Roma, senza Pellegrini comanda Mkhitaryan: con lui 3 assist e più fluidità in attacco

L’armeno da quando è tornato ha realizzato tre gol e tre assist. Una rete ogni 170′ minuti, come per Salah nell’ultimo anno in giallorosso. I lavori per il riscatto dall’Arsenal continuano

La ripartenza della Roma ha il volto e la firma di Mkhitaryan. Dal 7 febbraio a oggi l’ex Arsenal ha giocato interamente cinque partite (più 11’ nell’andata col Gent) realizzando tre gol e fornendo tre assist. Il numero 77 ci ha sicuramente messo più del previsto per farsi apprezzare, ma da quando ha cominciato a girare, la Roma è un’altra squadra.

 

Sei alla ricerca di un marchio importante per calzature, sneakers, abiti, jeans, articoli sportivi, occhiali da sole.ecc

clicca qui

 troverai su questa pagina facebook quello che cerchi , a prezzi scontatissimi….

wp-15827963861931029592666.png

 

DISTRIBUTORE DI QUALITÀ – Dopo la sconfitta col Sassuolo Dzeko ci aveva messo la faccia: “Ci manca qualità”. E specialmente in mezzo al campo, con Pellegrini che da gennaio è entrato in una fase di down preoccupante e Pastore bloccato in infermeria, la Roma si è ritrovata senza uomini in grado di fare giocate decisive. Un vuoto colmato da Mkhitaryan, che in stagione ha una media assist inferiore solo a Pellegrini, ma che rispetto al numero 7 ha realizzato cinque gol in più nonostante le sette presenze in meno. L’armeno segna una rete ogni 170’ minuti. L’ultimo in grado di tenere un ruolino simile – che non si chiamasse Edin Dzeko – è stato Salah. L’egiziano nella sua ultima stagione a Roma ha chiuso con un gol ogni 167’ minuti. Statistica campionata sul triplo dei minuti passati in campo rispetto a Mkhitaryan, ma che in parte racconta la dimensione di felicità che Henrikh sta portando a Fonseca.

Acquistando i prodotti di questa pagina
al raggiungimento di un importo di € 450,00 annue riceverete in OMAGGIO una Jolie red Lavazza.
Per ulteriori dettagli scrivere:

virtualstore@outlook.it

wp-1583177777564598803616.png                                                  wp-1583177754392879638020.png

ESPERIENZA – Un plus che Pellegrini non ha mai fatto mancare alla Roma sono i passaggi chiave. Anche in questa stagione, nonostante le difficoltà, il vice-capitano ha una media di 2.8 per partita (più di ogni giocatore in rosa). Mkhitaryan viaggia a 1.2, molti di meno. Da quando è tornato in campo lo scorso 7 febbraio ha creato in tutto sette passaggi chiave, tre dei quali però si sono trasformati in assist vincenti. Concretezza e zero fronzoli. “La pressione per me non è un problema” ha raccontato in un’intervista uscita ieri, e si vede. Manchester United, Arsenal e Borussia Dortmund sono esperienze che l’hanno temprato e che gli hanno dato la forza di prendere la Roma per mano e portarla lontano dalle difficoltà. Contro il Cagliari ha giocato la partita migliore della sua stagione: un gol, un assist, tre tiri in porta, cinque dribbling riusciti su sei tentati, cinque contrasti vinti e una precisione nei passaggi dell’84 per cento.

RUOLO E FUTURO – Il problema muscolare di Pellegrini si risolverà in tempi stretti. Lorenzo potrebbe rientrare tra i convocati già nel prossimo match (a seconda della decisione sui recuperi, con la Sampdoria domenica o con il Siviglia). A quel punto Fonseca dovrà decidere se spostare di nuovo Mkhitaryan sull’esterno, oppure se abbassare proprio il numero 7 in mediana. Entrambi hanno dimostrato di dare il meglio quando agiscono alle spalle di Dzeko e per questo la loro convivenza diventa quasi un problema (“uno di quelli che ogni allenatore vorrebbe” ha spiegato Fonseca”). Intanto da tempo la Roma è al lavoro con l’Arsenal per il riscatto del giocatore. Mkhitaryan si era già conquistato il riscatto grazie alla sua attitudine in campo e in allenamento. I Gunners però continuano a chiedere almeno 15 milioni. Con un solo anno di contratto rimanente e i tanti problemi fisici che continuano a tormentare Micki, è una cifra che a Trigoria considerano alta. L’obiettivo Champions League sarà decisivo. Se la Roma e Mkhitaryan ci riusciranno, allora per il matrimonio servirà solo la firma.

FONTE   Valerio Salviani

img_20190903_0847543923903785577712041.jpg

Kalinic-Dzeko, gemelli diversi. Fonseca ha un’opzione in più

 – La grande verità con cui la Roma ha fatto ritorno da Cagliari è soprattutto questa: ora Edin Dzeko ha un’alternativa e, quando necessario, potrà anche riposare. E quella alternativa non è niente di diverso da quella che doveva essere fin da inizio stagione, se non fosse altro che Nikola Kalinic ha sempre girato a vuoto.

Sei alla ricerca di un marchio importante per calzature, sneakers, abiti, jeans, articoli sportivi, occhiali da sole.ecc

clicca qui

 troverai su questa pagina facebook quello che cerchi , a prezzi scontatissimi….

wp-15827963861931029592666.png

Un po’ per sfortuna, un po’ per colpa sua, un po’ perché magari anche il destino ha voluto così. A Cagliari, però, Fonseca ha deciso di dargli spazio, complice anche la grande stanchezza di Dzeko, palesata soprattutto nella ripresa di Europa League, nella gara contro il Gent.

Acquistando i prodotti di questa pagina
al raggiungimento di un importo di € 450,00 annue riceverete in OMAGGIO una Jolie red Lavazza.
Per ulteriori dettagli scrivere:

virtualstore@outlook.it

wp-1583177777564598803616.png                                            wp-1583177754392879638020.png

E stavolta Kalinic non ha perso l’occasione. Dimostrando, però, che la Roma ora non solo ha un’alternativa, ma anche un modo diverso di giocare: con Dzeko Fonseca ha in campo un regista offensivo, con Kalinic un centravanti più puro.

FONTE  LA GAZZETTA DELLO SPORT 

img_20190709_093846204332763197651200.jpg

Recuperi Serie A: in corso consiglio di Lega straordinario

Qualcosa si muove e anche con una certa urgenza, dato che la necessità di definire un calendario è impellente. Un consiglio straordinario di Lega, con le parti interessate collegate in conference call, è da poco in corso. Ovviamente, sul tavolo, la ricerca di un’intesa sulle date utili per i recuperi delle gare di campionato saltate nell’ultimo weekend e nella settimana precedente.

Sei alla ricerca di un marchio importante per calzature, sneakers, abiti, jeans, articoli sportivi, occhiali da sole.ecc

clicca qui

 troverai su questa pagina facebook quello che cerchi , a prezzi scontatissimi….

wp-15827963861931029592666.png

Al momento non è chiaro se si parlerà anche della Coppa Italia (Juve-Milan in campo mercoledì a Torino, Napoli-Inter al San Paolo giovedì), ma non è escluso che si tocchi anche questo argomento per definire, ad esempio, l’opportunità o meno di riaprire, almeno parzialmente, l’Allianz Stadium. 

Stando a quanto trapela si tratta di un primo confronto in attesa di ratificare le decisioni mercoledì 4 marzo, quando, cioè, è in programma a Roma un’assemblea della Lega Serie A.

Acquistando i prodotti di questa pagina
al raggiungimento di un importo di € 450,00 annue riceverete in OMAGGIO una Jolie red Lavazza.
Per ulteriori dettagli scrivere:

virtualstore@outlook.it

wp-1583177777564598803616.png                          wp-1583177754392879638020.png

Queste, in attesa di ulteriori novità, le ipotesi sul tavolo: 

1) Scartata l’ipotesi (“provocatoria”) di giocare Juve-Inter a porte parzialmente aperte lunedì 2, ora si lavora a quella di far slittare una giornata di campionato. Le sei partite rinviate verrebbero così recuperate tra sabato 7, domenica 8 e lunedì 9, così il match clou dello Stadium si potrebbe giocare a porte aperte salvando l’incasso (circa 5 mln) dei bianconeri e l’immagine del Paese all’estero.

La 27esima giornata verrebbe così interamente spostata al 13 maggio (e dunque la finale di Coppa Italia slitterebbe al 20 maggio e a San Siro, perché l’Olimpico verrà ‘consegnato’ alla Uefa per Euro 2020). Una soluzione questa che salverebbe la consequenzialità delle giornate e che soprattutto alleggerirebbe il calendario di maggio dell’Inter, che infatti si è detta favorevole: “Sarebbe corretto mantenere la scansione temporale. Le partite rinviate dovrebbero avere la precedenza. Juve-Inter di lunedì? Ne discuteremo dopodomani” ha detto Marotta.

2) L’altra possibilità che resta in piedi, ma che piace a pochi, è lo scivolamento della 26esima giornata al 13 maggio, con il prossimo weekend di campionato che verrebbe riscritto seguendo il decreto governativo: si giocherebbe dunque sabato e domenica a porte aperte dove è possibile spostando al lunedì successivo le partite soggette a restrizioni. Sempre che l’emergenza termini davvero domenica 8 marzo…

FONTE    Sportmediaset

screenshot_2018-07-24-09-42-11_1_1975186116.jpg

INFORMAZIONE DI SERVIZIO……….. Virus, la Protezione civile aggiorna il bollettino: i casi positivi in Italia sono più di 1.800 e i guariti salgono a 166

Le persone positive al coronavirus in Italia, attualmente, sono 1.835. Di questi, 927 al momento si trovano in isolamento domiciliare (e quindi sarebbero asintomatici), mentre 742 sono i pazienti ricoverati con sintomi. In Italia, in terapia intensiva, invece, si trovano 166 persone e i dimessi guariti salgono considerevolmente, raggiungendo i 149 casi.

Sei alla ricerca di un marchio importante per calzature, sneakers, abiti, jeans, articoli sportivi, occhiali da sole.ecc

clicca qui

 troverai su questa pagina facebook quello che cerchi , a prezzi scontatissimi….

wp-15827963861931029592666.png

E i decessi sono arrivati a 52. I numeri sono quelli riferiti dal bollettino d’aggiornamento della Protezione civile e dal commissario , che ha contato finora 23.345 tamponi effettuati. Intanto, in Molise, sarebbe stata trovata positiva una paziente di 80 anni, la cui famiglia è stata posta in isolamento per eventuali contagi. In base alle prime informazioni, un ulteriore test sul tampone prelevato sarà effettuato dallo Spallanzani di Roma.

Acquistando i prodotti di questa pagina
al raggiungimento di un importo di € 450,00 annue riceverete in OMAGGIO una Jolie red Lavazza.
Per ulteriori dettagli scrivere:

virtualstore@outlook.it

wp-1583177777564598803616.png                                                        wp-1583177754392879638020.png

Le percentuali

“Il totale delle persone ancora malate di coronavirus è di 1.835, un incremento di 258 rispetto a ieri sera”, ha chiarito il commissario straordinario per l’emergenza coronavirus, Angelo Borrelli, che commentando i numeri ha aggiunto un elemento: “Quello che è confortante è che il 50% dei 258 è di persone asintomatiche o in isolamento domiciliare, il 40% è ricoverato con sintomi e il 10% è in terapia intensiva”. Il commissario, parlando di questi ultimi pazienti ricoverati, ha sottolineato che non esistono, al momento, criticità per i posti letto.

La mappa dei contagi

Il numero di confermati dall’Istituto superiore di Sanità è, invece, di 668, come dichiarato da Gianni Rezza, direttore del dipartimento malattie infettive. In questo momento, la regione maggiormente colpita rimane la Lombardia, con 1.254 casi totali, seguita poi dall’Emilia-Romagna, con 335 persone malate, dal Veneto, che ne conta 273 e il Piemonte, con 51 pazienti colpiti. Secondo la protezione civile, per ora non si registrano casi in Valle d’Aosta, nella provincia di Trento, in Molise, Basilicata e Sardegna (nonostante sia stato confermato un caso legato a un imprenditore sardo ricoverato a Cagliari). Borrelli, confermando i numeri di Lombardia, Veneto, Emilia e Piemonte avrebbe aggiornato la mappa delle persone colpite: “Quattro nel Lazio, sette in Sicilia, 35 nelle Marche, 13 in Toscana, 22 in Liguria, due in Umbria, 17 in Campania, cinque in Abruzzo e in Calabria e a Bolzano uno”.

Iss:”Roma sotto controllo”

Intanto, arriva la rassicurazione che nella capitale non dovrebbe aprirsi nessun nuovo focolaio, nonostate alcuni casi individuati nelle ultime ore. L’Istituto superiore della Sanità ha precisato: “Ci è stato comunicato che si tratta di un caso legato alla zona rossa. Nella capitale ci sono piccole catene di trasmissione rintracciabili e la situazione è sotto controllo”. Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, dopo il punto stampa della protezione civile, non ha rilasciato dichiarazioni e si è riunito con il ministro della Salute, Roberto Speranza, e i vertici del dipartimento per fare il punto sull’emergenza. Secondo l’Iss, che sta cercando di ricostruire le curve epidemiche, per osservare gli effetti delle misure attuate finora sarà necessario attendere ancora 10-14 giorni.

Una “settimana importante”

Intervistato al Tg1, il commissario Borrelli ha dichiarato: “Non so se sarà una settimana decisiva, sicuramente sarà una settimana importante, dove capiremo l’andamento della diffusione del coronavirus nel nostro Paese e ci mettiamo tutto l’impegno necessario”. E, tra i consigli, il capo della Protezione civile ha raccomandato: “Dobbiamo evitare i luoghi affollati, lavarsi spesso le mani, evitando il contatto con persone potenzialmente rischiose”.

I decessi (e le cause)

E se oggi sono guarite 149 persone dal covid-2019, è comunque necessario tenere presente che, da ieri, altre 18 persone (15 in Lombardia e tre in Emilia-Romagna), anziane e con patologie pregresse, hanno perso la vita portando il numero dei decessi nel nostro Paese a 52. Almeno per ora, visto che dovrà essere l’Istituto superiore di Sanità a stabilire con certezza se la causa della morte è direttamente collegata al coronavirus. In base alle prime informazioni, quasi tutti idecessi sono avvenuti in Lombardia, ma anche nelle Marche, dove in queste ore si è registrata la prima vittima.

FONTE  Lavinia GrecI

wp-1580641424222.jpg

 

Kolarov si riprende la sua fascia e punta già al 2022

 – C’è stato un giorno in cui a Paulo Fonseca l’idea è balenata: forse posso fare a meno di Kolarov. Se così fosse, il momento di svolta dev’essere stato il 19 gennaio. La Roma batte il Genoa 1-3, il serbo è ai box e Spinazzola è il migliore in campo.

Sei alla ricerca di un marchio importante per calzature, sneakers, abiti, jeans, articoli sportivi, occhiali da sole.ecc

clicca qui

 troverai su questa pagina facebook quello che cerchi , a prezzi scontatissimi….

wp-15827963861931029592666.png

Da quel momento, per le successive cinque partite, la titolarità del numero 11 è stata messa in forte dubbioed è partito diverse volte dalla panchina. La sconfitta contro l’Atalanta ha fatto tornare Fonseca sui suoi passi: il portoghese ha schierato Kolarov dal primo minuto nelle successive 4 partite, e il serbo ha risposto giocando sempre meglio.

Acquistando i prodotti di questa pagina
al raggiungimento di un importo di € 450,00 annue riceverete in OMAGGIO una Jolie red Lavazza.
Per ulteriori dettagli scrivere:

virtualstore@outlook.it

wp-1583177777564598803616.png                                                        wp-1583177754392879638020.png

Adesso l’obiettivo è quello di rimanere in giallorosso e di far scattare il prolungamento automatico del contratto fino al 2022 (ora è fino al 2021). Dopodiché potrebbe anche entrare nella dirigenza.

FONTE    LA GAZZETTA DELLO SPORT 

screenshot_2018-11-27-06-45-02_1-1435684413.jpg

 

Oggi controllo per Pellegrini. E Diawara stringe i tempi

– Non ci sarà stato il tempo primaverile dei giorni scorsi, ma per Fonseca e i giocatori della Roma ieri è stata una giornata all’insegna del relax. Oggi pure, il primo allenamento della settimana è previsto per domani, quando la squadra si ritroverà alle 11 a Trigoria, in attesa di sapere se giocherà o meno contro la Samp.

Sei alla ricerca di un marchio importante per calzature, sneakers, abiti, jeans, articoli sportivi, occhiali da sole.ecc

clicca qui

 troverai su questa pagina facebook quello che cerchi , a prezzi scontatissimi….

wp-15827963861931029592666.png

Acquistando i prodotti di questa pagina
al raggiungimento di un importo di € 450,00 annue riceverete in OMAGGIO una Jolie red Lavazza.
Per ulteriori dettagli scrivere:

virtualstore@outlook.it

wp-1583177777564598803616.png                                         wp-1583177754392879638020.png

Oggi, tra l’altro, è previsto un nuovo controllo per Pellegrini, mentre Diawara prosegue nel suo percorso di riabilitazione per tornare in gruppo dalla prossima settimana. Ieri a Trigoria, oltre al centrocampista azzurro, c’erano anche Pastore e Zappacosta, anche loro impegnati per cercare di rientrare nel gruppo entro marzo.

FONTE    LA GAZZETTA DELLO SPORT

img_20190702_1949461019116166158509138.jpg

Mercato, Kalinic saluta a giugno: la Roma non vuole il riscatto

Non è bastata la doppietta al Cagliari per cambiare le sorti del centravanti croato nella Capitale

Aveva interrotto il digiuno dal gol ed era riuscito finalmente a tornare decisivo sul campo: la vittoria della Roma contro il Cagliari, ieri alla Sardegna Arena, è passata in larga parte dai piedi di Nikola Kalinic.

Sei alla ricerca di un marchio importante per calzature, sneakers, abiti, jeans, articoli sportivi, occhiali da sole.ecc

clicca qui

 troverai su questa pagina facebook quello che cerchi , a prezzi scontatissimi….

wp-15827963861931029592666.png

L’attuale vice–Dzeko però si era reso protagonista, nei mesi scorsi, solamente di alcuni problemi fisici (la frattura del perone tra tutti) ed aveva attirato su di sé le critiche dell’ambiente romano a causa della poca incisività sul rettangolo di gioco.

Acquistando i prodotti di questa pagina
al raggiungimento di un importo di € 450,00 annue riceverete in OMAGGIO una Jolie red Lavazza.
Per ulteriori dettagli scrivere:
virtualstore@outlook.it

wp-1583177777564598803616.png                                 wp-1583177754392879638020.png

Secondo quanto riporta calciomercato.com, sarebbero proprio i suoi continui problemi fisici a spingere la Roma a chiudere l’esperienza del croato in giallorosso: la cessione societaria alle porte e il cambio dirigenziale sembrano voler allontanare Kalinic dalla Capitale, determinando in futuro il mancato riscatto del giocatore.

FONTE    calciomercato.com

wp-1583037230036.jpg

Roma, due giorni di riposo. Mkhitaryan: “Andiamo avanti in Europa” e Kalinic saluta a giugno

L’armeno tiene aperte le porte russe allo Zenit. Il Coronavirus rallenta la Serie A. Kluivert: “Il gol non ha prezzo”

Il giorno dopo il poker rifilato al Cagliari la Roma riposa: Fonseca, dopo i buoni risultati delle ultime partite, ha concesso ai suoi giocatori due giorni liberi per ricaricare le batterie.

Sei alla ricerca di un marchio importante per calzature, sneakers, abiti, jeans, articoli sportivi, occhiali da sole.ecc

clicca qui

 troverai su questa pagina facebook quello che cerchi , a prezzi scontatissimi….

wp-15827963861931029592666.png

 

Grazie ai gol di Kalinic, Kluivert e Mkhitaryan, l’Atalanta rimane a portata di mano e l’obiettivo stagionale del quarto posto è ancora raggiungibile. A farne le spese per la squadra avversaria stavolta è stato Maran, esonerato dal Cagliari. La Roma, invece, trova piano piano il modo di risollevarsi dal torpore di inizio anno, grazie soprattutto all’uomo del momento: Henrikh Mkhitaryan.

Acquistando i prodotti di questa pagina
al raggiungimento di un importo di € 450,00 annue riceverete in OMAGGIO una Jolie red Lavazza.
Per ulteriori dettagli scrivere:

virtualstore@outlook.it

wp-1583177777564598803616.png                                   wp-1583177754392879638020.png

Proprio l’armeno, in merito ai piani giallorossi per la stagione in corso, ha dichiarato: “Vogliamo arrivare tra le prime quattro e proseguire il più avanti possibile in Europa League”. Piani di un futuro ancora tutto da decidere per l’armeno, che lascerebbe comunque le porte aperte alle offerte provenienti dalla Russia. Stesso discorso per Kalinic: il croato torna in confidenza con il gol, ma non basta alla Roma per confermarlo anche nella prossima stagione. La società, infatti, non sembra volersi illudere ne riscattare il cartellino del centravanti, costretto così al ritorno all’Atletico Madrid a giugno. Kluivert, invece, è della Roma in tutto e per tutto e continua il personale momento di forma, dopo la rete al Gent e quella al Cagliari. L’olandese festeggia i due gol in quattro giorni sui social, descrivendo la gioia incontenibile che provoca vedere il pallone insaccarsi alle spalle del portiere: “Un’emozione che non ha prezzo”. 

Clicca sulle immagini per visitare i brand

wp-1582908064781.jpg      wp-1582908084184.jpg      wp-15829605722331584660648.png    wp-15829606472891876592333.png

CORONAVIRUS – La striscia di risultati utili consecutivi e il buon umore che si scorge sui volti degli uomini di Fonseca però deve fronteggiare, come tutto il mondo del calcio italiano, l’emergenza Coronavirus scattata nello Stivale. Nei prossimi giorni verranno stabiliti i termini di recupero delle 6 partite rinviate nella 26esima giornata: una delle strade percorribili permetterebbe di posticipare il prossimo turno (la 27esima giornata) per recuperare i match saltati a causa delle misure restrittive. In questo caso la Roma potrebbe trarre beneficio dalla situazione, scavalcando provvisoriamente la partita contro la Sampdoria (che oggi ha iniziato il lavoro atletico in vista della gara all’Olimpico), per prepararsi direttamente alla sfida del 12 marzo in Europa League contro il Siviglia. Per il presidente della FIFA, Gianni Infantino“la salute delle persone è infatti molto più importante di qualsiasi partita di calcio”.

Clicca sulle immagini per visitare i brand

wp-1582960703584217866283.png    wp-1582960534348333437159.png  wp-15829605184241624037070.png

ALTRO – In ogni caso, Coronavirus o meno, contro la Sampdoria non potrà esserci Nuno Campos: il vice di Fonseca infatti è stato squalificato e multato per 5000 euro dal Giudice Sportivo. Sanzionati così gli insulti in portoghese rivolti al Quarto Ufficiale nel nervoso finale di CagliariRoma. Il vice allenatore dei giallorossi sarà comunque al fianco di Fonseca nella panchina di Siviglia e, salvo sorprese, anche nel ritorno del 19 marzo all’Olimpico, per cui è iniziata oggi la prima fase di prelazione dei biglietti acquistabili unicamente dai possessori dell’abbonamento Europa League.

FONTE   SAVERIO  GRASSELLI

wp-1583037230036.jpg

Inter, duro attacco di Zhang al numero uno della Lega

Il piano è stato studiato nei dettagli. Si comincia con il recuperare, nel prossimo weekend, le sei partite rinviate della ventiseiesima giornata: Samp-Verona sabato 7 alle 20.45, il giorno dopo alla stessa ora Udinese-Fiorentina ma solo se Fedriga, governatore del Friuli, darà l’ok per le porte aperte, altrimenti lunedì alle 18.30 come Milan-Genoa, Parma-Spal e Sassuolo-Brescia. Juventus-Inter, la partita che ha generato tutto questo polverone inaccettabile, è in scaletta lunedì alle 20.45 nella speranza di poter avere anche i tifosi delle regioni costrette dal governo alle limitazioni (Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto).

Sei alla ricerca di un marchio importante per calzature, sneakers, abiti, jeans, articoli sportivi, occhiali da sole.ecc

clicca qui

 troverai su questa pagina facebook quello che cerchi , a prezzi scontatissimi……

wp-15827963861931029592666.png

Dopodiché il calendario slitterà e il 13 maggio sarà giocata la giornata mancante. Quasi tutte le società concordano su questa nuova ripartenza. Marotta ha provato a opporsi. Antonio Conte non è contento di giocare tre gare cruciali in otto giorni, dalla semifinale di Coppa Italia con il Napoli (giovedì), all’ottavo di finale di Europa League con il Getafe (giovedì 12 a San Siro). 

wp-1583177777564598803616.png                                      wp-1583177754392879638020.png

L’attacco del presidente

L’Inter avrebbe preferito ripartire dal recupero della partita con la Sampdoria, che resta senza data e senza ipotesi. I nerazzurri sono furiosi, il presidente Steven Zhang ha trasceso, esplodendo via Instagram con un attacco diretto e insensato al presidente della serie A Paolo Dal Pino: «Sei il più grande e triste pagliaccio che abbia mai visto.

Clicca sulle immagini per visitare i brand

wp-1582908064781.jpg    wp-1582960978556815876677.jpg  wp-1582918735660.jpg  wp-1582918726406.jpg

 

Hai giocato con il calendario e messo la salute pubblica in secondo piano. Vergognati, devi assumerti le tue responsabilità». In realtà Dal Pino le sue responsabilità ieri se l’è prese. La Lega, dopo aver sbandato, è sembrata aver compreso la gravità della situazione. La svolta ieri mattina, dopo un incontro a Roma tra lo stesso Dal Pino e il presidente della Federcalcio Gravina, con Marotta e Lotito in conference call.

Clicca sulle immagini per visitare i brand

wp-1582960534348333437159.png    wp-15829604487161400830930.png    wp-1582918711415.jpg wp-1582919231841.jpg

Il numero uno di via Rosellini si è impegnato per uscire dall’impasse e mettere d’accordo i litigiosi presidenti di serie A. Gravina lo ha aiutato e adesso, con un lavoro diplomatico, sta cercando di ottenere la deroga dall’Uefa per poter giocare la finale di Coppa Italia il 20 maggio a Roma, anche se l’Olimpico andrebbe consegnato due giorni prima all’organismo internazionale. Ora invece toccherà a Zhang assumersi la responsabilità delle sue gravi accuse, probabilmente sarà deferito. Meglio rimanere concentrati sul presente. 

FONTE    Alessandro Bocci e Guido De Carolis