Torino-Roma, le probabili formazioni dei quotidiani: Perez con Mkhitaryan, c’è Dzeko

Niente riposo per Edin, Kalinic e Zaniolo partono dalla panchina. Ancora in campo Peres e Spinazzola

Fonseca l’ha detto e lo confermerà nella formazione: sono pochissimi i cambi previsti. La squadra sta crescendo e in questo momento vuole toccarla il meno possibile. Ecco perché col Torino davanti a Pau Lopez ci sarà la difesa formata da Mancini, Smalling e Kolarov nonostante il rientro tra i convocati di Ibanez. A destra ancora Bruno Peres, a sinistra Spinazzola con in mezzo Veretout e Diawara, anche se Cristante è pronto a far riposare uno dei due. Sulla trequarti l’unica novità certa, cioè Carles Perez dal 1′ al fianco di Mkhitaryan alle spalle di Dzeko. Dalla panchina Kalinic e Zaniolo.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
Questo link vi porterà in un canale con articoli a prezzi ridottissimi https://virtualstore.letsell.com/home/index.php?main_page=promo_product_list

Ecco le probabili formazioni dei quotidiani

IL MESSAGGERO
Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Smalling, Kolarov; Bruno Peres, Veretout, Diawara, Spinazzola; Carles Perez, Mkhitaryan; Dzeko.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/

LA GAZZETTA DELLO SPORT
Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Smalling, Kolarov; Bruno Peres, Diawara, Veretout, Spinazzola; Carles Perez, Mkhitaryan; Dzeko.

CORRIERE DELLA SERA
Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Smalling, Kolarov; Bruno Peres, Diawara, Veretout, Spinazzola; Carles Perez, Mkhitaryan; Dzeko.

CORRIERE DELLO SPORT
Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Smalling, Kolarov; Bruno Peres, Diawara, Veretout, Spinazzola; Mkhitaryan, Carles Perez; Dzeko.

IL TEMPO
Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Smalling, Kolarov; Bruno Peres, Diawara, Veretout, Spinazzola; Carles Perez, Mkhitaryan; Dzeko.

LEGGO
Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Smalling, Kolarov; Zappacosta, Veretout, Cristante, Spinazzola; Carles Perez, Mkhitaryan; Dzeko.

Roma-Napoli, vicino l’accordo per Under: affare da 30 milioni

Il club azzurro ha fatto sapere a Trigoria di aver bisogno di una decina di giorni prima di affondare il colpo

Si avvicina a grandi passi l’addio di Cengiz Under verso il Napoli.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
Questo link vi porterà in un canale con articoli a prezzi ridottissimi https://virtualstore.letsell.com/home/index.php?main_page=promo_product_list

Negli ultimi giorni sono andati avanti i colloqui tra la dirigenza della Roma guidata da Fienga e il club azzurro di De Laurentiis: affare da circa 30 milioni totali che con ogni probabilità verrà ufficializzato nei prossimi giorni. Come riporta “Il Tempo”, il Napoli ha fatto sapere alla Roma di aver bisogno di dieci giorni per chiudere l’operazione. Il turco sarebbe il secondo giocatore negli ultimi due anni a dire addio alla Roma destinazione Napoli dopo Kostas Manolas un’estate fa. Per Under in stagione 22 presenze con poco più di mille minuti totali e tre gol (Genoa andata e ritorno e Lecce).

Siviglia, positivo al Covid un membro dello staff

Il Siviglia, prossimo avversario della Roma in Europa League, ha comunicato tramite il proprio sito ufficiale che un membro della prima squadra è risultato positivo al Covid:

Il Sevilla FC annuncia che a seguito dei test PCR eseguiti domenica scorsa giocatori, allenatori e altro personale, i risultati si sono incontrati a mezzogiorno di lunedì 27 luglio, un membro dello staff della prima squadra si è rivelato positivo a Covid-19 . La persona colpita è asintomatica, in buona salute ed è isolata a casa.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
Questo link vi porterà in un canale con articoli a prezzi ridottissimi https://virtualstore.letsell.com/home/index.php?main_page=promo_product_list

Sevilla FC ha immediatamente informato tutte le autorità sportive e sanitarie competenti di questa circostanza , isolato la persona infetta, sospeso temporaneamente l’allenamento della squadra come misura preventiva e svolto attività di disinfezione presso le strutture, seguendo rigorosamente i protocolli stabiliti per queste situazioni.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/

Poiché il positivo era noto, il club ha già effettuato due nuovi controlli PCR individuali sul resto dello staff. Nel primo, tutti i test effettuati sono stati negativi. I risultati del secondo test saranno rilasciati questo giovedì mattina, che è stato effettuato oggi.

Il Sevilla FC ha in programma di tornare all’allenamento, individualmente e con tutte le misure applicabili, giovedì pomeriggio , a condizione che i risultati del secondo test effettuato tornino negativi

Il Sevilla FC segnalerà prontamente qualsiasi notizia che possa accadere al riguardo“.

Zaniolo e la Roma trattano per il rinnovo. Il giocatore chiede 3 milioni

La Roma, nonostante il video emerso ieri, ha la ferma intenzione di rinnovare il contratto a Nicolò Zaniolo.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
Questo link vi porterà in un canale con articoli a prezzi ridottissimi https://virtualstore.letsell.com/home/index.php?main_page=promo_product_list


Infatti, come riferisce il giornalista Nicolò Schira su Twitter, sono già stati avviati dei contatti con il giocatore per un rinnovo fino al 2025. Zaniolo, che ad oggi percepisce 1.5 milioni più bonus vorrebbe un aumento a 3 milioni sempre più bonus.

Friedkin torna in gioco: Pallotta vuole chiudere entro agosto

Dan e Ryan saranno affiancati da alcuni fondi di investimento. Il presidente di Boston non vede l’ora di uscire dal club

Trovare un compratore per la Roma prima dell’inizio della prossima stagione. Possibilmente entro agosto. James Pallotta ha fissato la deadline e stiamo entrando nelle settimane decisive per capire chi sarà il nuovo proprietario. La cessione del club entra nel vivo, il gruppo Friedkin, affiancato da alcuni fondi d’investimento, torna in gioco e parte da una posizione di vantaggio quantomeno temporale, ma il patron giallorosso spera che si possa aprire un’asta. Aspettando, magari, un’offerta da un fondo del Kuwait che avrebbe manifestato interesse.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/

Ora o mai più, arabi, sudamericani, russi: chi vuole davvero la Roma e ha le carte in regola per prenderla è chiamato all’affondo. Pallotta, supportato nella vendita da Goldman Sachs, non vede l’ora di uscire e il club ha un bisogno disperato di una direzione verso cui ripartire e di un piano per rientrare delle perdite e restare competitivi. A Trigoria è tutto fermo, Baldini sta gestendo insieme a Fienga la trattativa per Smalling col Manchester United, per il resto si naviga a vista in ogni settore della società. E allora – riporta “Il Tempo” – l’arrivo di un nuovo proprietario col calciomercato ancora nel vivo aiuterebbe non poco la costruzione del futuro.

A Boston è stata aperta la “dataroom” con le chiavi di accesso per tutti i soggetti interessati a studiare i documenti della galassia Roma. La due diligence, quindi, si può già fare in virtuale da tutto il mondo. I potenziali acquirenti che si sono palesati sarebbero addirittura una decina, ma l’unico ad aver mosso passi formali fino ad oggi è sempre Friedkin, che ha un vantaggio temporale di mesi rispetto alla concorrenza ed è pronto a riformulare ufficialmente la sua ultima offerta: valutazione di 490 milioni di euro (enterprise value), di cui 177 (equity) andrebbero ai soci uscenti e il resto servirebbero a coprire i circa 300 milioni di debiti del club. Altri 85 Friedkin li investirebbe per un aumento di capitale, più 20 milioni di prestito per onorare le spese più urgenti.

Pallotta ha già respinto anche questa proposta leggermente ritoccata verso l’alto rispetto alla precedente, ma se nel giro di un paio di settimane nessuno degli altri aspiranti proprietari dovesse presentarsi con un’offerta migliore, allora il presidente giallorosso prenderebbe in seria considerazione l’ipotesi di vendere a Friedkin, arrendendosi a una perdita rispetto agli oltre 300 milioni investiti in 9 anni per acquisto e “mantenimento” della Roma, ai quali ne vanno aggiunti più di 80 spesi per il progetto stadio. Ma nell’affare si può inserire una clausola che farebbe rientrare Pallotta e soci dell’esborso per Tor di Valle una volta chiuso l’iter.

Sarà in realtà difficile che il passaggio di consegne vero e proprio si consumi così velocemente in tutti gli atti formali. Dopo l’offerta vincolante e l’accordo si passerebbe alle firme di impegni già vincolanti, ma ci sono degli step obbligati da rispettare: ad esempio quello dell’analisi dell’Antitrust che porta via 60 giorni. E se l’intesa economica verrà gestita direttamente negli Usa, l’As Roma va venduta davanti a un notaio in Italia. A Houston i Friedkin restano in attesa, di nuovo fiduciosi. Ma non corrono ancora da soli.

Subito Vertonghen se va via Smalling

Baldini ha ripreso i contatti con gli agenti che seguono il belga a Londra

Che il riscatto di Smalling sia prossimo a saltare, è dimostrato (anche) dal fatto che la Roma – dopo un mese di silenzio – si è rifatta viva nelle ultime ore con l’entourage di Vertonghen, scrive Stefano Carina su Il Messaggero. Non direttamente con gli intermediari che lo hanno offerto nel lungo periodo del lockdown ma con gli agenti che lo seguono più da vicino a Londra. E a farlo ci ha pensato direttamente Baldini che si è informato su quanto la trattativa tra il belga e l’Atletico Madrid sia vicina a concludersi.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/

Ne è emerso che margine, per inserirsi, esiste. Ma bisogna fare in fretta. Perché ora si è fatto sotto anche il Wolverhampton.

Con Pedro sono stati rotti gli indugi quasi subito. Sul belga si continua invece a prendere tempo. Vertonghen tuttavia sembra avere le idee abbastanza chiare: “Il nome della squadra uscirà prima o poi – ha ammesso a Talksport – Sto prendendo in considerazione le varie opzioni per prendere una buona decisione. Ovviamente la sessione di mercato quest’anno è più lunga dell’anno scorso, quindi abbiamo un po’ di tempo per valutare l’opzione migliore. Restare in Premier? Tutto dipenderà dalle offerte. Ho qualcosa in mente, vedremo se andrà in porto o meno”. In Italia il belga è stato proposto anche all’Inter e al Napoli.

Roma, ufficiale la seconda maglia 2020-21 col lupetto di Gratton. Stasera esordio col Torino

Dopo quella home che ha già esordito con la Fiorentina, ecco il kit da trasferta. Ed è già un successo tra i tifosi

Qualche giorno fa è stata annunciata la prima maglia della Roma per la prossima stagione, oggi è il turno di quella da trasferta. La seconda divisa per il 2020-2021 è color avorio e ha un colletto stile polo coi bordi gialli e rossi e i bottoncini. A riscuotere successo tra i tifosi però è soprattutto lo storico lupetto di Gratton, che sostituisce lo stemma della Roma sul petto. I giallorossi scenderanno in campo con la nuova divisa già stasera contro il Torino.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/

Ecco il comunicato ufficiale del club.

La maglia da trasferta dell’AS Roma per il 2020-21 si presenta in una tonalità di avorio che evoca i colori che si possono ammirare nei numerosi monumenti della Capitale.

L’elegante colletto a polo rosso scuro presenta un bordino giallorosso ed è chiuso da due bottoncini. La disposizione dei colori richiama quella delle divise da trasferta degli Anni 80, un’epoca d’oro per il Club.

Il rosso scuro è utilizzato anche sui bordi delle maniche e lungo i fianchi.

Sul petto c’è il Lupetto, stemma geniale e senza tempo ideato da Piero Gratton, che fece la sua comparsa sulle maglie della Roma nel 1978 e che su questa maglia è nero e libero dalla classica cornice circolare giallorossa.

Tutti ricordano lo stile delle maglie da trasferta dei primi Anni 80 con il colletto giallorosso”, ha affermato Lorenzo Pellegrini. “È possibile vederne l’influenza nel design di questa nuova divisa che penso sarà molto apprezzata dai tifosi”.

I pantaloncini del nuovo kit sono di colore rosso scuro. Il Lupetto sulla coscia destra è bianco, altro forte richiamo agli Anni 80.

Completano il look i calzettoni che riprendono il colore della maglia con il risvolto che richiama le tonalità di rosso e di giallo presenti nel colletto.

La nuova divsa da trasferta sarà disponibile presso gli AS Roma Store e online a partire da oggi, 29 luglio”