossi

per saperne di più cliccare sul link
https://criscarlucci.bodybyvi.com/it/
Se pensi di perder tempo , perché sono le solite “ soluzioni miracolistiche “
NON
continuare a leggere,
IL TUO TEMPO E’ PREZIOSO
ma se hai voglia di capire cosa può accadere,sfogliando fino in fondo e con attenzione, prosegui, e vedrai che non hai perso il tuo TEMPO.
GRAZIE

20190805_110509444800072.png

La squadra di Fonseca si salva con un penalty. Rabbia Athletic Bilbao: fallo non visto di Zaniolo

Di buono c’è soprattutto il risultato, perché con questo 2-2 è vero che la Roma interrompe la serie di sette vittorie consecutive, ma evita anche in extremis una sconfitta che avrebbe comunque tolto un po’ di buonumore nello spogliatoio giallorosso. Ed invece il rigore finale di Pellegrini (contestatissimo dagli spagnoli per un fallo di mano di Zaniolo precedente a quello di Yeray) permette alla Roma di presentarsi da imbattuta al gran galà di domenica prossima, quando all’Olimpico arriverà il Real Madrid di Zidane.

20190805_115620928317131.png

Per il resto, però, la squadra a tratti ha sofferto e il gioco di Fonseca fatica ancora a vedersi, soprattutto dal punto di vista della fluidità della manovra e della ricerca degli spazi, sia in ampiezza che in verticale. Il primo gol subito è un pasticcio tra Mancini e Diawara (di cui ne approfitta Williams, bravo poiaservire l’assist a Munain per l’1-0), il secondo una palla persa velenosamente da Pellegrini al limite dell’area, con lo stesso Mancini che devia con il braccio il tiro di Dani Garcia e il rigore successivamente trasformato dall’altro Garcia, Raul.
Le cose migliori per la Roma si vedono nella ripresa, un po’ per la reazione d’orgoglio, un po’ perché con l’ingresso di Kolarov (e lo spostamento a destra di Spinazzola) la Roma ha trovato più equilibrio, scrive Pugliese su La Gazzetta dello Sport. Kolarov ha inventato gioco, segnato il pareggio con una punizione magistrale (calcio a giro sotto il sette da quasi 30 metri) e creato pericoli continui nell’area di rigore. Il pareggio finale di Pellegrini, comunque, sancisce un pari tutto sommato giusto, anche se poi dalla Roma Fonseca si aspetta presto risposte importanti.

FONTE   La Gazzetta dello Sport

img_20190702_1949461019116166158509138.jpg

Il cantiere di Fonseca è ancora troppo aperto

per saperne di più cliccare sul link
https://criscarlucci.bodybyvi.com/it/
Se pensi di perder tempo , perché sono le solite “ soluzioni miracolistiche “
NON
continuare a leggere,
IL TUO TEMPO E’ PREZIOSO
ma se hai voglia di capire cosa può accadere,sfogliando fino in fondo e con attenzione, prosegui, e vedrai che non hai perso il tuo TEMPO.
GRAZIE

20190805_110509444800072.png

La Roma è ancora lontana dall’essere la squadra che vorrebbe il tecnico

Paulo Fonseca parla poco. Lo stretto necessario, più o meno. E non è (non può esserlo) un problema di lingua. Quando lo fa, come accaduto dopo la partita di Perugia, usa un campionario di frasi scontate, di routine. Oggi non ha certezze, scrive Mimmo Ferretti su Il Messaggero. Periodo delicato assai, perché in gruppo ce ne sono tanti che non dovevano più esserci, e quelli che Paulo avrebbe voluto con sé già dall’inizio di luglio sono ancora altrove. L’avvio del campionato non è più così lontano: ecco perché a questo punto ci sarebbe voluta una squadra il più vicino possibile alla Roma che realmente sarà.

20190805_115620928317131.png

Indossare oggi i panni di Paulo significherebbe infilarsi in abiti scomodi. Né brutti né belli: scomodi. Di quelli che adesso sono troppo larghi ma che in un amen potrebbero diventare troppo stretti. Aveva chiesto coraggio, Fonseca, presentandosi nella Capitale; aveva – forse casualmente – anticipato i tempi, conscio del compito che lo aspettava. Non prevedeva, però, di trovarsi a due settimane dall’inizio del campionato con una squadra così indefinita.

FONTE  M. FERRETTI

img_20190709_0632203940671000147366106.jpg