Conferenza Stampa Fonseca: “Pensiamo solo alla Fiorentina, sarà una gara difficile”

Paulo Fonseca, tecnico della Roma, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro la Fiorentina:

Ancora tre partite di campionato, poi il Siviglia. Quanto può crescere questa squadra?
La squadra è in un buon momento sia tatticamente che fisicamente. Dobbiamo continuare a crescere a tutti i livelli, ma è importante dire che pensiamo solo alla Fiorentina e dobbiamo mantenere la stessa ambizione degli ultimi match. E’ un modulo nuovo, possiamo imparare tanto ma devo dire che la squadra ha fiducia ed è motivata. Queste ultime partite sono importanti per arrivare bene alla sfida contro il Siviglia“.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10% https://virtualstore.letsell.com/home/index.php?main_page=index&cPath=173_195&manufacturers_id=&products_price=&orderBy=asc&is_gender_change=0&channel=FASHION_PREMIUM

Zaniolo può partire dal primo minuto?
Vediamo domani, con la Spal è andato bene ma non possiamo dimenticare che non si era allenato prima dell’ultima gara. E’ importante gestire bene la situazione di Nicolò dopo un infortunio così lungo“.

Come si supera il problema degli errori di tattica individuale o collettiva?
Gli errori li fanno tutte le squadre e in tutte le partite. Non abbiamo moltissimo tempo per lavorare ma abbiamo i video per correggerci ed io parlo spesso con i miei giocatori. Lavoriamo sempre per migliorare le situazioni in cui non abbiamo fatto bene“.

E’ preoccupato dalla possibilità che Smalling possa non esserci per l’Europa League? 
Sono totalmente focalizzato sulla partita con la Fiorentina, non ho ancora pensato all’Europa League“.

Ha visto cosa è successo mediaticamente con il rimprovero di Zaniolo. La prossima volta potrebbe comportarsi diversamente?
Questo per me non è un caso. Io parlo sempre onestamente e qui non c’è nessun problema. Cose così succedono in tutte le squadre e l’importante è risolverle sul momento. Questo per me è un non-caso“.

Che idea si è fatto sulla possibile cessione di Dzeko?
Non penso al mercato, penso solo alla gara con la Fiorentina che sarà difficile“.

Come sta il bosniaco? Le sembra scontento?
Sta bene, non è scontento ed è molto motivato, cosa per me molto importante“.

In Europa League uno tra Pellegrini e Mkhitaryan può giocare davanti alla difesa?
Penso solo alla Fiorentina (ride, ndr). Per me la cosa importante adesso è la gara di domani“.

Kolarov e Bruno Peres sono in grado di giocare dall’inizio o hanno bisogno di tirare il fiato?
No, loro possono giocare domani“.

La Roma marca più a uomo dall’inizio del campionato?
No, non marchiamo a uomo, ma abbiamo zone di pressione in cui dobbiamo essere più aggressivi. Dipende dalla zona di pressione“.

Rispetto all’andata chi è cambiato di più?
Abbiamo cambiato modulo ma la Fiorentina è in un ottimo momento. Non hanno perso nelle ultime sei gare, ora hanno pareggiato con l’Inter e stanno giocando bene. Sarà una gara difficile contro una squadra che sta molto bene“.

Il pareggio del Milan rende la partita di domani un match point, visto anche il calendario dei rossoneri?
Non so quante siano le partite facili qui, e non so se il calendario del Milan è più facile del nostro. Dobbiamo solo pensare a vincere contro una squadra che sta bene, sarà una gara difficile“.

Calciomercato Roma, primi contatti tra Parma e Juan Jesus

Il centrale brasiliano, fuori dal progetto tecnico, può lasciare la capitale per il suo rilancio

Uscito dal progetto tecnico di Paulo Fonseca a inizio stagione, Juan Jesus è uno dei tanti nomi in uscita per il prossimo calciomercato della Roma.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/

 Il diesse del Parma, Daniele Faggiano, ha in mente di portarlo tra le schiere degli emiliani per la prossima stagione: ci sono stati i primi contatti già oggi, secondo quanto riporta gianlucadimarzio.com. Il contratto con la Roma del centrale brasiliano scade nel 2021 ma le gerarchie in giallorosso potrebbero favorire lo spostamento: superato ormai da tutti, Juan Jesus non ha trovato mai spazio in questa stagione, accumulando solo quattro presenze, per un totale di 194 minuti. L’attaccamento a maglia e città non è mai stato nascosto, ma se il brasiliano ha intenzione di continuare con il calcio giocato allora il Parma è l’occasione giusta per il rilancio.

Veretout, tuffo nel passato (ma senza nostalgia)

Il francese domani ritrova la Viola, Napoli e Milan lo corteggiano

Non sarà una gara come tutte le altre, quella di domani (ore 19.30) contro la Fiorentina per Jordan Veretout, scrive Gianluca Piacentini  sul Corriere della Sera .

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10% https://virtualstore.letsell.com/home/index.php?main_page=index&channel=CURA_PERSONA

Il centrocampista francese, infatti, giocherà contro il suo passato, contro la squadra in cui è diventato “grande” e da cui la Roma (che indosserà la nuova maglia) lo ha preso la scorsa estate.

Paulo Fonseca ha fatto di tutto per convincerlo ad accettare la proposta romanista, telefonandogli più volte per spiegargli quanto lo vedesse al centro del suo progetto tecnico, lo è altrettanto che Jordan ha voluto la Roma. Le offerte, infatti, non gli mancavano: il Napoli prima, ma soprattutto il Milan lo corteggiavano ed erano pronte ad offrirgli anche condizioni economiche più vantaggiose. Veretout però ha scelto Trigoria, e non se n’è mai pentito.

A meno di offerte clamorose Veretout non si muoverà, perché per Paulo Fonseca è uno dei calciatori più importanti della rosa, e la dimostrazione sta nel fatto che il francese è il quarto calciatore di movimento più utilizzato, dopo Dzeko, Gianluca Mancini e Kolarov, a superare il tetto dei tremila minuti di gioco (3107).

Lo United nega l’allungamento per Smalling

I giallorossi sono ottimisti e ci provano perché il difensore non vuole andar via

Il Manchester United alza il muro davanti a Inter e Roma, almeno per adesso, scrive “La Gazzetta dello Sport”. Il club inglese ha detto no al prolungamento del prestito di Alexis Sanchez e Chris Smalling, che quindi torneranno alla casa madre come previsto: l’attaccante cileno (così come Moses, in prestito dal Chelsea) potrà giocare fino allo spareggio di Europa League contro il Getafe; mentre per il difensore inglese niente Siviglia: scade a fine campionato.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tourinserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10% https://virtualstore.letsell.com/home/index.php?main_page=index&cPath=173_195&manufacturers_id=&products_price=&orderBy=asc&is_gender_change=0&channel=FASHION_PREMIUM

Nonostante le brutte notizie che giungono da Manchester, la Roma continua a predicare ottimismo. Archiviata l’ipotesi del prestito con obbligo di riscatto, il club è pronto a mettere sul piatto 14 milioni (pagabili in tre annualità) per acquistare Smalling, 31 anni a novembre, che ha un contratto fino al 2022. Ma il club inglese chiede uno sforzo superiore, anche perché in Premier il difensore ha mercato. La Roma, però, da tempo ha un asso nella manica, rappresentato dalla volontà del giocatore di rimanere, e per farlo sarebbe disposto anche ad uno sconto sull’ingaggio, di circa 3 milioni netti più bonus. Insomma, il placet di Smalling non è poco, anche se il club avrebbe sperato che i suoi agenti battessero di più i pugni sul tavolo. Certo, l’Europa League si avvicina e Fonseca non vorrebbe giocarla senza il suo difensore più forte, ma la porta resta socchiusa, anche grazie a una operazione dal sapore politico. I giallorossi hanno acquistato un baby attaccante israeliano, Suf Podgoreanu, classe 2002, che fa parte della stessa scuderia di Smalling. Un modo per invitare gli agenti, dicono in tanti, a far di tutto per non perdere l’inglese.

La Ceres chiede scusa alla Roma e a Bruno Peres: “Messaggio inopportuno”

L’azienda con un post su Twitter: “Manifestiamo grande rispetto per la squadra e lo sportivo”

Porgiamo le nostre più sentite scuse alla Roma S.p.a., alla Soccer S.a.s di Brand Management S.r.l. e a Bruno Da Silva Peres per il contenuto del tweet del 20 luglio che, contrariamente alle nostre intenzioni, è risultato inopportuno”.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tourinserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/index.php?main_page=index&cPath=173_195&manufacturers_id=&products_price=&orderBy=asc&is_gender_change=0&channel=FASHION_PREMIUM

 Con un breve comunicato pubblicato su Twitter la Ceres ha provato a ricucire lo strappo provocato dal post che associava una birra a Bruno Peres. Un messaggio che ha fatto infuriare i tifosi della Roma, ma soprattutto il club e l’entourage del giocatore brasiliano. “Nonché per l’utilizzo non autorizzato dell’immagine – si legge ancora nel comunicato -, dei marchi e dei segni distintivi AS Roma, oltre che dell’immagine del suo calciatore. Manifestiamo grande rispetto per la squadra e per lo sportivo”.

Bruno Peres è tornato a Roma lo scorso gennaio dopo una parentesi sfortunata in Brasile che sembrava chiudere in anticipo la sua carriera. Con i consigli di Fonseca e la fiducia ritrovata si è ritagliato un posto importante, diventando l’esterno perfetto nel 3-4-2-1, vero segreto dei 13 punti su 15 conquistati dalla Roma nelle ultime cinque partite.