Valeria Biotti….La Pancia del Tifoso “Grazie Roma” dai balconi è un pallone giallorosso all’Autogrill

Nel cofano della macchina ho un vecchio pallone della Roma. Lo stemma e le scritte sono sbiadite, ma i colori sono inequivocabili. Un po’ sgonfio, figlio dell’età e del caldo estivo, occupa un buon quarto del cofano della Smart; ma ne è signore e padrone, per nessun motivo lo toglierei di lì.

È il “Pallone da Autogrill”. Quello che durante i viaggi serve a sgranchirsi le gambe nelle soste tra bagno e caffè, a sentirsi improvvisamente ragazzini e a ritrovarsi a rincorrere e a ridere con sconosciuti cooptati sul posto.

Sei alla ricerca di un marchio importante per calzature, sneakers, abiti, jeans, articoli sportivi, occhiali da sole, gioielli ..ecc

 troverai su questa piattaforma  quello che cerchi , a prezzi scontatissimi….

clicca qui

wp-15840452327021622812220.png

Il criterio è casuale: ci si trova nello stesso luogo nello stesso istante. Tutto lì. Con storie diverse, punti di partenza e di arrivo che rimangono celati o neanche importano. Come tra bambini, che non pensano a chiedersi il nome e sono già amici.
I bambini, però, poi si salutano e si dimenticano. Perché quel momento era tutto lì, in quell’istante presente; poi può perdersi nel nulla del passato senza malinconia. I piccoli sono nell’ora, nell’oggi.

Noi no. Per noi “nell’età della ragione” tutto è epos. L’Autogrill diventa improvvisamente il Fulvio Bernardini e ogni sgambata si imprime a fuoco nella memoria. Ti ricordi quel torello a Tortoreto Est, sull’A14? Ma che spettacolo quella Tedesca a Sala Consilina! E quel derby cinque contro cinque alla Stazione Ardeatina Esterna? C’era quel ragazzino fortissimo che su ogni palla alta faceva le rovesciate… Quella signora con la tuta della Roma che si era messa in porta… Quello della Lazio che ci voleva frega’ il pallone…

Ecco, guardando la gente che dai balconi canta “Grazie Roma”, a me viene in mente il mio pallone giallorosso che riposa nel cofano, in attesa del prossimo Autogrill. Perché anche noi, oggi, ci ritroviamo per caso nello stesso luogo e nello stesso momento. E anche noi, questo rimpallarci coraggio e appartenenza di casa in casa, non lo dimenticheremo mai.

FONTE   Valeria Biotti    Corriere dello Sport 

Speaker e giornalista   ReteSport fm 104,200 

Dal lunedì al Venerdì dalle  15 alle 18

img_20190826_0651174757453010973764455.jpg

 

 

Coronavirus e calcio: tutte le decisioni della Uefa

La Uefa ha organizzato una videoconferenza urgente con i rappresentanti dei club europei (ECA), dei campionati (EL) e con FIFPRO Europe per decidere come affrontare l’emergenza per la pandemia di Covid-19 che ha paralizzato l’Europa del calcio, cercando di discutere le soluzioni per i calendari e non solo.

Sei alla ricerca di un marchio importante per calzature, sneakers, abiti, jeans, articoli sportivi, occhiali da sole, gioielli ..ecc

 troverai su questa piattaforma  quello che cerchi , a prezzi scontatissimi….

clicca quiwp-15840452327021622812220.png

Le parti chiamate in causa hanno discusso e approvato all’unanimità una serie di decisioni che riguardano la stagione sportiva 2019-20, interrotta per il propagarsi dell’emergenza sanitaria, sia per quanto riguarda le nazionali che per i club. 

Ecco tutte le decisioni per le Nazionali.

– Gli spareggi di qualificazione per Euro 2020 previsti per marzo 2020 sono stati rinviati alla finestra internazionale di giugno 2020, salvo nuove disposizioni dovute all’aggiornamento della situazione.

Acquistando i prodotti di questa piattaforma
al raggiungimento di un importo di € 450,00 annue riceverete in OMAGGIO una Jolie red Lavazza.

wp-1583177754392879638020.png

– La fase finale di Euro 2020, che avrebbe dovuto disputarsi dal 12 giugno al 12 luglio 2020, è stata rinviata all’11 giugno-11 luglio 2021. Questo per assicurare che l’evento, il primo itinerante per l’Europa, possa essere una grande festa di calcio.

– La terza e quarta giornata delle qualificazioni europee 2024 previste per giugno 2021 sono state rinviate a data da destinarsi.

– Le finali di Uefa Nations League, la finale dell’Europeo U21 e la finale dell’Europeo femminile previste tra giungo e luglio 2021, sono state rinviate e saranno disputate in date successive da definire.

– I club dovranno rilasciare i propri giocatori chiamati in nazionale per tutti i tornei rinviati.

Ecco tutte le decisioni per i Club.

– Accordo per completare tutti i campionati e le coppe europee per club entro la fine di questa stagione, con il 30 giugno come termine ultimo. Questo solo in presenza di una situazione migliorata con il ritorno in campo appropriato e prudente al punto giusto.

– Possibile cambiamento dei calendari che potrebbero portare a partite di campionato infrasettimanali e partite di coppa da disputare nei weekend.

– Se la stagione dovesse concludersi dopo il 30 giugno, i criteri di qualificazione a Champions League ed Europa League potrebbero tenere conto dell’ultima classifica disponibile prima di quella data.

La Uefa ha inoltre formato un gruppo di lavoro composto da rappresentanti di Uefa, campionati e club che esaminerà immediatamente i problemi di calendario, cercando di fornire soluzioni per concludera la stagione nei termini indicati e in una maniera coerente.

Un secondo gruppo composto da rappresentanti di Uefa, campionati, club e giocatori discuterà l’impatto economico e finanziario dello stop forzato per l’emergenza Covid-19, proponendo misure per mitigare le conseguenze della pandemia.

FONTE   SPORTMEDIASET

wp-image--1027193435