L’allungo di Kean. Roma, è lui l’uomo del futuro? Da centravanti può garantire gol e sponde, da esterno la progressione

Il modulo è sostanzialmente lo stesso dell’Everton, un 4-2-3-1 dove Moise Keane – quando Marco Silva l’ha mandato in campo – ha giocato quasi sempre centravanti e qualche volta trequartista esterno, scrive Andrea Pugliese su La Gazzetta dello Sport

ATTIVITA’ IN VETRINA si presenta sul mercato con nuovo concetto di marketing
I PRODOTTI VERRANNO PUBBLICIZZATI CON CANALI SOCIAL, PERSONALIZZATI E MIRATI SUL
PUNTO VENDITA/ATTIVITA’
IL MARKETING PUBBLICITARIO E’ SUI SEGUENTI SOCIAL
BLOG SPORTIVO, PAGINE FACEBOOK , GRUPPI FACEBOOK, PROFILI FACEBOOK , CANALE YOUTUBE
E’ INTERESSANTE APPROFONDIRE L’ARGOMENTO ??
CONTATTI
infoline          347 385 9925
att.vetrina@libero.it

img_20191117_1855047709331472694666168.jpg

Ma non a sinistra (dove in passato aveva giocato anche in nazionale e con la Juventus), bensì dall’altra parte, a destra. E di un giocatore così, versatile e capace di giocare in più ruoli, la Roma ne ha bisogno eccome. Perché finché Dzeko sarà ancora al massimo delle sue potenzialità lo si potrà sfruttare in abbinata al bosniaco o – eventualmente – al suo posto quando Edin dovrà riposare. Fermo restando, comunque, che la necessità di andare a trovare un vice-Dzeko per il futuro nella Roma c’è ed è forte. E quel vice-Dzeko, capace di raccoglierne definitivamente l’eredità in un paio di annipotrebbe essere proprio Kean.

UN CORPO MIGLIORE per UNA VITA MIGLIORE
                                           Scopri Vi. Siamo una società che promuove uno stile di vita sano a livello globale, trasformando la vita delle persone. Clicca sul filmato ed avrai una visione d’assieme del programma

CONTATTI :

https://criscarlucci.bodybyvi.com/it/
email  att.vetrina@libero.it

img_20190904_0643104400583231919169831.jpg

Gli manca un po’ il gioco aereo, ma è anche vero che la Roma di Fonseca crossa poco (53 traversoni in 12 gare di campionato, peggio solo Parma con 37 e Sassuolo con 41). Con lui Pellegrini troverebbe spazio anche per andare dentro, visto che Kean è uno che sa giocare anche spalle alla porta e fare la sponda per gli inserimenti da dietro. E da centravanti si avvarrebbe anche delle giocate e della fantasia di uno come Mkhitaryan, ad esempio, con la possibilità di andare a fare spesso l’uno-due in velocità. A sinistra, invece, potrebbe eventualmente andare a sfruttare la sua forza fisica, la progressione e l’esplosività che ha quando è palla al piede.

fonte  Andrea Pugliese La Gazzetta dello Sport

img_20191119_1001387568532675932526543.jpg