Totti, colpo dall’Inter: arriva Bonavita, il baby talento che gli ricorda Tonali

Classe 2004 è un centrocampista dell’Under 16 dei nerazzurri e già nel giro della Nazionale. Gioca per realizzare il sogno suo e di suo fratello

Forse non diventerà il nuovo Totti, ma la speranza di Francesco è che possa diventare il nuovo Tonali. Si chiama Simone Bonavita ed è il colpo della CT10 Management, la scuderia dell’ex capitano della Roma.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
digita sul link
https://virtualstore.letsell.com/home/ inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%

È un centrocampista classe 2004 di proprietà dell’Inter, dove gioca nella formazione Under 16 di Gabriele Bonacina. Già nel giro delle Nazionali giovanili, è uno dei prospetti più talentuosi della sua annata. Il suo idolo è Modric e da buon mediano ama il calcio di Guardiola. Ieri è stato a Roma negli uffici di Totti all’Eur dove ha firmato il nuovo contratto.

Chi è Simone Bonavita, il nuovo colpo di Totti

Bonavita è nato il 7 febbraio del 2004 a Caserta, ma a due anni la sua famiglia si trasferisce al nord a Villasanta, vicino Monza. Il fratello Elio si unisce alla squadra locale, il Cosov Villasanta. Simone è troppo piccolo e lo accompagna solo agli allenamenti, ma basta poco al direttore sportivo Michele Cazzaniga per notare già una certa familiarità col pallone. È lui a consigliare a papà Corrado di fargli fare a sei anni un provino a Simone con l’Inter: Bruno Casiraghi – un’istituzione del calcio giovanile – lo nota subito e lo prende nei pulcini.

Ma la vita di Simone cambia completamente il 23 marzo 2015: il fratello Elio, mentre andava a una partita accompagnato dalla madre, perde la vita in un incidente stradale a soli 15 anni. La notizia arriva su tutti i giornali, anche perché il Suv responsabile dello schianto non si ferma a prestare soccorso. Una tragedia da cui Bonavita trae la forza per andare avanti e provare a realizzare il sogno di entrambi. Nell’Inter è il capitano e il leader di tutte le categorie. Totti ne ha notato la padronanza tecnica ma anche la personalità, qualità su cui spinge tantissimo quando parla di possibili talenti da lanciare. Gioca a testa alta, calcia punizioni e rigori e anche la Roma se ne era innamorata, senza riuscire però a strapparlo all’Inter. Bravo in progressione, di lui dicono che debba solo imparare a velocizzare le giocate in mezzo al campo ma che le potenzialità per arrivare in Serie A ci siano tutte. Ha le caratteristiche di Tonali, un altro giocatore che Totti porterebbe volentieri con sé a lavorare. Bonavita ha già un contratto con la Nike e ora proverà a costruire il suo futuro accanto a Francesco.

AIC, Calcagno: “L’interesse è di conservare le rose attuali. Ma ad oggi non vi è alcun accordo sul prolungamento dei contratti”

Umberto Calcagno, vice presidente dell’AIC, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss del problema dei contratti in scadenza a giugno con il campionato ancora in corso:

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
digita sul link
https://virtualstore.letsell.com/home/ inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%

“Non c’è una posizione nostra, le posizioni giuridiche sono condivise da tutti, c’è poi un superiore interesse di sistema che la FIFA ha raccomandato senza ovviamente imporre. C’è un’interesse del sistema che non sfugge a nessuno di noi, nel conservare le rose attuali fino alla fine del campionato

. Ad oggi non c’è un accordo sui prolungamento dei contratti, ma entro questo fine settimana o al massimo la prossima questo problema verrà spero risolto. Le norme sull’iscrizione al campionato prevedono la possibilità del contenzioso, se oggi volessimo ragionare su questo sia giusto il compenso per una stagione che si allunga, abbiamo una situazione collegata a ipotetici ricorsi che possono essere prodotto il 31 agosto, non possiamo avere certezza sedendoci al tavolo delle trattative, è una cosa che soltanto la società potrà decidere. Qualsiasi società che non ha raggiunto accordi con i tesserati, può fare ricorso con una Pec per introdurre ricorso sulle mensilità di marzo ed aprile. Chiaro che il contenzioso, poi, sarà tutt’altro che scontato”.

Pellegrini è un re di denari, ma nel futuro c’è la Roma

La clausola di rescissione da 30 milioni non lo blinda, però vuole restare. E dopo le cessioni, Lorenzo aspetta Pedro

E’ da due giorni che l’universo romanista, grazie alla sincerità del d.s. Petrachi, ha capito che Lorenzo Pellegrini è probabile che resti in maglia giallorossa, scrive Massimo Cecchini su La Gazzetta dello Sport, ma innanzitutto per libera scelta.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
digita sul link
https://virtualstore.letsell.com/home/ inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%

L’appello al romanismo, infatti, è qualcosa che travalica clausole e bilanci, e che prescinde anche dal rinnovo di contratto, nonostante la clausola rescissoria da 30 milioni sia sempre una spada di damocle pendente. Le parole del ds caricano di responsabilità il giocatore.

L’appello al romanismo, infatti, è qualcosa che travalica clausole e bilanci, e che prescinde anche dal rinnovo di contratto, nonostante la clausola rescissoria da 30 milioni sia sempre una spada di damocle pendente. Le parole del ds caricano di responsabilità il giocatore.

L’impressione è che – proprio per romanismo connaturato – Lorenzo resterà alla Roma, che per lui ha disegnato un percorso pronto a fargli vestire presto la fascia da capitano. Concetto ribadito anche all’agente del giocatore, Pocetta, ieri a Trigoria, che si è un po’ lamentato del fatto che le parole di Petrachi caricassero di responsabilità il suo assistito, seguito sempre da Psg e Dortmund.

Con tutta probabilità tanti dei compagni attuali non li ritroverà nella prossima stagione. Pastore, ad esempio, sembra corteggiato dai Los Angeles Galaxy, mentre Cetin piace al Galatasaray e al Levante, con la Roma che non chiede meno di 8-10 milioni secondo formule da stabilire. Comunque, senza voler essere presa per la gola, la dirigenza sta cercando di piazzare Schick, Florenzi, Under e Gonalons, mentre Pedro sembra essere sempre più vicino, nonostante la corte in Liga.

FONTE Massimo Cecchini La Gazzetta dello Sport

Roma, interesse della North Bridge Venture Partners per il clu

La società di telecomunicazioni ha come cofondatore Richard D’Amore, socio di Pallotta nella Roma fin dalla prima ora

Una nuova società è interessata alla Roma, si tratta della North Bridge Venture Partners. Prima che scoppiasse la pandemia, sembrava veramente vicino il passaggio di proprietà da James Pallotta a Dan Friedkin.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “ digita sul link
https://virtualstore.letsell.com/home/ inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%

Poi l’emergenza sanitaria ha bloccato tutto, fino al congelamento totale della trattativa conseguente al rifiuto da parte del presidente giallorosso alla proposta del magnate texano che aveva offerto una cifra inferiore rispetto a quella pattuita nel periodo pre-Covid.

E’ per questo motivo che Pallotta è iniziato ad andare alla ricerca di nuovi investitori e, come scrive Massimo Cecchini su La Gazzetta dello Sport, dagli Usa gira voce di un interessamento, magari come socio di minoranza, della North Bridge Venture Partners, una società di telecomunicazioni ubicata a Wellesley, in Massachusettes, a pochi chilometri da Boston. L’azienda ha come cofondatore quel Richard D’Amore, socio di Pallotta nella Roma fin dalla prima ora, ma negli ambienti finanziari non si dà molto credito ad una scalata. Su quel fronte, meglio aspettare una rifioritura del rapporto fra Pallotta e Friedkin, che permetterebbe più libertà alla Roma, capace a quel punto di tenere Zaniolo e Pellegrini.

FONTE Massimo Cecchini La Gazzetta dello Sport