Roma, altro stop: affaticamento per Perotti

Dopo Pau Lopez anche l’argentino è costretto a fermarsi Secondo stop in casa Roma. Dopo Pau Lopez, che ha riportato una micro frattura al polso sinistro, è Diego Perotti a fermarsi. L’argentino ha accusato un affaticamento muscolare durante gli allenamenti a Trigoria, riporta La Gazzetta dello Sport.

VIRTUALSTORE
Sei alla ricerca di un marchio importante con prezzI“ superscontatI “
digita sul link
https://virtualstore.letsell.com/home/
PER USUFRUIRE DI UNO SCONTO ULTERIORE DEL 10% INSERIRE IL CODICE ABCD10% CON ACQUISTO MINIMO DI € 40,00
Email virtualstore@outlook.it

wp-158867550285080810172.png

Le sue condizioni verranno monitorate di giorno in giorno e per il momento sarà costretto a lavorare a parte. Continua il periodo negativo del Monito, tormentato da più di un anno da continui infortuni muscolari che non gli permettono di allenarsi con continuità. In questa stagione l’esterno si è fermato tre volte, saltando sedici partite. Lo stop più lungo risale a ottobre, quando per un infortunio alla coscia è rimasto fuori quasi due mesi.

IMG_20190221_114613.jpg

La sfida di Fonseca: “È ancora difficile ma giusto giocare”

“Difficile poter fare a meno della passione dei tifosi, ma le misure di sicurezza sono indispensabili”

“Quando si tornerà a giocare, bisognerà rispettare una serie di misure di sicurezza necessarie. Sono misure indispensabili, che trovano il mio sostegno, anche se per me sarà difficile poter fare a meno della passione dei tifosi“. Paulo Fonseca promuove il protocollo studiato dai club e discusso con il governo, ed è pronto a riscendere in campo.

VIRTUALSTORE
Sei alla ricerca di un marchio importante con prezzI“ superscontatI “
digita sul link
https://virtualstore.letsell.com/home/
PER USUFRUIRE DI UNO SCONTO ULTERIORE DEL 10% INSERIRE IL CODICE ABCD10% CON ACQUISTO MINIMO DI € 40,00
Email virtualstore@outlook.it

wp-158867550285080810172.png

Nel frattempo sul fronte societario, congelata la conclusione della trattativa per la cessione del club a Dan Friedkin, James Pallotta cerca finanziatori a cui possa far gola la Roma, scrive Ferrazza su La Repubblica. Vari rumors portano in Arabia Saudita, dove alcuni fondi tra cui quello legato a Muhammad bin Salman, principe ereditario saudita, già in movimento per acquistare il Newcastle in Premier. Non ci sono conferme dirette, ma lo stesso Friedkin durante la trattativa aveva aperto un dialogo con degli intermediari di fondi arabi, alla ricerca di soci che potessero affiancarlo.

img_20190709_0632203940671000147366106.jpg

Un Dzeko da top 5. E’ pronto a scalare la storia della Roma

L’attaccante bosniaco (102 gol) punta al podio dei goleador giallorossi di sempre

Con l’eventuale ripresa del campionato ripartirà anche la corsa personale di Edin Dzeko, quella che – nelle sue aspettative – dovrebbe portarlo presto sul podio giallorosso, scrive Andrea Pugliese su La Gazzetta dello Sport.

wp-158867550285080810172.png

VIRTUALSTORE
Sei alla ricerca di un marchio importante con prezzI“ superscontatI “
digita sul link
https://virtualstore.letsell.com/home/
PER USUFRUIRE DI UNO SCONTO ULTERIORE DEL 10% INSERIRE IL CODICE ABCD10% CON ACQUISTO MINIMO DI € 40,00
Email virtualstore@outlook.it

Perché poi arrivare fino a Pruzzo (138) è complicato, raggiungere Totti (307) impossibile. E allora Dzeko in caso si accontenterà di quel terzo gradino del podio che dista però ancora 9 gol: i suoi 102 (in 211 gare con la Roma, media-gol di 0,48 a partita) contro i 111 di Amadeo Amadei, uno che nella storia della Roma ha lasciato il segno eccome.
Nel mirino, davanti a Edin, ci sono subito Pedro Manfredini (104 gol) e Rodolfo Volk (106 reti), che il bosniaco punta a mettersi alle spalle nel più breve tempo possibile. Poi, appunto, il mirino lo sposterà su Amadei. Potenzialmente Edin da qui alla fine della stagione ha ancora almeno 14 partite (le 12 di campionato che la Roma deve ancora giocare e le due di Europa League contro il Siviglia), a cui poter aggiungere le eventuali altre 5 partite se la Roma dovesse arrivare fino in fondo nella coppa europea. Insomma, sulla carta un pacchetto di gare che potrebbe arrivare anche a quota 19. Non poche, a conti fatti.
Bottino, tra l’altro, che potrebbe permettere a Dzeko anche un’altra scalata, quella nella classifica delle presenze di sempre. Lì oggi Edin è al 34° posto, con 211 gare. Ma davanti ha un paio di mostri sacri come Cafu (218) e Ancelotti (227), intervallati da un brasiliano – Amantino Mancini, 222 gare – che comunque un pezzo di storia romanista l’ha scritto. Anche qui sarà impossibile avvicinarsi alle 786 partite di Totti, ma anche alle 616 di De Rossi (2°) o alle 445 di Giacomino Losi (3°).

img_20190925_1432436264669733467920531.jpg

La Roma pronta a calare Jack Bonaventura come primo colpo del mercato. Ecco la situazione

Il centrocampista pronto a liberarsi a zero. Giallorossi in pole, ma c’è la concorrenza di Torino e Atalanta

In assenza di assi nella manica la Roma è pronta a calare il suo Jack come primo colpo di mercato. Si scalda sempre di più, infatti, la pista che porta a Giacomo Bonaventura che si libererà a parametro zero dal Milan a stagione conclusa dopo ben 6 anni.

VIRTUALSTORE
Sei alla ricerca di un marchio importante con prezzI“ superscontatI “
digita sul link
https://virtualstore.letsell.com/home/
PER USUFRUIRE DI UNO SCONTO ULTERIORE DEL 10% INSERIRE IL CODICE ABCD10% CON ACQUISTO MINIMO DI € 40,00
Email virtualstore@outlook.it

wp-158867550285080810172.png

L’esterno offensivo, che ha compiuto 30 anni lo scorso 22 agosto, vuole cambiare aria anche perché gli ultimi due anni in rossonero non sono stati esaltanti tra infortuni ed esclusioni tecniche. Bonaventura, cresciuto nell’Atalanta, ha segnato 34 gol in 171 partite con la maglia del Milan tra campionato e coppe. Ma dal 2018 lo score si è abbassato: 6 gol in soli 28 match. Un abbassamento di rendimento causato principalmente dal grave infortunio al ginocchio. Una lesione osteocondrale del ginocchio sinistro che lo ha tenuto fuori più di 8 mesi. E che ha portato anche la Nazionale maggiore a non convocarlo più. Ora Jack sogna il rilancio in vista del prossimo Europeo e la Roma potrebbe accontentarlo. Ne ha parlato in questi giorni con alcuni amici e anche con la fidanzata storica Federica Ziliani, laureata in medicina e con la quale Bonaventura potrebbe convolare a nozze nei prossimo mesi.
CHI VUOLE JACK BONAVENTURA?

La Roma è balzata in pole per una serie di motivi: i buoni rapporti col suo agente Raiola, la possibilità di giocare le coppe europee e ovviamente l’importanza della piazza. La concorrenza più forte è rappresentata da Atalanta e Torino. A Bergamo Bonaventura ha lasciato il segno tra il 2010 e il 2014 contribuendo prima alla promozione in A e poi alla conquista di un posto in Europa dei nerazzurri. Il Torino, invece, è il club che si è mosso prima di tutti offrendo a Jack un triennale e il ruolo di titolare. Nelle scorse settimane anche Napoli e Lazio si erano fatte vive con Raiola, ma non è seguito un interessamento concreto.

QUANTO GUADAGNA JACK BONAVENTURA?

Al Milan, nell’ultimo contratto, la cifra segnava 2 milioni di euro a stagione. Uno stipendio alla portata delle casse della Roma che tuttavia vorrebbe spalmare l’ingaggio su un triennale da 1,5 milioni più bonus. Che è poi l’offerta presentata pure da Cairo del Torino. Un salario che rientra perfettamente nel nuovo tetto del monte ingaggi. Un doppio affare visto che il costo del cartellino è a zero euro.

wp-1589540599409.jpg

Malagò: “Al 99.9% la Serie A riparte il 13 giugno”

Giovanni Malagò, presidente del Coni, è intervenuto ai microfoni di Rai Radio 2, per parlare della ripresa del campionato:

VIRTUALSTORE
Sei alla ricerca di un marchio importante con prezzI“ superscontatI “
digita sul link
https://virtualstore.letsell.com/home/
PER USUFRUIRE DI UNO SCONTO ULTERIORE DEL 10% INSERIRE IL CODICE ABCD10% CON ACQUISTO MINIMO DI € 40,00
Email virtualstore@outlook.it

wp-15891853209312132233088.png
“Al 99.9% il campionato di Serie A riparte il 13 giugno. La sfida tra alcuni medici e il CTS non la capisco. Si sta facendo di tutto per ricominciare, è l’obiettivo primario. Una volta ricominciato, non so quando finirà, ci vorrebbe la palla di vetro”.

wp-1587460914537.jpg