L’agente di Schick conferma l’addio al Lipsia: “Dopo la Champions tornerà alla Roma”

I giallorossi e i tedeschi non hanno trovato l’accordo. Quella con l’Atletico Madrid potrebbe essere l’ultima partita del ceco con il club della Red Bull

Giovedì Schick potrebbe giocare l’ultima partita con il Lipsia. La Roma e il club tedesco non hanno trovato l’accordo per chiudere la cessione del ceco.

Qualita, Risparmio, Tendenza ?

Clicca sul link e troverai articoli , di famosi brand a prezzi super scontati.

https://virtualstore.letsell.com/home/index.php?main_page=promo_product_list

L’agente del giocatore Pavel Paska ha confermato la fumata nera della trattativa: “Ad oggi, dopo la Champions League tornerà alla Roma“. E secondo quanto ha fatto sapere il ds dei tedeschi Markus Krösche al quotidiano Bild, non sembrano essere margini per un accordo in extremis: “Non è cambiato nulla in tutto questo tempo, le nostre posizioni continuano a essere molto distanti”. Il futuro del giocatore potrebbe essere però ancora in Germania. Su di lui ci sono infatti il Bayer Leverkusen e l’Herta Berlino. Per la Roma il suo cartellino vale 25 milioni.

Friedkin, giro d’orizzonte

Dan ha già incaricato il figlio Ryan di iniziare i colloqui per scegliere chi inserire nei ruoli scoperti della Roma

In attesa del closing di lunedì 17 agosto, Friedkin già lavora per la Roma che verrà, scrive Ugo Trani su Il Messaggero.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con  prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/

Il nuovo proprietario si muove in prima persona, utilizzando ovviamente i suoi più stretti collaboratori: Watts (presidente del gruppo), Williamson (da 24 anni nella Gulf States Toyota) e Walker (direttore delle strategie). Soprattutto lancia nella nuova avventura il figlio Ryan.

L’erede ha il compito di completare l’area tecnica che, dopo il licenziamento di Petrachi, è incompleta. Manca il ds, cioè l’uomo che si deve occupare delle operazioni di mercato, in particolare quelle in uscita. C’è da snellire la rosa e abbassare il monte ingaggi per avere libertà di manovra al momento di investire

Ryan ha cominciato i colloqui, pure indiretti, con alcuni manager internazionali. Procuratori e non solo. Indicati da chi opera a Trigoria e da qualche amico romano. Dopo il 17 agosto incontrerà il management di Pallotta per fare il punto della situazione. Il traghettatore, chiamato a gestire il periodo di transizione, è il ceo Fienga che con De Sanctis cerca comunque di definire le operazioni già avviate (solo in uscita, però). La responsabilità, aspettando il nuovo di ds, è loro, anche se prima del closing non è possibile ufficializzare alcun affare.

Da giorni, attorno alla panchina della Roma, gira Pochettino, allenatore argentino (ex Tottenham, finalista in Champions nel 2019). In vacanza nei giorni scorsi, a quanto pare, in Spagna. Come Fienga e il manager Giuffrida che entra in gran parte delle operazioni giallorosse. E, da proporre a Friedkin in tandem con il tecnico di origini piemontesi, ecco Planes, segretario tecnico e uomo mercato del Barça dal 2018 (trattò a gennaio con il ceo romanista il trasferimento di Perez a Trigoria). Insieme hanno lavorato in passato all’Espanyol. Qualche contatto c’è stato, ma non basta per il ribaltone. Come ds, Paratici è sempre in pole, nonostante abbia ancora un anno di contratto con la Juve. È il preferito, a prescindere da Sarri

Grandi manovre per i Friedkin

In attesa del closing del 17, al via i progetti della nuova società

Prendi questo. Fidati. No, parla con quell’altro. Sono i giorni dei più svariati consigli ricevuti e dei grandi sogni per Ryan Friedkin, l’uomo incaricato da papà Dan di occuparsi della Roma, probabilmente con la carica di presidente. E mentre si prepara lo sbarco dei nuovi proprietari la prossima settimana, con un passaggio a Londra il 17 per la prima parte del closing con Pallotta da completare poi a Roma di fronte a un notaio, il rampollo di famiglia sta provando a impostare la ricostruzione.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con  prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/

Da Pochettino per la panchina a Ramon Planes, segretario tecnico del Barcellona che proprio con Pochettino ha lavorato all’Espanyol e al Tottenham e ora spunta tra i candidati alla direzione sportiva di Trigoria, non passa giorno senza indiscrezioni provenienti da tutto il mondo sul futuro giallorosso, tra le quali va registrata la “conferma” di Fonseca di cui sono certi in Portogallo. La verità è che oltre a Dan e Ryan in pochi conoscono i veri progetti per il club, riporta “Il Tempo”.

Ma chi sono i “consiglieri” dei Friedkin? Uno su tutti, merita la citazione. È il banchiere romano (e romanista) Alessandro Barnaba, che ha affiancato gli imprenditori di Houston nella trattativa con Pallotta in qualità di advisor, da qualche mese ha lasciato il suo prestigioso incarico in JP Morgan per dedicarsi al lancio di un progetto personale – un fondo d’investimento – ma resterà al fianco dei Friedkin nell’avventura Roma: sarà sua una delle sedie del nuovo cda, che verrà completato nell’assemblea post-closing.

Barnaba, pur lavorando e mettendo su famiglia a Londra, è sempre rimasto fedele alla Roma. All’Olimpico è passato sicuramente la sera dell’ultima sfida di novembre del 2018 in Champions col Real Madrid, invitato a bordo campo dai dirigenti per assistere alla cerimonia che ha visto Totti entrare nella Hall of Fame. È iscritto dal 2016 al Circolo Canottieri Aniene e viene quindi da pensare che sia stato lui a mettere in contatto i Friedkin con Malagò. Ora, da dentro, può dare una mano anche nella ricerca di nuove fonti di ricavo per il club.

Intanto è stato annunciato dal Gruppo Friedkin il prezzo al ribasso dell’Opa – 0,1165 euro per azione – col titolo che è rimbalzato in Borsa (+11%) dopo i due giorni di forte perdita: i piccoli azionisti, delusi dall’Opa, scommettono su un’offerta migliore per il delisting annunciato. Nel frattempo è stato operato all’anca Pastore a Barcellona: gli serviranno un paio di mesi per recuperare, ma è uno dei tanti che la Roma proverà a vendere.

Scambio Torreira-Diawara, la Roma accelera: trattativa con l’Arsenal

I giallorossi potrebbero dare in Inghilterra il loro regista e riportare in Italia l’ex Sampdoria

Roma e Londra sono i due centri del prossimo futuro giallorosso. E non solo perché il closing sarà in Inghilterra prima delle ultime firme nella capitale, ma anche perché a Trigoria stanno trattando con l’Arsenal lo scambio Torreira-Diawara. Come riporta Gazzetta.it, il regista ex Samp vuole tornare ad essere protagonista e lo farebbe volentieri in Italia mentre Amadou a Fonseca è piaciuto da subito ma poi non ha convinto fino in fondo complice qualche infortunio.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con  prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/

Alla Roma cercano un regista ideale e a Londra piace il guineano: ecco perché i due club stanno ragionando anche su uno scambio che permetterebbe a entrambe di mettere a posto i conti a livello di plusvalenze. Le due società sono in ottimi rapporti come dimostra la trattativa Mkhitaryan. Così la prima Roma di Friedkin può cambiare regista