Il gigante e il folletto. Dzeko-Papu: destini incrociati all’Olimpico

Il bosniaco di cui i giallorossi non sanno fare a meno e l’argentino che a Bergamo ha dato il suo cuore. E pensare che avrebbero potuto essere compagni…

Roma-Atalanta sarà anche il match degli incastri di mercato che non si sono mai concretizzati. Come quello legato ad Alejandro Gomez, cercato più volte dai giallorossi ma che ha poi voluto tingere di nerazzurro presente e futuro. Stasera sarà davanti a Edin Dzeko, il gigante e il bambino verrebbe da dire.

per saperne di più cliccare sul link e sull’immagine
https://criscarlucci.bodybyvi.com/it/

email    virtualstore@outlook.it

20190922_100830117800125.png

Come sottolinea Andrea Pugliese su ‘La Gazzetta dello Sport’, entrambi guideranno i rispettivi attacchi. Attraverso il bosniaco passano praticamente tutte le azioni offensive della Roma.

Se pensi di perder tempo , perché sono le solite “ soluzioni miracolistiche “ NON continuare a leggere,
                                                                        IL TUO TEMPO E’ PREZIOSO
ma se hai voglia di capire cosa può accadere,sfogliando fino in fondo e con attenzione, prosegui, e vedrai che non hai perso il tuo TEMPO.
Clicca sul filmato ed avrai una visione d’assieme del programma VI.com

20190910_0821472100939394.png

Il numero 9 agisce da regista avanzato, si abbassa e crea gioco oltre a farsi trovare in area. Fonseca non ci rinuncia mai e lo dimostrano i soli 16 minuti saltati in stagione, quelli finali col Basaksehir. “Mi piacerebbe farlo riposare, proprio come Kolarov, ma in questo momento non posso”, ha confessato il tecnico ieri. In casa Atalanta, invece, Gasperini punterà su Gomez, il folletto multiuso che ha già giocato in tante posizioni dell’attacco e non solo, visto che per qualche minuto ha agito anche da mediano. L’argentino ha fatto il trequartista, ma anche da esterno sinistro e seconda punta. Il ‘Papu’, però, va ancora a caccia del primo gol stagionale dopo i 3 assist già sfornati: alla Roma, però, ha già fatto male con 4 gol e 7 assist in 14 partite. Stasera ci riproverà, probabilmente in coppia con Ilicic e con Malinovskyi alle loro spalle. Muriel sarebbe stato il titolare ma ha la tonsilite, Zapata e Barrow dovrebbero partire dalla panchina.

fonte  Andrea Pugliese ‘La Gazzetta dello Sport’

screenshot_2018-10-03-11-08-17_1_1-382571310.jpg

Italia-Grecia, sorpresa De Rossi: Mancini lo inserisce tra i preconvocati per il match dell’Olimpico

L’ex capitano giallorosso e attuale centrocampista del Boca Juniors potrebbe tornare a vestire la maglia della Nazionale il prossimo 12 ottobre nelle qualificazioni a Euro 2020

Daniele De Rossi potrebbe presto tornare allo Stadio Olimpico. Non indosserà la maglia della Roma, ma quella della Nazionale. Come riporta il giornalista di ‘Sky Sport’ Alessandro Alciato,

per saperne di più cliccare sul link e sull’immagine
https://criscarlucci.bodybyvi.com/it/

email      virtualstore@outlook.it

20190922_100830117800125.png

infatti, il ct dell’Italia Roberto Mancini ha inserito il centrocampista del Boca Juniors nei preconvocati del match contro la Grecia. Gli Azzurri scenderanno in campo il prossimo 12 ottobre allo Stadio Olimpico contro la squadra di Manolas nella settima giornata delle qualificazioni a Euro 2020 che potrebbe regalare il pass matematico agli uomini di Mancini. De Rossi è attualmente alle prese con un infortunio alla coscia,

Se pensi di perder tempo , perché sono le solite “ soluzioni miracolistiche “ NON continuare a leggere,
                                                                        IL TUO TEMPO E’ PREZIOSO
ma se hai voglia di capire cosa può accadere,sfogliando fino in fondo e con attenzione, prosegui, e vedrai che non hai perso il tuo TEMPO.
Clicca sul filmato ed avrai una visione d’assieme del programma VI.com

20190910_0821472100939394.png

Mancini aspetta novità dalle sue condizioni fisiche. In attesa dell’ufficialità di questa scelta clamorosa, i tifosi della Roma pregustano il ritorno del loro ex capitano. De Rossi vestirebbe di nuovo la maglia azzurra quasi due anni dopo quel disgraziato 13 novembre 2017 a ‘San Siro’, giorno dell’eliminazione per mano della Svezia dal playoff per accedere al Mondiale di Russia. Quella sera De Rossi rimase in panchina con l’ormai celebre siparietto in cui rinunciò a entrare in campo rivolgendosi a Ventura: “Metti Insigne, mica dobbiamo pareggiare!” Gli ultimi minuti effettivamente giocati in Nazionale risalgono all’andata della sfida con la Svezia, il 10 novembre.

fonte  ‘Sky Sport’ Alessandro Alciato,

img_20190515_1059172706367232969809040.jpg