Roma, rivoluzione Friedkin: patto con l’Uefa per investire

 – Una nuova rivoluzione. Il passaggio della Roma da Pallotta a Friedkin si carica di aspettative e di tanti possibili cambiamenti graduali. Virtualmente terminata la «due diligence» sulle 12 società che compongono la galassia As Roma, presto sarà convocato il board del GruppoFriedkin per l’assenso all’acquisto, con relativo placet all’offerta vincolante. A quel punto, se Pallotta accetterà, si apporranno le firme sui contratti preliminari – previste tra fine febbraio e primi di marzo – e partirà l’Opa in Borsa. Se tutto andrà per il verso giusto, il passaggio di proprietà avverrà a fine stagione.

Sei alla ricerca di un marchio importante con un prezzo
                             “SUPERSCONTATO”
Questi sono alcuni fra i molti che troverete clicca qui
PER USUFRUIRE DI UNO SCONTO ULTERIORE E’ NECESSARIO inserire il codice,al momento degli acquisti.
                                   scontoamici

wp-1582018493031.jpg wp-1581713938358.jpg wp-1581671246630.jpg wp-1581703772490719669952.png wp-1581703687675132465207.png

Fonti legali assicurano come la famiglia Friedkin studierà le possibilità Uefa. La Roma, infatti, potrebbe essere il primo club italiano ad accedere al «voluntary agreement» concesso ai nuovi proprietari per investire più del lecito. Ovvero, invece di poter sforare di soli 30 milioni in un triennio (fatte salve le spese su infrastrutture e vivaio), si potrà andare oltre

wp-1582017202140.jpg                                                                                            wp-1581670525876.jpg

Uno sviluppo così porterà a una ristrutturazione e, tra i nomi, si fa anche quello di Umberto Gandini, ex a.d. Se il destino di Fonseca è legato ai risultati, quello in bilico è Petrachi, di cui si parla di rescissione anche se a Trigoria smentiscono.

FONTE  LA GAZZETTA DELLO SPORT

wp-1580899685442.jpg

È arrivato il momento di Carles Perez

IL TEMPO – BIAFORA – Una chance per provare a diventare l’esterno destro d’attacco titolare. Per l’impegno europeo contro il Gent Fonseca è pronto a giocarsi la carta Carles Perez, arrivato nel mercato di gennaio dal Barcellona in prestito con un facile obbligo di riscatto (1+11 e altri 4,5 di bonus). Il classe 1998 – in lizza per partire titolare già con l’Atalanta – è subentrato in tutte le ultime tre partite, ma ora avrà l’occasione di guadagnarsi il posto fisso sulla fascia orfana di Zaniolo.

Perez, bacchettato dal ds Petrachi per l’atteggiamento avuto all’esordio con il Sassuolo, è chiamato a dare il proprio contributo di assist e gol, anche per mandare segnali di rivincita al Barcellona, società che lo ha scaricato a gennaio per scelta del neo-allenatore Setien. Il reparto offensivo, oltre allo spagnolo, vedrà la presenza di Pellegrini sulla trequarti alle spalle di Dzekoe di uno tra Kluivert e Perotti, con Mkhitaryan destinato ad un turno di riposo per non essere spremuto troppo dopo l’infortunio alla coscia.

Sei alla ricerca di un marchio importante con un prezzo
                             “SUPERSCONTATO”
Questi sono alcuni fra i molti che troverete clicca qui
PER USUFRUIRE DI UNO SCONTO ULTERIORE E’ NECESSARIO inserire il codice,al momento degli acquisti.

                                   scontoamici

Intanto è iniziata la settimana decisiva per il destino di Diawara: Fonseca si è mostrato più che fiducioso sul recupero del classe 1997, una pedina fondamentale per la formazione giallorossa. Ieri il centrocampista, così come Zaniolo, Zappacosta, Mirante e Pastore, ha svolto allenamento individuale, ma i segnali sono positivi.

IL TEMPO – BIAFORA

 

wp-1581671246630.jpg wp-1581713938358.jpg wp-1581703772490719669952.png  wp-1581703687675132465207.png  wp-1581670525876.jpg wp-1581686088282.jpg wp-1581785990580.jpg

wp-1582024206830.jpg