Calcio no stop

– Oggi si decide il futuro del calcio italiano, il governo dovrebbe dare  il via libera alla ripresa della stagione 2019-2020. Le date restano quelle: 13 giugno o più probabilmente 20 giugno.


Se sei alla ricerca di un marchio importante , un clik sul link vi porterà sullapiattaforma e-commerce  VIRTUALSTORE
https://virtualstore.letsell.com/home/

inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%

 La Serie A si chiuderà il 2 agosto, poi via con le Coppe Europee. La stagione attuale, come già comunicato dalla FIGC, si chiuderà ufficialmente il 31 agosto, la prossima si apre il giorno dopo, con il mercato estivo che si svolgerà dal primo settembre al primo ottobre 2020. Insomma tutto è già stato stabilito, non ci saranno stop, vanno solo limati alcuni dettagli. Ci sarà anche la Coppa Italia, da capire invece il futuro della Supercoppa.  In tutto spazio anche all’Italia di Roberto Mancini che si radunerà dal primo al 9 di settembre per preparare le due gare di Nations League.

FONTE IL MESSAGGERO

Serie A, appuntamento per la ripartenza ma nel Bologna c’è già un caso Covid-19

– La Serie A è pronta a ripartire, ma il rischio di inciampare è ancora alto. Il caso del Bologna ha ribadito ancora una volta quanto sia sottile il filo su cui il futuro del campionato è in equilibrio.

Se sei alla ricerca di un marchio importante , un clik sul link vi porterà sullapiattaforma e-commerce  VIRTUALSTORE https://virtualstore.letsell.com/home/ inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%

Un membro dello staff rossoblu è in isolamento e la squadra chiusa in ritiro per 2 settimane. Il Cts lo ha ribadito: dai 14 giorni di stop non si scappa. Oggi il ministro Spadafora alle 18,30 incontrerà in video conferenza Figc e Lega di A. Si deciderà come e quando ripartire, con data probabile 20 giugno.  Il grande nodo è quello delle gare in chiaro. Spadafora non boccia l’idea ma spera che Lega e Sky trovino un accordo, con la Rai che resta alla finestra. Nel frattempo il Ministro ha chiarito che saranno emessi voucher per rimborsare proprietari di biglietti o abbonamenti visti gli stadi vuoti.

FONTE IL MESSAGGERO