Valeria Biotti…La Pancia del Tifoso   “Siamo della Roma: quando mai è stato facile?”  

 “Non sarà facile migliorare questa squadra”, dichiara Morgan De Santis. Gli fa eco Fonseca: non sarà facile.

Non lo sarà perché non lo è mai, a gennaio. Ma anche perché la Roma cammina lungo un crinale sottile, dal punto di vista dell’equilibrio economico finanziario. Certo, i due dirigenti volevano sottolineare la qualità di chi c’è già – fare di meglio è difficile quando il livello è alto – e ad istinto sembra un concetto lapalissiano.
Eppure, una Roma che gioca bene e abita la zona Champions è una Roma che diventa attraente. Lo sa Chris Smalling, che infatti pensa di passare qui i prossimi anni. Lo sa il Mister, che ora è chiamato a mostrare il gioco che ha in mente in maniera sempre più chiara e riconoscibile. 

Se vittoria chiama vittoria, una squadra brillante diventa interessante per giocatori di talento in cerca di un’occasione e per calciatori d’esperienza che abbiano voglia di confermare loro stessi.

Certo, poi sta a Petrachi fare il lavoro sporco che, per carità, non è facile per nulla. Ma come dice l’intellettuale presente in ogni bar, “se era facile, lo facevo io, mica ce voleva lui da Torino con tutto quel casino”.

 

Nel frattempo, la Lazio si galvanizza e porta a casa prestazione e risultato. Comoda, tra orari giusti e fortunate coincidenze, ottimizza ciò che ha in termini di uomini e minuti. 

Possiamo smettere di dirci che è da provinciali guardare chi è al terzo posto e storcere il naso? Non solo perché la rivalità campanilistica è insita nel senso goliardico di questo sport, ma soprattutto perché se ci riescono loro, allora forse non è così impossibile far meglio.
Sediamoci a guardare Lotito a pancia piena, a gennaio, mentre pensa che la sua protetta vada bene così. E facciamo, noi, meglio. Meglio di noi stessi, ovvio. Perché la rincorsa che ci dà il campo non sia l’alibi per non provare a migliorare, ma la spinta per rendere questo miglioramento brillante ed esaltante.

Ok, non è facile. Ma, hey, siamo della Roma: quando mai qualcosa è stato facile?

 

FONTE   Valeria Biotti    Corriere dello Sport 

Speaker e giornalista   ReteSport fm 104,200 

Dal lunedì al Venerdì dalle  15 alle 18

img_20190826_0651174757453010973764455.jpg

Luciano Spalletti rifiuta un triennale: resta sotto contratto con l’Inter, ripartirà a giugno


L’​Inter è ripartita da Antonio Conte dopo due stagioni sotto la guida di Luciano Spalletti, il tecnico di Certaldo è tutt’ora sotto contratto col club nerazzurro e non sembra aver intenzione di ripartire a breve con una nuova avventura. 

 

ATTIVITA’ IN VETRINA si presenta sul mercato con nuovo concetto di marketing
I PRODOTTI VERRANNO PUBBLICIZZATI SUI CANALI SOCIAL, PERSONALIZZATI E MIRATI SUL
PUNTO VENDITA/ATTIVITA’
IL MARKETING PUBBLICITARIO E’ SUI SEGUENTI SOCIAL
BLOG SPORTIVO, PAGINE FACEBOOK , GRUPPI FACEBOOK, PROFILI FACEBOOK , CANALE YOUTUBE
E’ INTERESSANTE APPROFONDIRE L’ARGOMENTO ??

CONTATTI
infoline          347 385 9925
att.vetrina@libero.it

img_20191107_0827584085950223989632570.jpg
Altro rifiuto da registrare infatti da parte dell’ex allenatore della Roma, accostato a ​Milan e ​Fiorentina nel recente passato: secondo quanto afferma Tuttomercatoweb Spalletti avrebbe detto no alla proposta allettante dei cinesi del Guangzhou R&F, un triennale per tentare l’avventura in un campionato fin qui sconosciuto all’allenatore toscano. 

Spalletti resterà dunque stipendiato dai nerazzurri fino al prossimo giugno e solo successivamente ripartirà con una nuova esperienza, tornando ad allenare dopo un lasso di tempo prolungato. Nessuna fretta di ripartire, forte dell’ingaggio ancora da percepire: a giugno, con grande calma, il tecnico valuterà tutte le offerte sul tavolo. Anche Emery, tra l’altro, avrebbe rifiutato l’ipotesi di approdare in Cina, proposta arrivata sempre dallo stesso club di Guangzhou ma che, anche in questo caso, non ha sortito gli effetti sperati.

 

Luciano Spalletti

De Rossi: “Siamo una squadra forte con un gruppo importante”

Alberto De Rossi, tecnico della Roma Primavera, ha parlato ai microfoni di Roma TV dopo la vittoria contro il Cagliari:

Vittoria importante e non scontata.
“Abbiamo fatto questa considerazione con i ragazzi nello spogliatoio poco fa, quest’anno con le prime in classifica abbiamo sempre fatto bene. Abbiamo fatto meno bene in altre partite, dove dovevamo essere più protagonisti. Vedere i ragazzi giocare con questa voglia e personalità, in casa di una grande e dopo lo svantaggio iniziale, è una bella cosa”.

pos lucido

Questa è la Roma che vuole vedere?
“Sì, lo diciamo dall’inizio che ricerchiamo la continuità. Capisco che il campionato è difficile per tutti, però i valori ci sono, siamo una squadra forte con un gruppo importante. Dobbiamo aspirare a qualcosa di meglio di quanto fatto fino ad ora. Dobbiamo essere sempre dentro la partita, cerchiamo di crescere in questo”.

Tutti i singoli si sono fatti trovare pronti, è la forza di questo gruppo?
“È vero e lo sottolineo, farsi trovare pronti per entrare e cambiare la partita e stravolgere la partita è fondamentale. In questo campionato ci sono 5 cambi, praticamente mezza squadra. Se i cambi entrano bene, possono cambiare lo svolgimento dell’incontro. Stanno lavorando tutti bene, qualcuno che sta fuori non si sente escluso e questo è fondamentale. Giocheremo sempre propositivi, senza tener conto dei nostri limiti. Io devo formare questi ragazzi e, facendoli passare attraverso delle difficoltà, possono crescere

20190211_2227361224956143.png

Francesco Totti e Ilary Blasi, visita a sorpresa alla Comunità di Sant Egidio: il regalo di Natale per i ragazzi

Francesco Totti e Ilary Blasi hanno fatto visita alla Comunità Sant’Egidio di Ostia per portare i loro auguri di Natale e un sorriso a tutti gli ospiti del centro. Il “Pupone” e la conduttrice hanno incontrato i bambini e i ragazzi della Scuola della Pace e hanno posato per una foto tutti insieme. Per tutti è stata una visita inaspettata e speciale. I dirigenti della struttura di volontariato non avevano svelato l’identità degli amici che sarebbero venuti a trovarli e quando la coppia è entrata gli ospiti non potevano credere ai loro occhi

 Francesco Totti e Ilary Blasi sono arrivati in mattinata e sono stati letteralmente travolti dall’affetto dei ragazzi disabili. L’ex capitano della Roma ha regalato una sua maglietta di calcio autografata con la dedica “alla Comunità di Sant’Egidio con affetto e amicizia”. E poi insieme alla moglie si è fatto spiegare il significato dei dipinti realizzati durante il laboratorio d’arte.

pos lucido

“La Scuola della Pace – si legge sulla pagina Facebook ufficiale della struttura – è un centro, completamente gratuito, che si qualifica come un ambito familiare che sostiene il bambino nell’inserimento scolastico, aiuta la famiglia nel suo compito, proponendo un modello educativo aperto agli altri, solidale verso i più sfortunati, capace di superare barriere e discriminazioni. È animata da volontari, perlopiù giovani, che affiancano i bambini nel percorso educativo”.

La coppia è arrivata a pochi giorni dal Natale e potrebbe contribuire in qualche modo all’iniziativa prevista per il 25, quando il gruppo dei volontari preparerà i pasti da servire in cinque diversi punti del municipio: nella struttura di via Baffigo 7, nell’adiacente Centro Anziani di via del Sommergibile, nella “chiesoletta” accolta nell’ex colonia (eretta a Santa Maria Stella Maris) e nel confinante centro Anziani di lungomare Paolo Toscanelli. Ad Acilia il Pranzo di Natale si farà nel centro spirituale Gianna Beretta Molla di via Amedeo Bocchi.

img_20190614_0905267754089995736910627.jpg

Fonseca: “Chi gioca nella Roma deve essere ambizioso. Dobbiamo sempre giocare per vincere”

Paulo Fonseca, mister della Roma, ha parlato ai media dopo il successo contro la Spal:

FONSECA A SKY SPORT

Roma dalle due facce. Lei interviene tanto all’intervallo?
“Io penso che abbiamo fatto un buon primo tempo. Sbagliamo molte occasioni ma abbiamo giocato con intensità e velocità. Non era giusto il risultato all’intervallo e come ho detto abbiamo fatto un buon primo tempo. Nella ripresa la squadra ha creato più occasioni”.

L’atteggiamento era quello che aveva chiesto?
Era importante vincere oggi. Tutti i ragazzi hanno avuto un buon atteggiamento. Dobbiamo giocare sempre con questo spirito di squadra“.

La A&B è una impresa edile artigiana che si occupa di ristrutturazioni e manutenzioni a Roma di appartamenti e condomini. Il fine preciso è di offrire alla propria clientela un servizio di ristrutturazione di qualità, puntuale e in grado di soddisfare le esigenze di semplicità ma anche di eleganza e raffinatezza.
Il cliente che si rivolgerà alla A&B potrà contare sull’efficienza di un team che opera a 360° nell’ambito dell’edilizia: dall’idraulico all’elettricista, così come dal serramentista al piastrellista, ogni intervento è garantito da professionisti del settore.
CONTATTI
INFOLINE 329 0711 350
EMAIL andrea.paolo.ristrutturazione@gmail.com
Fai clik sull’immagine

20191216_0921541993694288.png

A che punto è il lavoro di Paulo Fonseca sul gioco?
“I giocatori sanno che per me la cosa più importante è il coraggio e l’atteggiamento. Se abbiamo l’atteggiamento e non vinciamo non è un gran problema perché sento che la squadra vuole. Chi gioca nella Roma deve essere ambizioso e coraggioso. Dobbiamo sempre giocare per vincere”.

Quando saranno disponibili Kluivert e Pastore, saranno con lo spirito di squadra per accettare le sue scelte?
“Penso che è molto positivo quando abbiamo tutti i giocatori. Devono lottare per avere una possibilità di giocare ma per me è molto importante quando abbiamo tutti. Vediamo quando ritornano gli altri giocatori ma penso che tra poco avremo tutti a disposizione”.

Dopo il gol di Mkhitaryan tutti i giocatori hanno abbracciato Florenzi che ha sempre accettato le scelte dell’allenatore…
Si Florenzi ha giocato molto bene oggi. Come ho detto sempre è un grande professionista, non ho nessun problema con lui. Come possiamo vedere, se ho qualche problema con Florenzi non gioca e invece sta giocando. Non ho nessun problema con lui”.

 

FONSECA A ROMA TV

 

Soddisfatto?
“Sì, molto soddisfatto. Abbiamo fatto una buona partita, abbiamo meritato la vittoria. La squadra ha fatto un buon primo tempo e abbiamo creato molte occasioni, giocando con velocità. Abbiamo solo sbagliato le occasioni. Nel secondo tempo anche abbiamo fatto una buona partita. Era importante vincere oggi”.

 

Quello che lei dice alla squadra nell’intervallo ha effetti notevoli…
“Ho detto alla squadra che doveva continuare così. Quando giochiamo così è più facile far gol e vincere”.

 

La coppia difensiva le è piaciuta?
“Sì non abbiamo avuto problemi. Cetin e Fazio hanno fatto una buona partita”.

Come si spiega questo cambiamento da giovedì a oggi?
“A volte abbiamo bisogno di parlare in altro modo. Possiamo vincere o perdere ma abbiamo sempre bisogno di avere un buon atteggiamento e quando non è così la squadra deve sentire le mie parole, che a volte non gli piacciono (sorride, ndr)”.

Il primo gennaio cosa c’è mister?
“Un allenamento aperto ai nostri tifosi. Meritano di essere vicini alla squadra. È il primo giorno dell’anno. È importante che possiamo stare tutti insieme nel primo giorno dell’anno. Spero che tutti i tifosi possano esserci”.

img_20190826_0732338745038535824276572.jpg

Perotti: “Se facciamo partite così penso che possiamo sognare”

Diego Perotti, autore del rigore del 2-1, ha parlato ai media al termine del match vinto contro la Spal:

PEROTTI A SKY SPORT

Ci vogliono talento e pazienza, avete avuto entrambi?
“Si siamo stati pazienti, abbiamo dovuto gestire bene la gara. Non era facile dopo il pareggio di tre giorni fa e dopo questo inizio. Abbiamo parlato nello spogliatoio e ci siamo detti che non poteva succedere di nuovo quello che è successo contro il Wolfsberger”.

La A&B è una impresa edile artigiana che si occupa di ristrutturazioni e manutenzioni a Roma di appartamenti e condomini. Il fine preciso è di offrire alla propria clientela un servizio di ristrutturazione di qualità, puntuale e in grado di soddisfare le esigenze di semplicità ma anche di eleganza e raffinatezza.
Il cliente che si rivolgerà alla A&B potrà contare sull’efficienza di un team che opera a 360° nell’ambito dell’edilizia: dall’idraulico all’elettricista, così come dal serramentista al piastrellista, ogni intervento è garantito da professionisti del settore.
CONTATTI
INFOLINE 329 0711 350
EMAIL andrea.paolo.ristrutturazione@gmail.com
 Fai clik sull’immagine

20191216_0921541993694288.png

Serata importante dal punto di vista della classifica…
“Sapevamo i risultati di altre partite e volevamo cambiare l’immagine che avevamo lasciato giovedì. La squadra vera è questa. Sappiamo che abbiamo fatto male e oggi abbiamo dimostrato di avere la voglia e il coraggio di arrivare in alto. Se facciamo partite così penso che possiamo sognare”.

Quando finirai di giocare aprirai una scuola di calci di rigore?
“Può essere una possibilità, non so ancora cosa farò dopo. Era un rigore difficile perché stavamo pareggiando e poteva diventare dura se non entrava”.

IMG_20190221_114613.jpg

Le pagelle dei quotidiani, dopo Roma vs Spal

Come in tutti i post match dei giallorossi, vediamo insieme le pagelle, relative a Roma-Spal dei maggiori quotidiani sportivi e non.

LA GAZZETTA DELLO SPORT (CECCHINI)
Pau Lopez 6,5; Florenzi 6,5, Cetin 6, Fazio 6, Kolarov 5,5; Diawara 6,5, Veretout 6; Zaniolo 6, Pellegrini 7, Perotti 7; Dzeko 6,5. Subentrati: Mkhitaryan 6,5, Kalinic sv. Allenatore: Fonseca 6,5.

CORRIERE DELLO SPORT (MAIDA)
Pau Lopez 6,5; Florenzi 7, Cetin 6, Fazio 5,5, Kolarov 5,5; Diawara 6, Veretout 6,5; Zaniolo 6, Pellegrini 6,5, Perotti 7; Dzeko 6,5. Subentrati: Mkhitaryan 6,5, Kalinic sv. Allenatore: Fonseca 6,5.

CORRIERE DELLA SERA (VALDISERRI)
Pau Lopez 6,5; Florenzi 6, Cetin 5,5, Fazio 5, Kolarov 5; Diawara 6, Veretout 6; Zaniolo 6, Pellegrini 7, Perotti 6,5; Dzeko 6. Subentrati: Mkhitaryan 6,5, Kalinic sv. Allenatore: Fonseca 6.

LA REPUBBLICA (PINCI)
Pau Lopez 6,5; Florenzi 6,5, Cetin 5,5, Fazio 6, Kolarov 4,5; Diawara 6, Veretout 5; Zaniolo 5,5, Pellegrini 6,5, Perotti 6; Dzeko 6. Subentrati: Mkhitaryan 6, Kalinic sv. Allenatore: Fonseca 6,5.

IL TEMPO (AUSTINI)
Pau Lopez 6,5; Florenzi 6,5, Cetin 5,5, Fazio 6, Kolarov 4,5; Diawara 6,5, Veretout 6,5; Zaniolo 5,5, Pellegrini 5,5, Perotti 7; Dzeko 6,5. Subentrati: Mkhitaryan 6,5, Kalinic sv. Allenatore: Fonseca 6,5.

La A&Bi è una impresa edile artigiana che si occupa di ristrutturazioni e manutenzioni a Roma di appartamenti e condomini. Il fine preciso è di offrire alla propria clientela un servizio di ristrutturazione di qualità, puntuale e in grado di soddisfare le esigenze di semplicità ma anche di eleganza e raffinatezza.
Il cliente che si rivolgerà alla A&B potrà contare sull’efficienza di un team che opera a 360° nell’ambito dell’edilizia: dall’idraulico all’elettricista, così come dal serramentista al piastrellista, ogni intervento è garantito da professionisti del settore.
CONTATTI
INFOLINE 329 0711 350
EMAIL andrea.paolo.ristrutturazione@gmail.com 
Fai clik sull’immagine

20191216_0921541993694288.png

TUTTOSPORT (DI STEFANO)
Pau Lopez 6; Florenzi 6,5, Cetin 5, Fazio 5,5, Kolarov 5; Diawara 5,5, Veretout 6; Zaniolo 6, Pellegrini 6, Perotti 7; Dzeko 6. Subentrati: Mkhitaryan 6,5, Kalinic sv. Allenatore: Fonseca 6.

LA STAMPA (DE SANTIS)
Pau Lopez 6,5; Florenzi 6,5, Cetin 5,5, Fazio 6, Kolarov 4,5; Diawara 6, Veretout 5,5; Zaniolo 5,5, Pellegrini 6,5, Perotti 6,5; Dzeko 6. Subentrati: Mkhitaryan 6, Kalinic sv. Allenatore: Fonseca 6.

IL MESSAGGERO (ANGELONI)
Pau Lopez 6,5; Florenzi 6,5, Cetin 6, Fazio 5,5, Kolarov 5; Diawara 6, Veretout 6; Zaniolo 6, Pellegrini 7, Perotti 7; Dzeko 6,5. Subentrati: Mkhitaryan 6,5, Kalinic sv. Allenatore: Fonseca 6.

LEGGO (BALZANI)
Pau Lopez 6,5; Florenzi 6,5, Cetin 6,5, Fazio 5, Kolarov 5,5; Diawara 6, Veretout 6,5; Zaniolo 6,5, Pellegrini 6,5, Perotti 7; Dzeko 6,5. Subentrati: Mkhitaryan 6,5, Kalinic sv. Allenatore: Fonseca 6.

screenshot_2018-10-23-10-07-14_1-635265724.jpg

 

Roma al bivio Champions Fonseca: “Abbiamo studiato la Spal ed è una buona squadra. È la formazione con la miglior organizzazione difensiva, è difficile e i giocatori lo hanno capito”

Voltare subito pagina, mettendo al più presto in archivio l’opaca prestazione contro il Wolfsberger, come riporta Il Tempo.

ATTIVITA’ IN VETRINA si presenta sul mercato con nuovo concetto di marketing
I PRODOTTI VERRANNO PUBBLICIZZATI SUI CANALI SOCIAL, PERSONALIZZATI E MIRATI SUL
PUNTO VENDITA/ATTIVITA’
IL MARKETING PUBBLICITARIO E’ SUI SEGUENTI SOCIAL
BLOG SPORTIVO, PAGINE FACEBOOK , GRUPPI FACEBOOK, PROFILI FACEBOOK , CANALE YOUTUBE
E’ INTERESSANTE APPROFONDIRE L’ARGOMENTO ??
CONTATTI
infoline          347 385 9925
att.vetrina@libero.it
20191212_183147860772244.png

Gli uomini di Semplici hanno il peggior rendimento esterno del campionato avendo ottenuto un solo pareggio ad Udine ed essendo stati capaci disegnare una sola rete in queste sette partite, ma Fonseca vuole che i suoi, che saranno guidati in attacco da Dzeko, tengano alta la guardia: “Abbiamo studiato la Spal ed è una buona squadra. È la formazione con la miglior organizzazione difensiva, è difficile e i giocatori lo hanno capito. Non penso che vedremo gli stessi problemi di atteggiamento avuti in Europa League“.

Per il secondo posto nel girone europeo il tecnico portoghese non ha voluto tirare la croce addosso a nessun giocatore in particolare – “Under? Non voglio parlare di situazioni individuali. Deve migliorare molte cose, ma non voglio parlare dei singoli“- anche se sembra evidente che il match di giovedì gli è rimasto sullo stomaco: “Non mi è piaciuto l’atteggiamento e ne ho parlato con i calciatori. L’ho fatto ed è finita la discussione. Mi aspetto che con la Spal la squadra possa giocare con l’atteggiamento che ha normalmente. Non ho bisogno in questi momenti del supporto del ds Petrachi. Se la situazione non mi piace ne parlo con il gruppo, non ho bisogno di nessun supporto della società”.

In chiusura Fonseca, apparso più che concentrato nella breve conferenza e abile a tenere alta la tensione di un ambiente troppo incline a facili (ed immotivati) rilassamenti, ha fornito una piccola indicazione di mercato, promuovendo il nome di Petagna:”È un attaccante forte fisicamente, è – la sintetica risposta – un buon giocatore“.

Le dichiarazioni in sala stampa confermano quanto circolato negli ultimi giorni: la Roma farà un tentativo con la dirigenza estense per avere in prestito per 18 mesi, con diritto di riscatto, il centravanti classe 1995, ma prima deve trovare una squadra che erediti il prestito oneroso di Kalinic, offerto al Bordeaux allenato dal suo mentore Paulo Sousa.

Prima di pensare al mercato ci sono però gli impegni con Spal e Fiorentina. E tutti a Trigoria vogliono passare il Natale con sei punti in tasca.

fonte  Il Tempo.

img_20190709_0632203940671000147366106.jpg

Roma-Spal: tornano Pau, Pellegrini e Kolarov Dopo quello di Tempestilli c è da segnalare l’addio di Francesco Malknecht, responsabile dell’area finanza, amministrazione e controllo

Spazio ai titolari. Fonseca vuole evitare qualsiasi tipo di sorpresa contro la Spal e lancerà dal primo minuto Pau Lopez, Kolarov, Pellegrini e Zaniolo coinvolti nel turnover in Europa League.

ATTIVITA’ IN VETRINA si presenta sul mercato con nuovo concetto di marketing
I PRODOTTI VERRANNO PUBBLICIZZATI SUI CANALI SOCIAL, PERSONALIZZATI E MIRATI SUL
PUNTO VENDITA/ATTIVITA’
IL MARKETING PUBBLICITARIO E’ SUI SEGUENTI SOCIAL
BLOG SPORTIVO, PAGINE FACEBOOK , GRUPPI FACEBOOK, PROFILI FACEBOOK , CANALE YOUTUBE
E’ INTERESSANTE APPROFONDIRE L’ARGOMENTO ??

CONTATTI
infoline          347 385 9925
att.vetrina@libero.it

20191212_183147860772244.png

Il tecnico portoghese deve fare ancora a meno di Kluivert, non convocato, e di Smalling, che farà di tutto per esserci con la Fiorentina visto che la risonanza ha escluso lesioni al ginocchio. In difesa l’allenatore giallorosso è pronto a lanciare Cetin accanto a Fazio, con Spinazzola favorito su Florenzi sulla destra. Come scrive Il Tempo, davanti il dubbio riguarda Perotti e Mkhitaryan, ma l’argentino è in vantaggio. Intanto si allunga la lista dei dirigenti che si sono separati dalla Roma. Dopo quello di Tempestilli c è da segnalare l’addio di Francesco Malknecht, responsabile dell’area finanza, amministrazione e controllo: il dirigente, preposto alla redazione dei documenti contabili, era in giallorosso da più di 20 anni ed ha attraversato l’era di Franco Sensi, della figlia Rosella ed è stato poi confermato anche nell’avventura americana alla guida del club di Trigoria.

fb_img_1538300582983-1637471010.jpg

Mercato Roma, la Fiorentina punta Florenzi e Kalinic La prossima settimana sarà il momento giusto per parlarne. Venerdì la sfida al Franchi tra le due squadre

La Fiorentina punta due pezzi della rosa della Roma. I viola hanno messo gli occhi su Alessandro Florenzi e Nikola Kalinic. Come riporta La Nazione, il club di Rocco Commisso vorrebbe i due giocatori già a gennaio.

ATTIVITA’ IN VETRINA si presenta sul mercato con nuovo concetto di marketing
I PRODOTTI VERRANNO PUBBLICIZZATI SUI CANALI SOCIAL, PERSONALIZZATI E MIRATI SUL
PUNTO VENDITA/ATTIVITA’
IL MARKETING PUBBLICITARIO E’ SUI SEGUENTI SOCIAL
BLOG SPORTIVO, PAGINE FACEBOOK , GRUPPI FACEBOOK, PROFILI FACEBOOK , CANALE YOUTUBE
E’ INTERESSANTE APPROFONDIRE L’ARGOMENTO ??

CONTATTI
infoline          347 385 9925
att.vetrina@libero.it

20191212_183147860772244.png

L’occasione per parlarne dal vivo ci sarà la prossima settimana, quando i giallorossi saranno nel capoluogo toscano per la sfida del Franchi (in programma venerdì alle 20.45). Per il capitano della Roma, ai margini da tempo con Fonseca, la Fiorentina è pronta a impegnarsi con un prestito di sei mesi e l’obbligo di riscatto a giugno.

fonte  la nazione

screenshot_2018-07-15-11-38-14_1697163717.jpg

La Roma per il primato. Fonseca: «Ampio turnover, ma a Dzeko non rinuncio»

 – Serve solo un punto alla Roma per qualificarsi matematicamente alla fase ad eliminazione diretta dell’Europa League, ma i giallorossi potrebbero passare il turno anche con una sconfitta, in caso di mancata vittoria dell’Istanbul Basaksehir contro il Borussia Moenchengladbach.

ATTIVITA’ IN VETRINA si presenta sul mercato con nuovo concetto di marketing
I PRODOTTI VERRANNO PUBBLICIZZATI CON CANALI SOCIAL, PERSONALIZZATI E MIRATI SUL
PUNTO VENDITA/ATTIVITA’
IL MARKETING PUBBLICITARIO E’ SUI SEGUENTI SOCIAL
BLOG SPORTIVO, PAGINE FACEBOOK , GRUPPI FACEBOOK, PROFILI FACEBOOK , CANALE YOUTUBE
E’ INTERESSANTE APPROFONDIRE L’ARGOMENTO ??

CONTATTI
infoline          347 385 9925
att.vetrina@libero.it

img_20191107_0827584085950223989632570.jpg

Gli uomini di Fonseca, però, non possono assolutamente rilassarsi. Mai fidarsi dei possibili incroci di risultati, senza contare poi che la Roma può ancora qualificarsi come prima del girone, il che significherebbe un sorteggio più clemente per i sedicesimi.

Quella di stasera, inoltre, sarà una grande occasione per chi ha giocato meno di mettersi in mostra e scalare posizioni nelle gerarchie dell’allenatore. Non è ancora certo che questa occasione possa avercela Florenzi. Convocato Pellegrini – che non sarà della partita – così come il giovane Chierico, fresco di rinnovo.

 

fonte  CORRIERE DELLA SERA

img_20190709_093846204332763197651200.jpg

Friedkin-Pallotta: adesso è stallo sul prezzo del club

– Lo aveva dichiarato Francesco Totti, nel corso di un’intervista rilasciata a fine novembre. Magari aveva ragione lui quando sosteneva che una volta fatti i conti reali e viste le cose come stanno realmente all’interno della Roma a Friedkin sarebbe passata la voglia di acquistare il club. Proprio ieri è arrivata la notizia dello stallo nella trattativa. Non c’è rottura, ma una frizione tra le due parti nella valutazione da dare all’asset.

ATTIVITA’ IN VETRINA si presenta sul mercato con nuovo concetto di marketing
I PRODOTTI VERRANNO PUBBLICIZZATI CON CANALI SOCIAL, PERSONALIZZATI E MIRATI SUL
PUNTO VENDITA/ATTIVITA’
IL MARKETING PUBBLICITARIO E’ SUI SEGUENTI SOCIAL
BLOG SPORTIVO, PAGINE FACEBOOK , GRUPPI FACEBOOK, PROFILI FACEBOOK , CANALE YOUTUBE
E’ INTERESSANTE APPROFONDIRE L’ARGOMENTO ??

CONTATTI
infoline          347 385 9925
att.vetrina@libero.it

img_20191107_0827584085950223989632570.jpg

Da una parte c’è Pallotta che non è così convinto di vendere, ora che l’impalcatura della Romasembra funzionare. I suoi soci spingono per uscire dall’investimento, ma l’attuale presidente della Roma riuscirebbe a trovare nuovi investitori. Poi c’è il nodo legato allo Stadio, che può far oscillare – e di molto – il valore del club. Le parti continuano ad avere un filo diretto, la svolta può essere dietro l’angolo, ma al momento non ci sono certezze.

fonte  LA GAZZETTA DELLO SPORT 

img_20191121_1018224740824274774018611.jpg

Nuova proprietà: 15 giorni decisivi

 – I prossimi potrebbero essere decisive per il futuro societario della Roma. Pallotta sta lavorando con Friedkin: i due imprenditori infatti stanno trattando per la cessione del pacchetto di maggioranza del club giallorosso . L’attuale numero uno  del club, se l’affare andasse in porto, lascerebbe dunque il timone al tycoon texano. L’operazione, se dovesse andare in porto, sarebbe da circa 700 milioni (complessivi di conti debitori e ricapitalizzazione).  Per i tifosi romanisti dunque sotto l’albero potrebbe esserci un nuovo presidente.

fonte  LA REPUBBLICA 

img_20191121_1018224740824274774018611.jpg

 

 

Pallotta pronto a cedere la maggioranza a Friedkin: accordo a un passo I contatti tra il gruppo texano e il patron della Roma sono quotidiani e vanno avanti spediti

La svolta della Roma si avvicina. E assume i contorni di un passaggio epocale nella storia del club, come riporta Il Tempo.

 

Dan Friedkin sta per mettere le mani sul pacchetto di maggioranza della società giallorossa. Non più un passaggio a step graduali, quindi, ma un vero e proprio cambio della guardia al timone della Roma. I contatti tra il gruppo texano e James Pallotta sono quotidiani e vanno avanti spediti.

IMG_20191208_184208.jpg

Sostanziali novità sono attese nei prossimi giorni, se non addirittura nelle prossime ore.
La trattativa prosegue a passo svelto negli Stati Uniti, dove ha sede l’AS Roma Spv Llc, controllante del club giallorosso (e delle società relative allo stadio), e dove sono di base gli avvocati di fiducia dei due imprenditori americani: gli advisor italiani saranno chiamati a scrivere gli accordi sulla base delle intese raggiunte dai diretti interessati.

ATTIVITA’ IN VETRINA si presenta sul mercato con nuovo concetto di marketing
I PRODOTTI VERRANNO PUBBLICIZZATI CON CANALI SOCIAL, PERSONALIZZATI E MIRATI SUL
PUNTO VENDITA/ATTIVITA’
IL MARKETING PUBBLICITARIO E’ SUI SEGUENTI SOCIAL
BLOG SPORTIVO, PAGINE FACEBOOK , GRUPPI FACEBOOK, PROFILI FACEBOOK , CANALE YOUTUBE
E’ INTERESSANTE APPROFONDIRE L’ARGOMENTO ??

CONTATTI
infoline          347 385 9925
att.vetrina@libero.it

img_20191117_1855047709331472694666168.jpg

La volontà di Friedkin, anche in virtù dell’ok finale imminente sul nuovo stadio, è quella di entrare direttamente prendendosi il controllo della Roma.

Il 53enne originario di San Diego e Pallotta stanno trovando la quadra sulle cifre dell’affare, partendo dalla valutazione globale di 1 miliardo di dollari da cui scalare i 273 milioni di euro di debiti del club e la quota di aumento di capitale da 150 milioni.

E al momento tutti i segnali vanno verso l’arrivo della fumata bianca. Pallotta, entrato nel mondo Roma nel 2011 e presidente del club dall’agosto del 2012, non avrebbe voluto vendere la società senza aver vinto un trofeo e senza aver avviato la costruzione dello stadio, ma è pressato dai soci presenti nel suo consorzio, che si sono stancati di investire denaro senza avere alcun ritorno.

Nei giorni in cui è stato lanciato l’aumento di capitale, il presidente giallorosso ha informato gli amici investitori della possibilità di vendere e qualche settimana dopo si è manifestato l’interesse di Friedkin, che è riuscito a completare il suo obiettivo assegnerà un ruolo di primaria importanza al figlio Ryan, presente con lui nella Capitale nel viaggio di novembre. Mentre Pallotta potrebbe presentarsi presto a Roma, se l’affare andasse in porto Friedkin ha intenzione di confermare, almeno in una prima fase, l’attuale management, che dirige la società tra la sede dell’Eur e il centro sportivo di Trigoria. La settimana clou ha inizio.

fonte   Il Tempo.

img_20191121_1018224740824274774018611.jpg

Totti: “Contento che Fonseca abbia capito cosa vuol dire essere della Roma”

Francesco Totti, ex dirigente della Roma, è intervenuto durante la presentazione del libro di Paolo Condò nella rassegna “Più libri più liberi” ed ha parlato anche dei giallorossi. Queste le sue parole:

IMG_20191208_184208.jpg

“Sono contento dell’andamento della squadra, sono contento che mister Fonseca abbia capito cosa vuol dire essere della Roma, ha saputo trasmettere energia alla squadra, che all’inizio aveva difficoltà. Speriamo che sia un percorso positivo, la Roma è e deve restare un top club in Europa. Indossare un’unica maglia in carriera è stato sia una responsabilità sia una gioia, era il mio sogno sin da quando ero piccolo. Questa è stata la vittoria più bella per me. Sono strafelice di quanto ho dato in tutta la mia carriera alla società AS Roma. Ricordo anche i momenti più difficili con tanto piacere. Passare venticinque anni in una squadra dove quasi tutti sono di passaggio è un’esperienza unica. Per me è stato gratificante essere a Trigoria per tutto questo tempo, spero di essere stato un esempio. Non vorrei mai rivivere l’ultimo anno da calciatore, ma solo per tutto quello che vissuto: ero il capro espiatorio di tutto. In realtà io ero parte integrante del gruppo della Roma“.

ATTIVITA’ IN VETRINA si presenta sul mercato con nuovo concetto di marketing
I PRODOTTI VERRANNO PUBBLICIZZATI CON CANALI SOCIAL, PERSONALIZZATI E MIRATI SUL
PUNTO VENDITA/ATTIVITA’
IL MARKETING PUBBLICITARIO E’ SUI SEGUENTI SOCIAL
BLOG SPORTIVO, PAGINE FACEBOOK , GRUPPI FACEBOOK, PROFILI FACEBOOK , CANALE YOUTUBE
E’ INTERESSANTE APPROFONDIRE L’ARGOMENTO ??

CONTATTI
infoline          347 385 9925
att.vetrina@libero.it

img_20191117_1855047709331472694666168.jpg

Il Cucchiaio del 2000…

“In allenamento prima della partita con l’Olanda ci scherzavamo molto, dissi che se fosse capitata l’occasione l’avrei tirato in quel modo e nessuno mi prendeva sul serio”.

Sul Numero 10…

“Nel calcio è un numero diverso da tutti gli altri, ha qualcosa di speciale, non tutti se lo possono permettere”.

Su Lorenzo Pellegrini…
“Mi piace tanto Pellegrini, sono contento che abbia indossato la fascia per la prima volta domenica, senza nulla togliere a Florenzi”.

Sui suoi modelli e i suoi sogni…
Era il mio sogno diventare come Giuseppe Giannini, lo ammiravo tanto da giovane e sono felicissimo di esserci riuscito. Poi, vincere il Mondiale è stato un enorme coronamento. Nel 2006 trovammo allenatore, squadra e momento giusto per trionfare. Ecco, un allenatore in una squadra è fondamentale. Marcello Lippi è stato perfetto, è un grande allenatore e un grande uomo, ha saputo gestire tante situazioni complesse. Anche lui mi ha aiutato con tutte le altre persone che mi sono state vicine durante il periodo del mio infortunio, quando ho scoperto una nuova parte di me”.

Su Carlo Mazzone…
“Cosa è stato Mazzone per me? Un secondo padre. Mi ha protetto, mi ha insegnato tanto, mi ha direzionato verso la strada giusta, in campo e fuori: aver trovato lui, romano e romanista come me, è stato bellissimo. Prima di una sfida con la Sampdoria evitò di farmi parlare alla stampa, mi sgridò e mi ordinò di andare a fare la doccia”.

img_20190618_0733111439592039574072784.jpg

Caccia al gol. Tanto equilibrio, ma pochi tiri: “Roma, devi osare di più” I numeri raccontano come la difesa sia da zona Champions, cioè tra le prime quattro, ma l’attacco ancora no

Fatica Fonseca ad esaltarsi per una squadra che conquista un ottimo 0-0 in trasferta, sia pure in casa della capolista Inter, scrive Massimo Cecchini su La Gazzetta dello Sport. “Dobbiamo lavorare di più per crescere in fase offensiva – ha detto l’allenatore vedendo i soli 6 tiri tentati –  Sbagliamo troppo nelle decisioni degli ultimi metri“. Ovvero in fase di rifinitura, e sì che sulla trequarti, potendo contare a regime sui piedi buoni come Pellegrini, Zaniolo, Mkhitaryan e Pastore, i giocatori giusti in linea teorica non mancherebbero affatto.

20191202_09285315461109.png

Così i numeri raccontano come la difesa sia da zona Champions, cioè tra le prime quattro, ma l’attacco ancora non lo sia perché i 26 gol in campionato rappresentano un bottino buono ma non eccezionale. Esattamente identico a quello dello scorso torneo, e con 2 reti in meno rispetto a due stagioni fa. L’impressione è che l’equilibrio trovato dalla Roma sia un compromesso tra la filosofia offensiva di Fonseca e il pragmatismo del d.s. Petrachi.

img_20191107_0827584085950223989632570.jpg

Adesso però occorre accelerare sui gol, perché sul piano del gioco la squadra ha ricevuto a San Siro persino i complimenti di Antonio Conte, che ha visto la capolista Inter – pur giocando in casa – avere meno possesso palla rispetto alla Roma (49,4% contro 50,6). Certo, agli occhi degli osservatori neutrali rimangono più le occasioni sciupate dai nerazzurri, ma la maggior parte sono venute per errori in impostazione, e Fonseca non ha fatto drammi. “Io preferisco una squadra che abbia il coraggio di osare – ha affermato – a costo di correre qualche rischio“.

fonte  Massimo Cecchini

img_20190925_1433025115360404302324567.jpg

.