Ryan Friedkin e l’amore per la Roma nato durante le riprese di un film

L’ attore Woody Harrelson è ripreso dal basso, barba lunga, maglietta bianca a maniche corte, intento a sfogliare con aria fintamente concentrata un opuscolo dedicato al Manifesto comunista di Marx & Engels. La foto del 26 giugno potrebbe sviare dal nodo della questione, o forse no: è una delle immagini condivise dal mondo social di Ryan Friedkin, il figlio del nuovo proprietario della Roma, Dan.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con  prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/

Ryan ha 30 anni, è il direttore della casa di produzione del gruppo.
Ryan Friedkin e la passion per il calcio nata a RomaTra i quattro figli di Friedkin, è quello che più ricorda il padre: educato, cordiale, ma fuori dalle regole, visionario, senza barriere culturali, dissacrante sui social. E’ il vero appassionato di calcio della famiglia, quello che ha convinto il padre a comprare la Roma, per la bellezza dei colori, della città, la passione dei tifosi e la forza di quel nome, “Roma”, considerato un “brand” che non ha bisogno di spiegazioni. Quando, nel 2017, hanno girato nella Capitale il film prodotto dal padre con la regia di Ridley Scott, “Tutti i soldi del mondo”, sul sequestro di Paul Getty nel ’73, Ryan se ne andava, nel tempo libero, per i Fori Imperiali, accompagnato dalla madre, Debra, studiosa di archeologia. Quelli sono stati i giorni in cui è nata la passione per la città e per la Roma. Le partite all’Olimpico, mischiato tra i tifosi, quelle al pub per seguire le gare in trasferta. Un anno fa, Ryan ha convinto il padre a tentare una nuova sfida: il calcio. Gli ha mostrato le partite in tv, nella loro casa di Inwood Drive, a Houston. Ma la passione è solo una parte della storia. C’è molto futuro. Dan e Ryan, dicono a Houston, hanno già un piano: il figlio si trasferirà appena possibile a Roma, per vivere tutto l’anno, il padre farà puntate frequenti con la moglie. Entrambi sono divertiti all’idea di questa avventura, di “unirsi alla famiglia Roma”, come hanno detto. C’è la volontà di rilanciare l’entusiasmo, diversi dalla freddezza di Jim Pallotta, ma in modo pragmatico. Nonostante sia un californiano trapiantato in Texas, Friedkin ha una mentalità europea, visto che ha studiato in Svizzera. Obiettivo stadio, l’idea rivoluzionaria di FriedkinLo stadio è considerato il punto chiave per trasformare Roma in un modello per tutta l’Europa. L’idea del parco tematico rientra nelle idee future del gruppo ma prima c’è la situazione stadio. L’obiettivo è costruire un impianto di ultima generazione, pensato per le riprese televisive, nel segno del “digital first”, inserito in una nuova Serie A. Friedkin pensa alla creazione di una piattaforma televisiva della Lega calcio, sul modello di Nba, Nfl o Formula 1. (…) 

Roma, ecco il piano di Friedkin: via Baldini, tentazione Totti e il sogno Paratici

Con l’arrivo di Friedkin si volta pagina, c’è bisogno di aria nuova a Trigoria e a viale Tolstoj. Il nuovo proprietario della Roma delegherà soprattutto al figlio Ryan la gestione del club, tanto che potrebbe essere lui il presidente. Pallotta nel comunicato ha fatto riferimento a padre e figlio. Ryan segue molto vicino le aziende del padre.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con  prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/

Di quattro fratelli, Ryan, è quello che più di tutti ha seguito le orme di Dan Friedkin spingendolo nella nuova avventura nel calcio italiano. Il suo sarà un ruolo centrale, alla “Zhang Jr” dell’Inter. Seguirà da vicino la squadra e la società, gestendo l’attività del club direttamente da Roma. Nel board Friedkin vorrebbe un grande personaggio che conosca il calcio italiano. Tra i nomi presi in considerazione anche quello di Francesco Totti, che aveva lasciato la Roma poco più di un anno fa facendo molto rumore. Sarebbe un ritorno clamoroso, che i tifosi accoglierebbero favorevolmente. Il Capitano da pochi mesi ha intrapreso una nuova attività, ha aperto una società di procuratori per calciatori ed è molto contento. Si trova bene nel nuovo ruolo, ha coinvolto gli amici Candela e Aldair.

OFFERTE

VIRTUALSTORE E-COMMERCE

CANALE OFFERTE DI BRAND IMPORTANTI A PREZZI SUPER SCONTATI, CLICCA SUL LINK

Per lasciare dovrebbe avere una carica operativa ben precisa che possa allettarlo. Il suo nome era uscito nel corso di una chiacchierata tra Friedkin e un importante dirigente sportivo italiano già qualche mese fa. Il magnate texano studierà il nuovo organigramma con i suoi collaboratori, intanto nella fase di transizione si affiderà a Fienga, che ha il contratto in scadenza a ottobre. Prima della partita con il Siviglia, il Ceo ha detto: «L’attuale proprietario Pallotta ci ha comunicato di aver raggiunto un accordo che porterà al passaggio di proprietà della Roma al gruppo Friedkin in tempi rapidi. Spero che porterà alla crescita della Roma, tutto quello che è stato fatto dall’attuale azionista e da noi stessi». Baldissoni, attualmente vice-presidente, uscirà dall’organigramma ma continuerà a seguire lo stadio, da consulente, tornando nello studio Tonucci, del quale è socio. Calvo e Zubiria dovrebbero restare almeno nella prima fase perché sono uomini di fiducia di Fienga. […] Direttore sportivo della Roma: ecco tutti i nomi in listaIl ruolo del direttore sportivo è quello più delicato, Non ci sarà più la consulenza da Londra di Baldini, il cui contratto (con una società di Pallotta, non la Roma) è già scaduto a giugno. Servirà un manager operativo a Roma. Il sogno resta Paratici, ma sarà difficile portarlo via dalla Juve. Petrachi, ancora sotto contratto, sarà valutato. C’è chi spinge per il suo ritorno e ha incontrato i manager di Friedkin a febbraio. Perde quota la candidatura di Burdisso, contattato recentemente da Baldini. Difficile il ritorno di Pradè, un altro nome che gira. Ha firmato da poco il rinnovo del contratto con Commisso. Più defilati Sabatini e Massara, si tratterebbe anche in questi casi di ritorni. Nel nuovo organigramma c’è bisogno di volti nuovi. Al settore giovanile resterà Bruno Conti, con pieni poteri, dal momento che andrà via De Sanctis. Cambieranno anche i riferimenti degli studi legali della società. (…)

Ecco la Roma di Friedkin: la precedenza al bilancio

La fumata bianca prima dell’alba, alle 4 in Italia. E quindi in America ancora mercoledì 5 agosto, come si legge sul comunicato che, preparato oltreoceano, la Roma ha pubblicato sul suo sito internet alle 8,10: James Pallotta cede il club giallorosso a Dan Friedkin. «Mi dispiace, lascio il mio progetto che rimane incompiuto».

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con  prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/

Lo stadio che ancora non c’è e nessun successo sintetizzano l’amarezza del presidente che saluta dopo 8 anni (9 con l’anno passato accanto a Di Benedetto). Inevitabile, però, la resa del bostoniano, dettata dalla preoccupante situazione debitoria. Ha capito di aver perso tempo e di non essere più in grado di tirare la corda. I suoi soci gli hanno dato la spinta definitiva a farsi da parte.

PROMOZIONI

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
Questo link vi porterà in un canale con articoli a prezzi ridottissimi  https://virtualstore.letsell.com/home/index.php?main_page=promo_product_list&lssessid=hg21rlblkq15bslcc68pqhv1e7

Il rischio della mancata iscrizione al prossimo campionato, del resto, ha accompagnato queste ultime ore frenetiche della trattativa che, decollata negli States e con sponda nella Capitale, ha avuto come prezioso riferimento il management della società in ritiro a Dusseldorf per la partita con il Siviglia di Europa League. Dalla Germania fino agli Usa, contatto aperto fino a notte fonda per vivere in diretta il ribaltone. Da oggi, la nuova éra. Subito al lavoro, in conference call con Houston, per la nuova stagione. Della società e della squadra. L’accelerazione solo prima della mezzanotte. Fino a quel momento Pallotta ha continuato a tergiversare, in attesa del rilancio della cordata mediorientale. Ma Al Baker, con i 2 soci del Kuwait, non è riuscito a produrre le garanzie richieste. I 630 milioni, utili a superare i 591 di Friedkin (705 prima del lockdown), non sono mai stati messi nero su bianco. Perché non bastano in negoziazioni del genere lettere di intenti come quella inviata dal fondo dell’Ecuador con base in Uruguay che avrebbe investito 700 milioni e portato Cavani. Dal sudamerica, niente di concreto. Come dal Golfo Persico.APPUNTAMENTO A NEW YORKIl sì di Pallotta è stato girato agli avvocati. I suoi legali a Boston, quelli di Friedkin nel quartiere generale di Houston. Dan, a quanto pare, è rientrato a casa e da lì ha messo la firma che ha certificato l’operazione. Anche se la documentazione è stata preparata nelle ultime settimane, sono servite diverse ore per scansionarla e inviarla da un ufficio all’altro per l’accettazione del venditore e dell’acquirente. Il Friedkin Group ha preparato il versamento della caparra, di poco superiore al 10 per cento della cifra totale dell’affare: 60 milioni. Andrebbe persa in caso di mancato rispetto della data del closing, il prossimo 17 agosto. Nel 2011 firmarono il 18 dello stesso mese. E a Roma. Con il blocco dei voli dagli States, è probabile che tra 10 giorni si scelga New York (volendo nella sede della Raptor del presidente uscente, anche per agevolare gli avvocati statunitensi): saranno versati altri 230 milioni. (…)

AS Roma: comunicato congiunto riguardante la cessione del club

La nota ufficiale dell’AS Roma.

Roma – Houston, 7 agosto 2020
AS Roma SPV LLC (“AS Roma SPV”) e The Friedkin Group Inc. (“TFG”) intendono fornire, anche a seguito di contatti preliminari con la Consob, ulteriori informazioni in merito al contratto di acquisizione avente ad oggetto la partecipazione di controllo in AS Roma (il “Club”) e taluni asset ulteriori:

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10% https://virtualstore.letsell.com/home/


In primo luogo, le parti intendono precisare che:
– il prezzo da pagare per l’86.6% del capitale del Club è pari a Euro 63.414.047, a cui corrisponde un prezzo per singola azione del Club pari a Euro 0,1165 (il “Prezzo per Azione del Club”);
– il prezzo da pagare per le altre partecipazioni societarie detenute direttamente eindirettamente da AS Roma SPV è pari a Euro 8.486.933;ù

PROMOZIONI

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
Questo link vi porterà in un canale con articoli a prezzi ridottissimi  https://virtualstore.letsell.com/home/index.php?main_page=promo_product_list&lssessid=hg21rlblkq15bslcc68pqhv1e7


– il prezzo da pagare per i finanziamenti-Soci in favore del Club, erogati dal venditore perfinanziare l’aumento di capitale in opzione già approvato per massimi Euro 150 milioni, è paria Euro 111.079.520;
– il prezzo da pagare per i finanziamenti-soci erogati in favore di Stadio TdV SpA è pari a Euro16.019.500;
– il corrispettivo complessivo che l’Acquirente pagherà al venditore in cash è pari a Euro 199milioni.
Inoltre, si precisa che il periodo interinale decorrente fra la firma dell’accordo e il closing è stato concordato fra le parti per consentire il completamento di tutte le necessarie attività pre-closing. Nessuna condizione di efficacia esterna deve essere soddisfatta prima del closing dell’operazione.
Il deposito a garanzia effettuato da TFG conferma la serietà della sua intenzione di addivenire al closing dell’operazione, e verrà liberato in favore di AS Roma SPV al closing come componente imputabile al prezzo complessivo dell’acquisizione.
TFG precisa altresì che l’OPA obbligatoria potrebbe essere funzionale al delisting del Club. La decisione finale a tale riguardo sarà comunicata con le comunicazioni ex art. 102 del TUF che saranno pubblicate alla data del closing.
Ulteriori informazioni in relazione all’operazione saranno pubblicate con le comunicazioni ex art. 122 del TUF (che ci si aspetta avvengano entro le 5.00 p.m. di lunedì 10 agosto 2020) e con la comunicazione dell’offerente ex art. 102 del TUF.
Inoltre, TFG intende confermare l’intenzione di supportare le esigenze finanziarie del Club sottoscrivendo una quota del previsto aumento di capitale per un ammontare almeno pari a quello dei finanziamenti-soci erogati al Club. Una volta acquistato il controllo del Club, TFG finalizzerà la tempistica definitiva e l’ammontare complessivo del menzionato aumento di capitale.
AS Roma SPV intende precisare che ha assegnato un enterprise value all’intera operazione di circa Euro 591 milioni, considerati tutti gli assets di AS Roma SPV (incluso il Club) e attribuendo più in particolare al Club una valutazione di circa Euro 549 milioni, così composta:
– un equity value complessivo di Euro 73.264.790 determinato sulla base del Prezzo per Azione del Club per n. 628.882.319 azioni emesse; più
– Euro 413.079.520 di indebitamento del Club assunto, inclusi i Finanziamenti-Soci (erogati in favore del Club da AS Roma SPV per Euro 111.079.520) per finanziare l’aumento di capitale in opzione già approvato per massimi Euro 150 milioni; più
– Ipotizzate esigenze di working capital per circa Euro 63 milioni.