INFORMAZIONE di servizio……. Coronavirus, 1.128 casi: 29 morti, 50 guariti. In Lombardia altre 6 vittime, 2 in Emilia

Coronavirus, sono 1.049 le persone che ad oggi risultano positive al virus. A queste si aggiungono 29 persone decedute e 50 guariti in tutta Italia, per un totale di 1.128 casi. Oggi sono state registrate altre 8 vittime: sei in Lombardia e due in Emilia Romagna. Complessivamente, dall’inizio dell’emergenza sono stati dunque 1.128 i contagiati. È il bilancio fornito dal capo della Protezione civile, Angelo Borrelli. «Le persone ricoverate sono il 38%» delle persone malate «e il 10% in terapia intensiva», dice il Commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus, Angelo Borrelli, parlando alla Protezione civile. 

Sei alla ricerca di un marchio importante per calzature, sneakers, abiti, jeans, articoli sportivi, occhiali da sole.ecc

clicca qui

 troverai su questa pagina facebook quello che cerchi , a prezzi scontatissimi, e inoltre con il codice, scontoamici, al momento degli acquisti, avrai un ulteriore sconto.

wp-1582791549708.jpg

Il 52% degli ammalati di Coronavirus sono in isolamento domiciliare.

«I casi che oggi individuiamo e segnaliamo sono casi che hanno contratto infezioni prima che adottassimo queste misure». Lo ha detto Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, in conferenza stampa per fare il punto sull’emergenza coronavirus.

Primo positivo in Friuli Venezia Giulia: caso a Gorizia. La Regione Friuli Venezia Giulia informa che, a seguito degli approfondimenti clinici effettuati su un sospetto caso di 

wp-1582908064781.jpg      wp-15829603129461122906212.png          wp-1582960978556815876677.jpg

 

coronavirus a Gorizia, la persona è risultata positiva a entrambi i tamponi faringei previsti dal protocollo. Si tratta del primo caso in Friuli Venezia Giulia. La persona non è grave ed è in isolamento. Sono stati inviati all’Istituto Superiore di Sanità per la conferma dell’esito, mentre il paziente è stato preso in carico dal Servizio Sanitario Regionale ed è stato posto in quarantena.

I dati del contagio regione per regione. Rispetto a ieri, quando si contavano 21 morti, sono otto le persone che si aggiungono alla lista dei deceduti per il coronavirus, secondo quanto comunicato dal capo della Protezione civile Angelo Borrelli. Riguardo ai contagiati, nello specifico, in Lombardia ci sono 552 positivi, 40 dimessi e 23 deceduti, per un totale di 5.723 tamponi eseguiti. In Veneto 189 positivi, due deceduti e 8.659 tamponi. In Emilia Romagna 213 positivi, quattro deceduti e 1.550 tamponi. In Piemonte undici positivi e 308 tamponi. In Liguria 38 positivi, quattro dimessi e 121 tamponi. Marche: undici positivi e 68 tamponi. In Toscana dieci positivi, un dimesso e 531 tamponi. In Sicilia, 2 positivi e 2 dimessi e sei tamponi. Nel Lazio tre positivi, 679 tamponi. Campania: 13 positivi e 373 tamponi. In Puglia tre positivi e 252 tamponi. A Bolzano un positivo e 16 tamponi. In Abruzzo due positivi e 43 tamponi. In Calabria un positivo e 27 tamponi. In Sardegna nessun positivo e un solo tampone. In Umbria nessun positivo, 31 tamponi. In tutte le altre regioni non si segnalano contagiati. 

wp-1580641424222.jpg

Arrojo (vice dg Siviglia): “Le autorità italiane ci hanno trasmesso tranquillità”

Jesús Arroyovicedirettore generale del Siviglia, è intervenuto sulla situazione coronavirus in vista del match contro la Roma in programma per il 12 marzo allo stadio Ramón Sánchez-Pizjuáne il ritorno il 19 marzo all’Olimpico.

Sei alla ricerca di un marchio importante per calzature, sneakers, abiti, jeans, articoli sportivi, occhiali da sole.ecc

clicca qui

 troverai su questa pagina facebook quello che cerchi , a prezzi scontatissimi, e inoltre con il codice, scontoamici, al momento degli acquisti, avrai un ulteriore sconto.

wp-1582791549708.jpg

 Come scrivono in Spagna, l’Uefa ha incontrato a Nyon le squadre coinvolte, con particolare attenzione ai club che si recheranno nei Paesi focolaio del contagio, tra questi l’Italia. Queste le sue parole:

Clicca sulle immagini e visiterai i brand

wp-1582908064781.jpg      wp-1582908084184.jpg    wp-15829603925251357724528.png

“Le autorità italiane ci hanno trasmesso tranquillità. Abbiamo avuto un incontro con l’Uefa dopo il sorteggio (ieri a Nyon, ndr) e il messaggio è rassicurante, l’evoluzione della situazione verrà monitorata nei prossimi giorni. Tutto lascia intendere che non vi sarà alcuna incidenza sugli ottavi”.

wp-1580886654818.jpg

Mezza Serie A rinviata, Marotta furioso: “Il campionato così è falsato. E ora può saltare”

Il dirigente nerazzurro: “Pressioni della Juve? Non mi interessa, da Lega azione grave. Con il Sassuolo si giochi a porte aperte”

Beppe Marotta è una furia. L’aria del rinvio di Juventus-Inter (e delle altre partite) l’aveva fiutata venerdì sera, come riporta La Gazzetta dello Sport. E ieri è sbottato, affermando che la vicenda è stata affrontata male e con troppa leggerezza.

Sei alla ricerca di un marchio importante per calzature, sneakers, abiti, jeans, articoli sportivi, occhiali da sole.ecc

clicca qui

 troverai su questa pagina facebook quello che cerchi , a prezzi scontatissimi, e inoltre con il codice, scontoamici, al momento degli acquisti, avrai un ulteriore sconto.

wp-1582791549708.jpg

Secondo l’a.d. nerazzurro andava gestita con tempistiche diverse, per evitare certe allusioni. Nello specifico si è lamentato della mancata convocazione di un consiglio di Lega straordinario prima della decisione del presidente Dal Pino che ha deciso senza interpellare nessuno.

Clicca sulle immagini e visiterai i brand

wp-1582908064781.jpg      wp-1582918801481.jpg  wp-1582918855860.jpg

E il campionato rischierebbe di non concludersi se dovessero saltare altre partite, racconta Marotta. Che poi si chiede: “Perché è stata decisa la data di Juventus-Inter prima di quella di Inter-Sampdoria? In base a quale principio?”. Ma non finisce qui. Per il dirigente dell’Inter il campionato così sarebbe falsato, basti pensare alle squalifiche e agli infortuni. Oltre agli aspetti psicologici di una squadra penalizzata dalla nuova classifica. Niente a che vedere con Lotito, però: per Marotta il presidente della Lazio è dispiaciuto dei rinvii.

FONTE  La Gazzetta dello Sport

wp-15830568148971865662949.png

Pallotta lascia con perdite e Friedkin parte già in “rosso”

Aspettando ad ore l’ufficialità del passaggio di proprietà l’ultima semestrale mette in mostra numerose situazioni di criticità

“Con la Lazio prima in classifica e i conti che lascia Pallotta, non ci resta che sperare in Friedkin“. È il refrain andato in scena ieri nel tardo pomeriggio sia sui social che nelle radio locali, stella polare dell’umore dei tifosi romanisti, come riporta Stefano Carina su Il Messaggero.

Sei alla ricerca di un marchio importante per calzature, sneakers, abiti, jeans, articoli sportivi, occhiali da sole.ecc

clicca qui

 troverai su questa pagina facebook quello che cerchi , a prezzi scontatissimi, e inoltre con il codice, scontoamici, al momento degli acquisti, avrai un ulteriore sconto.

wp-1582791549708.jpg

In effetti, aspettando ad ore l’ufficialità del passaggio di proprietà (ultimata tra le parti la stesura dei contratti, è in atto la revisione degli stessi prima della firma degli accordi preliminari) la semestrale che chiude l’era Pallotta mette in mostra numerose situazioni di criticità che toccherà a Friedkin fronteggiare.

E questo nonostante l’imprenditore bostoniano abbia versato – oltre ai 50 milioni di liquidità addizionale iscritti a livello contabile – altre due tranche in conto capitale di 600mila euro a gennaio e 9,4 milioni a febbraio (citate ma non contabilizzate nella semestrale) più una terza (non presente ma già effettuata) di altri 20 milioni che fa sì che il residuo dell’aumento di capitale che dovrà coprire il nuovo proprietario sarà di 70 milioni.

Clicca sulle immagini e visiterai i brand

wp-1582908064781.jpg         wp-1582960978556815876677.jpg       wp-1582960741751467015985.png

Uno dei dati sorprendenti è certamente il passivo di quasi 87 milioni di euro (86,966) che renderà improbo il compito di rispettare il Fair Play Finanziario (c’è da sperare nella ‘scorciatoia’ del Voluntary agreement, anche se almeno per ora la Roma non ha i requisiti per richiederlo): in precedenza il peggior bilancio dopo 6 mesi era stato quello del 2016-17, quando Spalletti venne eliminato nel preliminare di Champions dal Porto, chiuso a – 42 milioni.

Clicca sulle immagini e visiterai i brand

wp-1582960500063119665958.png       wp-1582918726406.jpg

Un anno fa invece di questi tempi si segnava addirittura un segno positivo di +1,669. Un passivo su cui pesano i cali dei ricavi complessivi (diminuiti da 134,814a 84,641,con un – 40,173 dovuto ai mancati introiti da botteghino e diritti tv) a cui non ha fatto fronte uno stesso calo dei costi (da 136,074 a 123,907, con appena un -12,167). Un crollo dovuto a due fattori: 1) In primis alla mancanza delle entrate della Champions. Lo scorso anno erano 53,3 milioni mentre l’Europa League ne ha garantiti sinora 15,4
2) Il drastico calo delle plusvalenze realizzate con la vendita dei calciatori da parte del nuovo ds Petrachi. Nei conti dei primi 6 mesi, figurano soltanto i 19 milioni legati alle cessioni di El Shaarawy, Marcano e Gerson contro i76del 2018-19.

Clicca sulle immagini e visiterai i brand

wp-1582907966431.jpg       wp-1582918825657.jpg

In questo contesto precario, non mancano nemmeno le sorprese. Su tutte, si scopre come sul contratto sottoscritto da Kolarov (che a novembre festeggerà 35 anni) per il rinnovo sino al 2021, ci sia anche l’opzione (al raggiungimento di determinati risultati sportivi) per estenderlo sino al 2022.

FONTE    Stefano Carina  Il Messaggero.

img_20191121_1018224740824274774018611.jpg

Fonseca: “Le partite andavano tutte rinviate. Con il Cagliari gioca Kalinic” –

Il tecnico giallorosso ha presentato il match di domani: “Mi fido delle autorità, ma per non avere dubbi sulla regolarità sportiva del campionato o si giocano tutte le partite o non se ne gioca nessuna”

La Roma torna in campo dopo il pareggio in Belgio che è valso il passaggio agli ottavi di finale di Europa League. A 72 ore di distanza la squadra di Fonseca vola a Cagliari per il match insidioso contro i rossoblù di Maran, ancora in crisi di risultati. In un turno di campionato falcidiato dai rinvii per l’allarme coronavirus, i giallorossi sono obbligati a vincere per restare in scia dell’Atalanta. Come di consueto, il tecnico della Roma Paulo Fonseca ha preso la parola nella conferenza stampa della vigilia.

 

Sei alla ricerca di un marchio importante per calzature, sneakers, abiti, jeans, articoli sportivi, occhiali da sole.ecc

clicca qui

 troverai su questa pagina facebook quello che cerchi , a prezzi scontatissimi, e inoltre con il codice, scontoamici, al momento degli acquisti, avrai un ulteriore sconto.

wp-1582791549708.jpg

FONSECA IN CONFERENZA STAMPA

Come sta la squadra?
Il gruppo è stanco come normale che sia. Non abbiamo avuto tempo per recuperare da una partita difficile su un campo difficile, ma ci siamo allenati bene. La squadra è motivata e ha fiducia.

Clicca sulle immagini e visiterai i brand

wp-1582908064781.jpg                 wp-1582918735660.jpg           wp-1582919231841.jpg

Veretout e Perotti come stanno?
Perotti è molto debole, ora è difficile che recuperi per la partita. Veretout sta bene, si è allenato, ha un piccolo problema al piede ma sta bene.

La Roma domani giocherà la 36esima partita della stagione, il Cagliari la 27esima: sarà un fattore importante in questa ultima parte?
Speriamo di no. Il numero delle partite adesso non è importante, ma lo è il tempo di recupero per le partite.

Clicca sulle immagini e visiterai i brand

wp-15829606472891876592333.png        wp-15829603129461122906212.png    wp-1582908112443.jpg

La Roma ora ragiona meno e corre di più: la squadra è in grado di tenere questo ritmo come contro il Lecce?
Noi vogliamo sempre avere un ritmo alto, momenti di accelerazione durante la partita. I numeri dimostrano che questa squadra corre molto, ora è importante gestire bene i momenti della partita. Vogliamo avere sempre momenti di accelerazione, ma ora è più importante non perdere facilmente la palla, altrimenti poi dobbiamo correre per recuperarla. Scegliere i momenti in cui attaccare è molto importante per noi.

Clicca sulle immagini e visiterai i brand

wp-1582908084184.jpg        wp-1582960534348333437159.png      wp-1582960482398144751186.png

Perché crede così tanto nel quarto posto?
Per prima cosa perché sono una persona ottimista e positiva. Abbiamo tutti possibilità, non credo che l’Atalanta non perderà punti fino alla fine del campionato. Noi dobbiamo fare meglio di quanto abbiamo fatto fino ad ora, ma sono ottimista, vedo che il gruppo ci sta credendo e per questo credo molto nei miei giocatori. Dobbiamo crederci e continuare a lavorare per raggiungere questa posizione.

Non aver giocato mai di lunedì dopo la coppa quanto influisce sui giocatori e sulla sua scelta della formazione?
Stiamo parlando troppo di questa cosa. Io non voglio che questo possa essere una scusa per qualche situazione. Io ne ho parlato perché mi è stato chiesto ed è la verità, non abbiamo tanto tempo per recuperare come successo per il Gent. Io quando parlo di questo voglio dire che per me è importante avere almeno 72 ore per recuperare i giocatori.

Sui rinvii decisi dalla Lega: è d’accordo o bisognava rinviare tutte le partite?
Le autorità stanno cercando di prendere la decisione migliore in questo momento difficile. Io mi fido della autorità competenti, noi dobbiamo pensare che questo sia un problema che le autorità stanno facendo di tutto per risolvere. Poi si può avere un problema di regolarità sportiva, per non avere dubbi su questa regolarità c’è bisogno che se non si gioca una partita non devono giocarsi neanche le altre. O se si gioca una partita devono giocarsi anche tutte le altre. Possono essere porte aperte o chiuse, ma se si gioca una partita devono giocarsi anche tutte le altre.

Visti i numeri delle perdite economiche della società, questo può avere influito sui giocatori e sulla percezione del futuro della Roma?
No, nessuna influenza sui giocatori. Dei numeri non posso parlare perché non sono un economista, ma sono l’allenatore. Ma non c’è nessuna influenza sui giocatori.

Le condizioni di Diawara e Pellegrini, come sta Lorenzo psicologicamente?
Molto bene, ci parlo tutti i giorni e sta molto bene. Diawara sta meglio ogni giorno, speriamo che nei prossimi giorni possa essere una soluzione per me. Sta recuperando bene. Se continua così penso che dopo la prossima settimana potrò averlo a disposizione per giocare. Dipende dalla prossima settimana.

Si può recuperare anche una fase offensiva come a inizio stagione?
Vogliamo avere sempre una squadra offensiva, come nella partita con il Lecce. Contro il Gent è stata una partita diversa, ma vogliamo sempre essere offensivi e per questo lavoriamo ogni giorno.

Ci sarà per Dzeko l’opportunità di riposare?
Volete sapere se Dzeko gioca domani? Vi dico che domani giocherà Kalinic.

Le condizioni di Pastore?
Stiamo cercando di aiutarlo a recuperare da questa situazione cronica. In questa ultima settimana è migliorato molto, vediamo cosa succede nei prossimi tempi.

Il passaggio di proprietà può riportare entusiasmo nei tifosi?
Se succederà ne parleremo.

Ma Dzeko e Kalinic giocheranno insieme con un cambio modulo?
Vediamo, vediamo (ride, ndc)

img_20190709_0632203940671000147366106.jpg

Cagliari-Roma, i convocati di Fonseca: out Perotti e Pellegrini, c’è Veretout. Tornano Mirante e Jesus

L’argentino, come anticipato dal mister in conferenza, non sarà a disposizione mentre il francese recupera

La Roma si prepara alla sfida contro il Cagliari di domani alle 18. Fonseca è alle prese con qualche problema di formazione, vista la squalifica di Mancini e le condizioni non perfette di Perotti e Veretout.

Sei alla ricerca di un marchio importante per calzature, sneakers, abiti, jeans, articoli sportivi, occhiali da sole.ecc

clicca qui

 troverai su questa pagina facebook quello che cerchi , a prezzi scontatissimi, e inoltre con il codice, scontoamici, al momento degli acquisti, avrai un ulteriore sconto.

wp-15827963861931029592666.png

L’argentino, così come Pellegrini, non sarà a disposizione del tecnico e non fa parte della lista dei convocati diramati dal sito ufficiale giallorosso. Il francese – al pari di Mirante e Jesus – fa parte della spedizione in Sardegna, ecco l’elenco completo:

Clicca sulle immagini e visiterai i brand

wp-1582908064781.jpg      wp-1582907966431.jpg    wp-15829604487161400830930.png

Portieri: Pau Lopez, Mirante, Fuzato.
Difensori: Jesus, Smalling, Kolarov, Cetin, Santon, Fazio, Bruno Peres, Spinazzola, Ibanez.
Centrocampisti: Cristante, Villar, Veretout, Mkhitaryan
Attaccanti: Dzeko, Under, Kalinic, Carles Perez, Kluivert.

wp-1581594220918869276140.png

 

Cagliari-Roma, tocca a Kalinic: in stagione zero gol in 400 minuti

Si giocava all’Olimpico contro il Cagliari e l’ex Atletico Madrid aveva trovato nel finale il gol vittoria per i suoi che magari avrebbe anche cambiato il resto della sua stagione. L’arbitro Massa, tra le polemiche, decise però di annullare quel 2-1 per un presunto fallo proprio di Kalinic su Pisacane (che entrò in contatto con Olsen).

Sei alla ricerca di un marchio importante per calzature, sneakers, abiti, jeans, articoli sportivi, occhiali da sole.ecc

clicca qui

 troverai su questa pagina facebook quello che cerchi , a prezzi scontatissimi, e inoltre con il codice, scontoamici, al momento degli acquisti, avrai un ulteriore sconto.

wp-15827963861931029592666.png

Quasi cinque mesi dopo tocca di nuovo a lui nell’attacco della Roma: “Gioca domani contro il Cagliari“, ha detto a sorpresa Fonseca in conferenza stampa. E proprio Nikola dovrà invertire le sorti di una stagione finora da dimenticare: in 408′ minuti di utilizzo ha messo a segno solo un assist in Coppa Italia contro il Parma in Coppa Italia. E nessun gol. 

CLICCA SULLE IMMAGINI E VISITERAI I BRAND

wp-1582908064781.jpg       wp-1582960978556815876677.jpg wp-1582960534348333437159.png

Fonseca l’ha annunciato per motivarlo ancora di più. Arrivato in estate per far rifiatare Dzeko, di fatto non è mai riuscito nel suo compito: in campionato ha giocato solo una partita per 45′ (con la Sampdoria a Genova) mentre in tutte le altre partite (solo sette) è stato utilizzato al massimo per diciassette minuti.

CLICCA SULLE IMMAGINI E VISITERAI I BRAND

wp-15829605184241624037070.png    wp-15829610384071014155011.jpg    wp-1582918735660.jpg  wp-15829604645971568332485.png

In Europa League invece scampoli finali col Basaksehir e poi 90′ nel pareggio contro il Wolfsberger fuori casa. Poi in Coppa due partite saltate per infortunio (frattura del perone che l’ha tenuto fuori un mese) e quattro panchine consecutive. In Coppa Italia come detto l’unica gioia con l’assist a Pellegrini al Tardini in quella che poi è stata anche la sua miglior prestazione stagionale. Poi ha giocato da titolare anche a Torino contro la Juventus (Dzeko era squalificato), con risultati ben diversi. Domani l’occasione per dimostrare di poter dare il suo contributo alla Roma.

wp-1583037230036.jpg