Idea Boban per la nuova dirigenza della Roma

I giallorossi dovranno riorganizzare l’intero organigramma societario

La Roma pensa a Boban. C’è anche il dirigente ed ex calciatore croato nella lista dei nomi per la prima dirigenza targata Friedkin, riporta “La Repubblica”. Nei mesi scorsi ha lasciato il Milan dopo delle divergenze con il resto del management, in particolare con l’amministratore delegato Ivan Gazidis.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con  prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/

Quel che è certo è che la Roma è attesa da tanti cambi anche nell’organigramma societario: Fienga farà parte del periodo di transizione per dare continuità al progetto, ma il primo obiettivo è quello del direttore sportivo. Paratici resta il sogno, ma ad ora è difficile che lasci la Juventus. Pradè e Sabatini sarebbero disposti a tornare, Burdisso è stato proposto da Baldini (che è destinato a uscire dal mondo Roma). Per ultimi ci sono Berta in uscita dall’Atletico Madrid e Giuntoli, i cui rapporti con De Laurentiis non sono più idilliaci.

Si riparte da Dzeko. Rebus per Veretout, Diawara e Pau Lopez. Piace Mazraoui

Il capitano pare destinato a restare. Pedro vicino alla firma. Si tenterà di far tornare Smalling

Qualche giorno fa un tifoso della Roma, vedendo Alisson in Sardegna, gli ha chiesto: “Non è che torni alla Roma?“. Il portiere brasiliano ha sorriso, la sua testa e i suoi pensieri sono tutti per il Liverpool, ma il suo nome è uno di quelli utili a capire, adesso e in futuro, che tipo di giocatori vorrà la Roma di Friedkin: giovani, bravi, dai costi accessibili, capaci in pochi anni di diventare dei top, come riporta La Gazzetta dello Sport

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con  prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/

La sensazione, però, è che dal prossimo anno verranno fatte queste operazioni: adesso la Roma deve blindare i talenti che ha (giovani e meno giovani) e mettere a disposizione di Fonseca la miglior rosa possibile. In questo senso, il primo nome è quello di Dzeko.

OFFERTE

VIRTUALSTORE E-COMMERCE

CANALE OFFERTE DI BRAND IMPORTANTI A PREZZI SUPER SCONTATI, CLICCA SUL LINK

Le parole del capitano subito dopo il Siviglia sono state durissime, erano rivolte a se stesso, a Fonseca e ai compagni, ma in parte anche alla società. Dzeko chiede, all’alba della sua sesta stagione nella Romauna squadra competitiva e giocatori all’altezza.

Edin è destinato a restare a Roma e la sua cessione non rientra nei piani del club. Se poi arrivasse un’offerta da, almeno, venti milioni, e il giocatore fosse interessato, la società ascolterebbe, ma ora non ci sono dubbi che si ripartirà da lui.

PROMOZIONI

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
Questo link vi porterà in un canale con articoli a prezzi ridottissimi  https://virtualstore.letsell.com/home/index.php?main_page=promo_product_list&lssessid=hg21rlblkq15bslcc68pqhv1e7

Qualche dubbio in più c’è sui centrocampisti: Diawara piace all’Arsenal, che lo vorrebbe al posto di Torreira, e qualche discorso c’è stato con il Leeds, ma la Roma lo valuta trenta milioni, mentre Veretout continua ad essere corteggiato dal Napoli e poco c’entra la gita in Campania di due giorni fa. A Trigoria l’avrebbero evitata proprio per non dare adito a voci di mercato, ma il suo agente a forzaroma.info ha spiegato: “Con il Napoli non c’è nulla, è una storia vergognosa – le parole di Giuffredi – . Se un giorno dovessimo decidere di andar via parleremmo prima con la Roma“.

L’impressione, però, con Cristante che non ha convinto fino in fondo, è che il centrocampo, anche con l’arrivo di un nome per ora top secret (il preferito è Castrovilli, ma è complicato), potrebbe subire qualche modifica.

Il nuovo d.s. dovrà poi alleggerire il monte ingaggi: si cerca una squadra per Fazio, Juan Jesus, Perotti, Santon e Pastore.  In difesa la Roma proverà a riportare a Trigoria Smalling e, ceduti Florenzi (Fiorentina in pressing) e Karsdorp proverà a prendere un terzino: piace Mazraoui dell’Ajax.

Capitolo a parte è quello sui portieri: Fuzato andrà a giocare, Mirante a 37 anni ha avuto parecchi problemi, Pau Lopez non ha convinto. La Roma potrebbe cederlo, ma deve evitare una minusvalenza rispetto ai quasi 30 milioni (tutto compreso) spesi un anno fa. Se lo spagnolo andasse via il nome preferito è quello di Gollini, più un altro nome per fare il secondo

Roma, Friedkin subito operativo

Dan è già in contatto con la Capitale per programmare la nuova stagione. Priorità al nuovo ds: in corsa anche Giuntoli e Berta. Riflessione su Fonseca

Subito full immersion nel day after. Il management del presidente uscente Pallotta deve già guardare avanti. E preparare la stagione che verrà, aprendo il filo diretto con la proprietà entrante. Ecco la conference call con Houston per individuare gli step più urgenti, scrive Ugo Trani su Il Messaggero.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con  prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10% https://virtualstore.letsell.com/home/

Il trait union è Mark Watts, presidente del Friedkin Group e braccio destro: è lui che ha gestito la ripartenza post Covid 19. E che, ad inizio febbraio, ha iniziato ad approfondire la conoscenza sul pianeta giallorosso, visitando la sede in viale Tolstoj all’Eur. Tocca al ceo Fienga interagire con lo staff del futuro proprietario. All’ordine del giorno le scadenze del club, a cominciare da quella per l’iscrizione al prossimo campionato: entro il 19 agosto, con il closing fissato per il 17, vanno presentate le garanzie sull’aumento di capitale, da completare entro fine dicembre, alla Coviso. In più vanno assegnati i ruoli operativi per programmare il lavoro quotidiano: la scelta del ds è la più urgente. A parte, invece, la questione allenatore. Non è la priorità, ma la posizione di Fonseca sarà comunque analizzata in questi giorni: la sua stagione è stata insufficiente. Fallito l’obiettivo minimo, il 4° posto, fuori ai quarti di Coppa Italia e agli ottavi di Europa League.

OFFERTE

VIRTUALSTORE E-COMMERCE

CANALE OFFERTE DI BRAND IMPORTANTI A PREZZI SUPER SCONTATI, CLICCA SUL LINK

Se Fienga è il riferimento in questo periodo di transizione sia di Pallotta che di Friedkin per la continuità aziendale, il mercato è affidato a Giuffrida, il procuratore che ha accompagnato la proprietà Usa nella maggior parte delle trattative di questi 9 anni. E’ lui che cerca il nuovo ds, sondando varie posizioni. Spinge per Paratici della Juve che piace a Fienga e non è più in sintonia con Agnelli. E che però non vuole lasciare il club bianconero, tant’è vero che avrebbe rifiutato la proposta dello United. Pradè e Sabatini, usando canali diversi, hanno fatto sapere di essere pronti a tornare. Burdisso, proposto da Baldini che lo avrebbe usato come sponda in Italia, non è più in pole. Da non scartare Giuntoli del Napoli: in crisi il suo rapporto con De Laurentiis. L’outsider è Berta dell’Atletico Madrid, dove il presidente è pronto alla svolta. De Sanctis, prima di accettare l’Ascoli, aspetta di conoscere chi sarà il nuovo ds.

PROMOZIONI

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
Questo link vi porterà in un canale con articoli a prezzi ridottissimi  https://virtualstore.letsell.com/home/index.php?main_page=promo_product_list&lssessid=hg21rlblkq15bslcc68pqhv1e7

Fissato per il 5 ottobre, il consiglio d’amministrazione verrà anticipato. Ovviamente dopo il closing per il quale, al momento, è stata suggerita la sede di New York. Usciranno gli uomini di Pallotta, anche il vicepresidente Baldissoni che resterà come consulente per il progetto dello stadio di Tor di Valle, entreranno i fedelissimi di Friedkin: oltre al figlio Ryan, possibile nuovo presidente, Mark Watts con il suo vice Eric Williamson e Brian Walker.

Spazio anche a 2-3 romani del mondo dello spettacolo e finanziario. Confermati nell’organigramma Calvo, Zubiria e Longo.

Tra 20 giorni la Roma inizierà il ritiro precampionato e quindi il ribaltone in panchina è complicato. Ma la società giallorossa, anche per il percorso deludente nelle coppe, non è soddisfatta. Fonseca, dunque, è già sotto esame. Il principale suo rivale è Spalletti. E non solo.

Stadio Roma, Friedkin vuole comprarsi Tor di Valle

Lo stadio al centro del villaggio. La Roma di Dan Friedkin ripartirà da dove s’era fermata quella di Pallotta. Prossima fermata Tor di Valle, zona su cui è destinato a sorgere uno stadio che potrebbe, se realizzato, portare il nome della Toyota, di cui Friedkin è il maggior distributore negli States.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con  prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/

Una riunione fiume, a dicembre, c’è già stata, riporta Matteo Pinci su “La Repubblica”. Come per Pallotta, il progetto per Friedkin è decisamente prioritario per i motivi che ormai conoscono tutti. Il futuro proprietario della Roma potrebbe però cambiare strategia rispetto ai piani iniziali. In quella riunione infatti si discusse dell’intenzione di acquistare la zona di specifico interesse rispetto all’intera area — ossia quella dello stadio e del centro sportivo di nuova Trigoria — dall’imprenditore ceco Rodovan Vitek.

OFFERTE

VIRTUALSTORE E-COMMERCE

CANALE OFFERTE DI BRAND IMPORTANTI A PREZZI SUPER SCONTATI, CLICCA SUL LINK

Ma l’acquisto può slittare a settembre: Vitek vorrebbe prima stringere un accordo preventivo per cedere gli spazi dello stadio e del centro sportivo alla Roma e in questo senso ci sono già stati una serie di colloqui con Friedkin. Per poi vendere a uno sviluppatore il resto dell’area. E allora, Friedkin potrebbe decidere di fare tutto da solo. Come? Acquistando direttamente l’area in “saldo”, senza attendere Vitek. Il gruppo che sta per rilevare la Roma ha la disponibilità economica per chiudere l’operazione, l’interesse nel farlo e anche la struttura, attraverso la nuova holding londinese che acquisterà le 12 società sotto la bandiera romanista. Poi, a Trigoria sarà rivoluzione totale e anche il tecnico Paulo Fonseca potrebbe finire in discussione. Per l’organigramma societario, si parla tra gli altri di Boban, ex Milan e uomo di altissimo profilo internazionale.