Mercato, svolta Icardi: l’argentino apre alla Roma. Ora l’incontro con l’Inter per chiudere

Superato il 10 agosto, data dell’accordo tra Wanda e Paratici, l’ex capitano nerazzurro è pronto a vagliare altre strade

Mauro Icardi si avvicina alla Roma. Nelle ultime ore l’argentino avrebbe aperto alla possibilità di un trasferimento in giallorosso. La Juventus è bloccata, alle prese con le cessioni (Higuain tra queste) che non si sono concretizzate e che non hanno liberato spazio e budget per l’argentino. Ecco perché, secondo Sport Mediaset, nonostante la volontà di vestire bianconero, Icardi ora sarebbe pronto a guardare altrove. L’accordo che Wanda aveva stretto con Paratici prevedeva la deadline fissata al 10 agosto. Adesso Roma e Inter sono pronte a incontrarsi per provare a trovare un accordo, che prevederà anche l’arrivo di Dzeko in nerazzurro.

Se pensi di perder tempo , perché sono le solite “ soluzioni miracolistiche “ NON continuare a leggere,
                                                          IL TUO TEMPO E’ PREZIOSO
ma se hai voglia di capire cosa può accadere,sfogliando fino in fondo e con attenzione, prosegui, e vedrai che non hai perso il tuo TEMPO.
per saperne di più cliccare sul link
https://criscarlucci.bodybyvi.com/it/

20190808_1210431683296025.png

 

20190808_1855291870496608.png

FONTE     Sport Mediaset

img_20190812_134137784462374574862551.jpg

Aspettando l’incastro per Icardi

L’argentino, ai ferri corti con l’Inter, è diventato l’obiettivo numero uno per sostituire Dzeko

Tre condizioni: la Juve si ritira dalla corsa, l’Inter fissa un prezzo accettabile, Wanda Nara si accorda con Petrachi. Serve l’incastro perfetto per portare Icardi alla Roma, come riporta Il Tempo. Non essendo mai arrivata un’apertura di Higuain, l’altro argentino ai ferri corti con i nerazzurri è diventato l’obiettivo numero 1 per sostituire Dzeko.

Se pensi di perder tempo , perché sono le solite “ soluzioni miracolistiche “ NON continuare a leggere,
                                              IL TUO TEMPO E’ PREZIOSO
ma se hai voglia di capire cosa può accadere,sfogliando fino in fondo e con attenzione, prosegui, e vedrai che non hai perso il tuo TEMPO.
per saperne di più cliccare sul link
https://criscarlucci.bodybyvi.com/it/

20190808_1210431683296025.png

Che proprio all’Inter dovrebbe finire, ma intanto continua a far brillare gli occhi a Fonseca. Una situazione paradossale, che nei prossimi 20 giorni potrebbe regalare qualsiasi tipo di scenario. Roma e Inter non sono lontanissime da un’intesa sulle valutazioni di Dzeko e Icardi per chiudere lo scambio dell’estate, con un corposo conguaglio a favore del club di Suning.

20190808_1855291870496608.png

 

Il problema principale resta convincere Maurito, che si è promesso alla Juve ma sta capendo che sarà praticamente impossibile un accordo tra Agnelli e Suning. C’è anche il Napoli e Petrachi intanto non perde di vista Mariano Diaz, di nuovo escluso dal Real e in trattativa col Monaco: il prezzo del cartellino è 30 milioni, l’ingaggio da 6 netti che guadagna in Spagna inaccessibile ma uno spiraglio si è aperto.

20190809_1928181132533160.png

 

Fino a quando non verrà preso un sostituto, Dzeko resterà, perciò la vera urgenza è un centrale difensivo: tra oggi e domani incontro per Rugani, che la Juve darebbe in prestito a patto di inserire l’obbligo di riscatto. Idem il Liverpool per Lovren. Intanto sembra sfumare l’approdo di Olsen al Montpellier: i francesi hanno scelto Rulli. Da cedere al più presto anche Defrel e Nzonzi, quest’ultimo partito ieri verso Londra ma solo per una vacanza nei due giorni liberi concessi da Fonseca ai suoi.

fonte   Il Tempo

img_20190703_1030479196623023398100818.jpg

 

Pau si prende la Roma: esordio da applausi. I tifosi festeggiano: “Abbiamo di nuovo un portiere”

l numero uno spagnolo ha lasciato ottime sensazioni dopo la prima all’Olimpico. Lavoro e qualità, così l’ex Betis vuole diventare uno dei più grandi

Il rischio di farsi ingannare dalle prime impressioni è sempre forte. Forse, perché è quello di cui i tifosi della Roma hanno bisogno ora. Dopo l’annus horribilis di Olsen, c’è voglia di sentirsi al sicuro. Ieri, nel suo esordio all’Olimpico, Pau Lopez è stato applaudito dal riscaldamento fino all’ultimo minuto. Un affetto e un’investitura importante, che oggi il portiere ha voluto ricambiare con un post social: “Il primo di molti all’Olimpico, grato per il supporto”

Se pensi di perder tempo , perché sono le solite “ soluzioni miracolistiche “ NON continuare a leggere,
IL TUO TEMPO E’ PREZIOSO
ma se hai voglia di capire cosa può accadere,sfogliando fino in fondo e con attenzione, prosegui, e vedrai che non hai perso il tuo TEMPO.
per saperne di più cliccare sul link
https://criscarlucci.bodybyvi.com/it/

20190808_1210431683296025.png

QUALITA’ E LAVORO – Sul sito di Pau Lopez si legge una auto-citazione: “Ho imparato che nella vita, con gli sforzi e la perseveranza, puoi raggiungere quello che vuoi”. La Roma Pau l’ha voluta così tanto da lasciare sul tavolo dei soldi che gli spettavano. Ed è pronto a mettere del suo per fare la differenza. “Noi del Real lo conosciamo bene” aveva detto Marcelo. Ieri nel finale di partita si fatto notare ancora, mettendo più di una pezza quando la squadra (per la prima volta nel match) era andata in difficoltà. Parata capolavoro su Vinicius, che a qualcuno ha ricordato i bei tempi: “Quella non la prendono tutti, mi ha fatto pensare ad Alisson” si legge sui social. Diciamolo sottovoce.

20190808_1855291870496608.png

VOGLIA – L’impressione, provando ad analizzare qualche difetto, è che Pau debba lavorare sulla posizione tra i pali. Nessuna paura per uno che dal primo giorno in giallorosso non ha mai avuto in mente di battere la fiacca. “Devo imparare la lingua più in fretta possibile per rispetto dei tifosi” la sua promessa. E già dalla prima amichevole a Trigoria l’ex Betis guidava la difesa abbozzando un po’ di italiano. Pau Lopez era il numero uno che Fonseca voleva. Un portiere speciale, perché perfetto per il suo sistema di gioco, seppur con tutti i limiti che un giovane come lui può e deve avere. Dopo il flop Olsen la Roma ha capito che non è sempre possibile prendere un portiere a poco e sperare che sia un campione. Pau Lopez è costato tanto (23,5 milioni) perché dovrà dare tanto.

20190809_1928181132533160.png

“FINALMENTE UN PORTIERE” – Allo stadio e sui social la prima uscita di Pau Lopez all’Olimpico è stata promossa a pieni voti. “Finalmente! Abbiamo di nuovo un portiere” si legge su Twitter. “Molti si sono lamentati del prezzo, ma quei soldi li vale tutti” un altro commento. Il pensiero corre sempre alla paura più grande: “Grande acquisto, brava la società. Ora speriamo di non rivenderlo subito”. Intanto la Roma è pronta a goderselo. Per questa stagione, sarà in buone mani.

img_20190810_090421525516647509689752.jpg