Perez: “Ho scelto la Roma grazie a Fonseca, sono contento di essere qui”

Carles Pérez, attaccante della Roma, ha parlato ai microfoni del Mundo Deportivo. Queste le sue dichiarazioni:

Debutto come titolare e gol. È riuscito a dormire poi?
“Sì, era molto importante per me. Non pensavo per niente che sarebbe stato così. Avevo molta voglia e molta fiducia ma non avevo la certezza di segnare. Sono molto contento di aver aiutato il club a vincere dopo molte partite senza segnare”.

Sei alla ricerca di un marchio importante con un prezzo

                             “SUPERSCONTATO”

Questi sono alcuni fra i molti che troverete 

wp-15823729987301664894899.png  wp-1582373145387261535498.jpg  wp-1582373495263624344067.png  wp-15823736253121513957735.png

PER USUFRUIRE DI UNO SCONTO ULTERIORE E’ NECESSARIO inserire il codice,al momento degli acquisti.

clicca qui

                                   scontoamici

 

Per un attaccante fa sempre bene poter iniziare segnando
“Arrivavo da tre partite nelle quali ero subentrato e ogni volta mi sentivo meglio. Ho avuto l’opportunità di giocare come titolare e ne ho approfittato. Noi attaccanti abbiamo bisogno di sicurezza e autostima e quale modo migliore di segnare per averle. Avevo già la fiducia del mister, del club e dei compagni e spero di continuare così”

È arrivato con la nomea di essere un giocatore del Barcellona, passando dall’essere un calciatore delle giovanili a uno di quelli che genera più aspettative a Roma. Come lo vive?
“Molto bene, come sempre. Sono umile e un gran lavoratore e non bisogna essere ne sentirsi migliore di altri. Siamo tutti uguali nel club e voglio guadagnare minuti e aiutare la squadra”.

I migliori marchi , con una ricerca facilitata , per la necessità del cliente…alla fine diventa un “ gioco “ scoprire oltre 200 marchi primari di assoluta qualità.
Iniziate il vostro tour e buon divertimento      CLICCA  QUI

wp-1582341420454.jpg

Questo non ti genera ulteriore pressione?
“No, ringrazio il club e vengo qui per aggiungere qualcosa. Vero che qualcosa cambia perché in Spagna avevo un altro ruolo ma spero di aiutare la squadra e fare altri gol”.

Il Barça ha preso Braithwaite per il tuo ruolo
“A volte si prendono decisioni corrette e altre no. Il Barcellona vuole vincere ma non si ha pazienza con i giovani. Non ho molta voglia di parlare di questo. Sono grato al Barcellona per tutto quello che mi ha dato e tutto ciò che ho appreso lo so grazie a loro e questo mi ha permesso di arrivare in un grande club come la Roma. Non si sono comportati bene alla fine ma sono comunque grato”.

Avevi molte proposte. Come mai la Roma?
“Avevo molto offerte dalla Germania, dall’Italia e dalla Spagna. Mi ha chiamato il mister e ho parlato con lui e quando un allenatore ti chiama è perché ha tanta fiducia in te. Mi ha convinto per quello che mi ha detto e trasmesso. Ho pensato al club, alla squadra, alla città e mi convinse. Non mi sono sbgliato e sono entusiasta di stare qui”.

Che obiettivo ti sei posto qui?
“Di migliorare come giocatore. Il campionato qui è diverso e dopo la mia tappa al Barcellona qui posso migliorare sotto molti aspetti. Desidero diventare un giocatore importante qui, ancor di più dopo quello che ho vissuto con i tifosi giovedì. Senza parole”.

FONTE    Mundo Deportivo.

wp-1582374073630656490749.png

 

Allo Stadio finale….

–  In giro per il mondo con la Roma sempre in testa. Dan Friedkin è già al lavoro insieme al figlio Ryan e ai collaboratori del gruppo per farsi trovare pronti quando avranno tra le mani un «giocattolo» costoso, attraente ma pure molto difficile da maneggiare senza le necessarie istruzioni per l’uso.

I migliori marchi , con una ricerca facilitata , per la necessità del cliente…alla fine diventa un “ gioco “ scoprire oltre 200 marchi primari di assoluta qualità.

Iniziate il vostro tour e buon divertimento      CLICCA  QUI

wp-1582341420454.jpg

 

Per i Friedkin, finora, il calcio è un mondo affascinante visto solo dall’esterno e, una volta deciso di investire parecchi milioni nel business giallorosso, hanno organizzato appuntamenti in diversi angoli del pianeta.

Sei alla ricerca di un marchio importante con un prezzo

                                    “SUPERSCONTATO”

Questi sono alcuni fra i molti che troverete

wp-1581671246630.jpg wp-1581703772490719669952.png  wp-1582017220095.jpg

clicca qui

PER USUFRUIRE DI UNO SCONTO ULTERIORE E’ NECESSARIO inserire il codice,al momento degli acquisti.

                                   scontoamici

wp-1582368950258148289102.png

Per capire, domandare, riflettere e pianificare le mosse giuste. Un esempio: lo scorso 15 dicembre Dan Friedkin in persona è volato con il suo jet in Qatar per incontrare i rappresentanti del JosoorInstitute, che dal 2013 si occupa di sport nell’emirato e che ha avuto un ruolo di spicco nell’organizzazione, compresa la costruzione di nuovi stadi, del Mondiale 2022. La missione qatariota, che ha avuto come argomento principale il futuro stadio della Roma, fa parte di una serie di viaggi dell’imprenditore texano, a caccia di qualsiasi spunto utile per capire meglio i meccanismi del calcio. Oltre a prendere informazioni dall’ad Fienga, che verrà affiancato subito da persone di fiducia di Friedkin nelle stanze dei bottoni di Trigoria, nei mesi scorsi ci sono stati incontri e contatti anche con i rappresentanti dei più grandi club italiani, insieme ai quali si è ragionato sui margini di sviluppo della Serie A. Lo stadio di proprietà, appunto, è il mezzo migliore per crescere in fretta. E il futuro patron della Roma ha già espresso un primo parere positivo sul progetto di Tor di Valle, pur riservandosi del tempo per studiarlo in profondità, pianificare il complesso business plan e scegliere come finanziare un’opera dal valore di circa 1 miliardo di euro. Teoricamente, il closing della trattativa – il signing sui contratti preliminari è previsto entro i prossimi 10, 15 giorni al massimo – con Pallotta potrebbe coincidere con l’ottenimento del via libero politico, che nei mesi successivi sarà seguito dai permessi a costruire, tanto che nelle bozze di contratti per la cessione della Roma è stata inserita una clausola che consentirebbe a Pallotta di ottenere una cifra-extra per lo stadio, recuperando gli 80 milioni circa (72.7 milioni di dollari fino a dicembre 2018, dati di bilancio) investiti in questi anni per la sola progettazionedell’impianto. Nel giro di qualche settimana dovrebbero concludersi tutti i lavori preparatori per l’inizio dell’iter di approvazione della variante e della convenzione urbanistica, un processo che porterà via un altro mese circa e sul quale incideranno inevitabilmente i meccanismi della politica. Nonostante le turbolenze interne la Raggi conta di convincere i consiglieri più titubanti a votare il «sì» in Aula, mantenendo una linea di coerenza dopo quanto fatto per la delibera e la Conferenza dei servizi. Nel frattempo il ceco Vitek deve superare gli ultimi ostacoli per acquistare i terreni da Parnasi. Gli uomini di Vitek e Friedkin – il texano  ha già creato un team di lavoro specifico sull’impianto giallorosso – sono in contatto da tempo e hanno intenzione di collaborare per la costruzione dello stadio. Entrambi non vedono l’ora di iniziare.

FONTE  IL TEMPO – AUSTINI, BIAFORA

wp-1580899685442.jpg

Romani in crisi. Ora è Pellegrini

 – Il momento più difficile da quando è tornato alla Roma dopo l’esperienza al Sassuolo. Uno dei simboli della crisi giallorossa è certamente Lorenzo Pellegrini, uscito tra i fischi di parte dello Stadio Olimpico dopo l’ennesima prestazione deludente da inizio 2020. Il numero 7 romanista dal gol di tacco al derby della passata stagione è diventato uno dei puntifermi dello scacchiere tattico di Di Francesco, ricevendo poi l’investitura anche da parte di Fonseca, ma oltre alla doppietta con il Parma e alla buona gara disputata contro il Genoa c’è poco altro da salvare in questo ultimo periodo negativo dell’intera squadra.

Sei alla ricerca di un marchio importante con un prezzo
                             “SUPERSCONTATO
Questi sono alcuni fra i molti che troverete 
 wp-1581671246630.jpg    wp-1581713938358.jpg  wp-1582018493031.jpg  wp-1581703687675132465207.png

clicca qui

PER USUFRUIRE DI UNO SCONTO ULTERIORE E’ NECESSARIO inserire il codice,al momento degli acquisti.

                                   scontoamici

wp-1582368950258148289102.png

 

La stagione di Pellegrini è stata positiva fino alla sosta di Natale, nonostante le difficoltà nel trovare la via del gol e un infortunio al piede – l’allenatore ha smentito qualsiasi strascico – che lo aveva costretto a saltare nove partite e a finire sotto i ferri. Con l’arrivo del nuovo anno la Roma è caduta in un profondo blackout e il suo trequartista non è riuscito a mostrarle la strada che portasse alla luce, risultando anzi tra i peggiori e ricevendo il plateale disappunto del pubblico romano, che da lui si aspettava ben altre prestazioni. Il classe 1996 è chiamato, sin dalla partita contro il Lecce, ad invertire questo trend, anche in vista dell’Europeo, dove spera di ritagliarsi un ruolo da protagonista.

I migliori marchi , con una ricerca facilitata , per la necessità del cliente…alla fine diventa un “ gioco “ scoprire oltre 200 marchi primari di assoluta qualità.

Iniziate il vostro tour e buon divertimento  CLICCA  QUI

wp-1582341420454.jpg

Fonseca ha cercato di spiegare le difficoltà del ragazzo, che sta sentendo il peso e la responsabilità di essere un giocatore romano e romanista. Un fardello che a gennaio aveva già portato all’addio in prestito di Florenzi e che evidentemente in questo periodo storico non porta particolare fortuna ai calciatori cresciuti nel settore giovanile di Trigoria e riusciti poi a ritagliarsi un ruolo di primo piano in prima squadra. Il tecnico portoghese ha ammesso di aver parlato con Pellegrini al fischio finale del match con il Gent e anche ieri – è una sua consuetudine parlare con i singoli dopo gli allenamenti – ha cercato di sollevare il morale del suo giocatore, ferito dai fischi del pubblico (sui social si è scatenata la polemica tra chi li ha condivisi e chi avrebbe evitato). Pellegrini, rincuorato anche dal suo procuratore Pocetta presente all’Olimpico (la palla rinnovo passerà nelle mani di Friedkin), vuole riscattarsi e ripagare la fiducia di chi ha sempre creduto nelle sue potenzialità.

FONTE    IL TEMPO – BIAFORA 

img_20190702_1949461019116166158509138.jpg

I dubbi di Smalling: «Riscatto? Solo ad obiettivi raggiunti»

 – Nonostante sia diventato già un leader della Roma, la permanenza di Smalling a Trigoria a fine stagione è tutt’altro che scontata. E lo stesso Smalling non si sbilancia in merito: «Restare a Roma? Sì, credo che il piano a inizio stagione fosse di contribuire il più possibile alla squadra e poi, in caso di una buona annata e traguardi raggiunti, discuterne.

I migliori marchi , con una ricerca facilitata , per la necessità del cliente…alla fine diventa un “ gioco “ scoprire oltre 200 marchi primari di assoluta qualità.
Iniziate il vostro tour e buon divertimento.  CLICCA  QUI

wp-1582368950258148289102.png

Sono stato più che felice della mia prima metà di stagione, ora dobbiamo andare avanti così, spingere e chiudere la stagione alla grande perché abbiamo molto per cui lottare. La priorità era trovare il campo con continuità, ma la mia famiglia si è stabilita qui, io sto imparando la lingua e la cultura, è qualcosa di cui hai bisogno per prendere il massimo». Il suo futuro è ancora tutto da scrivere, i tifosi giallorossi si augurano vivamente continui ad essere nella Roma.

FONTE    LA GAZZETTA DELLO SPORT

img_20190913_1111136074328384235113272.jpg