Roma, l’addio all’Europa League vale un milione: sfuma il bonus legato all’acquisto di Villar

I giallorossi rinunciano agli introiti della coppa europea più importante, ma risparmiano sull’operazione legata allo spagnolo

La Roma risparmia un milione di euro sull’acquisto di Gonzalo Villar.

OFFERTE

VIRTUALSTORE E-COMMERCE

CANALE OFFERTE DI BRAND IMPORTANTI A PREZZI SUPER SCONTATI, CLICCA SUL LINK

L’eliminazione dall’Europa League dei giallorossi e la conseguente mancata qualificazione in Champions League non ha fatto “maturare” il bonus legato all’operazione, chiusa con l’Elche ormai lo scorso gennaio. Come riporta Plaza Deportiva, il centrocampista si è trasferito a Trigoria per 4 milioni e, come detto, uno di bonus che sarebbe scattato dopo cinque presenze del giocatore (ne ha totalizzate nove) e la qualificazione della squadra di Fonseca alla prossima Champions. Una brutta notizia per il Valencia, detentore dell’80% dei diritti sul cartellino, che avrebbe dovuto incassare 800.000 euro.

Roma, tentazione De Rossi

L’ultima idea è copiare la Juve: Daniele subito in panchina come ha fatto Agnelli con Pirlo. Anche Totti pronto a tornare

Il tempo, non il vento, gonfia la vela giallorossa di Fonseca. Più si allontana la figuraccia di Duisburg e più si avvicina il giorno del raduno precampionato. Il conto alla rovescia, – 17 dall’appuntamento a Trigoria, mette al sicuro il tecnico, confermato soprattutto dal vuoto di potere che regna sul pianeta Roma, scrive Ugo Trani su Il Messaggero.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con  prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia iltourinserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/index.php?main_page=index&cPath=174_207&manufacturers_id=&products_price=&orderBy=asc&is_gender_change=0&channel=FASHION_PREMIUM

La sua posizione, però, sarà analizzata a fondo dal ceo Fienga, contrario al ribaltone, e dal suo staff, dove qualcuno, dopo l’addio di Pallotta, vota per l’esonero.

Proposte ai collaboratori di Friedkin ne vengono girate quotidianamente. L’allenatore, insomma, entra in ogni conference call tra la Capitale e Houston. Ed è legato al ds, priorità della proprietà entrante. Il prescelto avrebbe voglia di indicare la guida tecnica.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con  prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia iltourinserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/index.php?main_page=index&cPath=173_195&manufacturers_id=&products_price=&orderBy=asc&is_gender_change=0&channel=FASHION_PREMIUM

Così è ipotizzabile il gioco delle coppie. De Sanctis, rimasto per il momento a Trigoria dopo la separazione da Baldini che lo ha fatto passare come testa di legno nel post Petrachi, ha feeling con il portoghese e quindi, se resterà accanto al nuovo responsabile del mercato, spingerà per dargli ancora fiducia.

Il tandem di alto profilo è la suggestione del tandem Paratici-Sarri. Nessuna apertura, però, è arrivata da Paratici: tentato, ma ancora fedele. L’allenatore, invece, sarebbe disponibile. Piazza e società ideali per prendersi subito la rivincita. Affascina la gente e chi fa il suggeritore, dalla Capitale, di FriedkinDe Rossi in panchina e Totti responsabile dell’area tecnica. Come ds, conoscendosi da anni, ok pure De Sanctis. Oppure chi ha già lavorato con gli ex capitani, ad esempio Pradè.

La Roma vorrebbe imitare la Juve, panchina a Pirlo, e non dovrebbe avere alcun dubbio: in giallorosso e in azzurro, De Rossi è stato sempre considerato dai compagni l’allenatore in campo. Più del suo grande amico Andrea.

E, per la panchima, c’è pure qualche big nell’elenco. Di Spalletti si è parlato (e ne discuterà ancora): la pista non è da scartare. Piace all’interessato e alla piazza. Pochettino è la proposta del mediatore che si agita nel weekend quando la concorrenza diminuisce. Sul ds, invece, aumenta: Giuntoli si sente messo all’angolo e sminuto da De Laurentis: lascerebbe subito il Napoli. Berta dell’Atletico Madrid aspetta la fine della Champions per decidere se lasciare la Spagna.

L’Inter prova il colpo Smalling per avvicinarsi alla Juventus

I nerazzurri hanno messo l’inglese nel mirino dopo il “no” della Fiorentina per Milenkovic

Non c’è solo il Manchester United a ostacolare il ritorno di Smalling alla Roma.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con  prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia iltourinserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/index.php?main_page=index&cPath=174_207&manufacturers_id=&products_price=&orderBy=asc&is_gender_change=0&channel=FASHION_PREMIUM

A complicare l’operazione c’è anche l’Inter, che ha puntato il difensore per provare a ridurre il gap con la Juventus. Come riporta La Gazzetta dello Sport, Chris che è appena tornato alla base da una stagione super con i giallorossi, piace molto al duo Ausilio-Marotta. I nerazzurri ora ci stanno provando dopo il muro della Fiorentina per Milenkovic e puntano sui buoni rapporti con i Red Devils, dopo gli affari Lukaku-Sanchez. La cifra di 20 milioni + 5 di bonus chiesta alla Roma per il difensore però dovrà essere limata.

Nuovo D.s., il casting continua: dopo il closing possibili novità

Sabatini si è chiamato fuori: “Amo Roma, ma resto a Bologna”. Fienga non vuole sbagliare scelta. Valutati i profili di Berta e Orta

Puntare tutto su un nome nuovo, che non abbia legami con l’ambiente. Viceversa, scegliere una persona che, invece, conosca perfettamente la piazza. O prendere tempo e affidare tutto ancora un po’ a Franco Baldini (fuori dal nuovo progetto) e ai procuratori, con la supervisione del Ceo Guido Fienga.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con  prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia iltourinserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/index.php?main_page=index&cPath=173_195&manufacturers_id=&products_price=&orderBy=asc&is_gender_change=0&channel=FASHION_PREMIUM

La Roma che verrà, scrive Chiara Zucchelli su La Gazzetta dello Sport,dal punto di vista strettamente legato al calcio, deve scegliere il nuovo direttore sportivo, ma vuole farlo senza sbagliare ancora. L’unica certezza è che con Friedkin il d.s. sarà davvero un d.s. e non una sorta di presidente in pectore o di direttore generale. Sceglierà i giocatori, lavorerà con allenatore e squadra, ma non passeranno da lui tutte le scelte come in passato.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con  prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia iltourinserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/index.php?main_page=index&cPath=174_207&orderBy=asc&is_gender_change=0&channel=FASHION_PREMIUM&language=it&page=1

Anche per questo il nome di Walter Sabatini ha perso forza nelle ultime ore e ieri ci ha pensato lui stesso a tirarsi fuori: “Amo ancora la piazza, ma resto al Bologna“. La piazza la ama anche Daniele Pradè, che tornerebbe volentieri a Roma e lo ha fatto sapere, ma il suo nome non viene preso in considerazione. Salvo sorprese, non ci saranno cavalli di ritorno.

Nella lista ci sono poi i nomi di Berta, dell’Atletico Madrid, e di Orta, attuale manager del Leeds fresco di promozione in Premier. Il nome preferito di Fienga era e resta Fabio Paratici, che però al momento è blindato dalla Juventus.