Friedkin: “Progetto a lungo termine, saremo molto presenti a Roma”

Il nuovo presidente della Roma: “Forniremo a Fienga tutto il nostro supporto. Saremo al fianco dei tifosi e della Curva Sud nello sviluppo di questa squadra e nella sfida per i trofei del futuro”

Dan Friedkin da oggi è il nuovo presidente della Roma, il 25esimo nella storia del club. Al termine di una giornata ricca di impegni, che ha visto arrivare l’accordo sulla cessione del club per 591 milioni di euro, l’imprenditore texano ha voluto esprimere le sue prime impressioni alla guida del club. Di seguito le sue dichiarazioni.

PROMOZIONI

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
Questo link vi porterà in un canale con articoli a prezzi ridottissimi  https://virtualstore.letsell.com/home/index.php?main_page=promo_product_list&lssessid=hg21rlblkq15bslcc68pqhv1e7

“Siamo entusiasti di unirci alla famiglia dell’A.S. Roma e di “rilevare il nostro club iconico e renderlo uno dei principali nomi nell’universo calcistico”. È esattamente ciò che intendiamo fare. Il nostro impegno nei confronti della Roma è totale.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con  prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/

Saremo molto presenti a Roma, una città che occupa un posto speciale nei nostri cuori, mentre ci imbarchiamo in questo emozionante viaggio. Riconosciamo che ci è stata affidata una squadra che rappresenta una parte vitale dell’anima di Roma, e questa è una responsabilità che prenderemo sempre molto sul serio e umilmente. Vorrei cogliere l’occasione per ringraziare Jim Pallotta ed i suoi partners per tutto ciò che hanno fatto per il club. Jim e la sua squadra sono stati di grande aiuto nel preparare questa transizione graduale e noi gli auguriamo tutto il meglio per il futuro. In qualità di proprietari del business, intendiamo identificare e incoraggiare management, teams e leadership forti. Guido Fienga ha dimostrato di essere un ottimo CEO per la Roma e insieme abbiamo costruito un ambizioso piano strategico. Gli forniremo tutto il supporto, l’assistenza e i mezzi necessari per sviluppare tali piani e per aiutarlo a rimanere focalizzato nel corso delle cruciali prossime settimane; sarà soprattutto la sua voce a parlare per l’AS Roma. La nostra visione condivisa per il club e la squadra è quella di privilegiare un approccio di investimento sostenibile e a lungo termine piuttosto che soluzioni rapide di dubbia durata. Non posso infine non riconoscere l’incredibile forza, la passione e la lealtà dei tifosi e della Curva Sud. Saremo al vostro fianco nello sviluppo di questa squadra e nella sfida per i trofei del futuro. Non vediamo l’ora di iniziare a lavorare e di cominciare la nostra nuova stagione”.

La Roma a Friedkin, oggi il closing nella capitale: arrivato il consigliere Cambareri

Si chiude l’era Pallotta. Tra gli Stati Uniti, Londra e l’Italia l’atto conclusivo del passaggio di proprietà del club giallorosso

È il giorno delle firme. La Roma chiude ufficialmente l’era Pallotta e passa di mano dopo nove anni. Da stasera il Friedkin Group prenderà il controllo totale del club giallorosso. Il closing tanto atteso dell’affare da 591 milioni di euro si sottoscrive nella capitale.

OFFERTE

VIRTUALSTORE E-COMMERCE

CANALE OFFERTE DI BRAND IMPORTANTI A PREZZI SUPER SCONTATI, CLICCA SUL LINK

Più precisamente negli uffici della DLA Piper in via dei Due Macelli, al quinto piano di un palazzo a due passi da Piazza di Spagna. Alle 11 l’ad Guido Fienga – che resterà operativo e responsabile del mercato -, i legali di Pallotta (studio Tonucci) e quelli di Friedkin (studio Chiomenti) incontrano un notaio. Collegati in video-conferenza da Londra l’attuale presidente Pallotta e Ryan Friedkin, che dovranno firmare le ultime carte da trasmettere poi direttamente a Roma. Dan, prossimo presidente dei giallorossi, segue le operazioni da Houston. Questa sera, dopo l’annuncio (che dovrebbe arrivare a borsa chiusa dopo le 18), atteso un suo video messaggio ai tifosi. La vicenda si chiuderà nel pomeriggio (alle 15 circa) con l’arrivo del bonifico con la cifra stabilita. L’arrivo dei Friedkin nella capitale non è ancora stabilito a causa dei problemi di spostamento dovuti alla pandemia.

E’ il giorno di Friedkin: ecco il piano per rifare grande la Roma

Dan sarà presidente, molti poteri al figlio. Nel Cda entrano i suoi uomini. Per ora niente nuovo diesse. L’obiettivo è mettere a posto i conti con un programma di 5 anni

PROMOZIONI

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
Questo link vi porterà in un canale con articoli a prezzi ridottissimi  https://virtualstore.letsell.com/home/index.php?main_page=promo_product_list&lssessid=hg21rlblkq15bslcc68pqhv1e7

 – Tutto è pronto per la nuova avventura americana. Oggi al mattino negli Stati Uniti, quando in Italia sarà pomeriggio, è previsto il closing. Ci sono sei ore di fuso orario con Boston e sette con Houston. Se il titolo in Borsa non sarà “nervoso” non ci saranno cambiamenti di orario per il passaggio di proprietà della Roma da James Pallotta a Dan Friedkin. A Roma i contratti firmati dai rappresentanti degli studi legali, Dla Piper per Pallotta e Chiomenti per Friedkin, saranno controsiglati in uno studio notarile scelto dall’acquirente. La famiglia Friedkin – Dan e il figlio Ryan – era segnalata fino a ieri a Houston. Così come Pallotta si trova a Boston. I nuovi proprietari dovrebbero arrivare a Roma solo dopo il 7 settembre, secondo l’ultimo Dpcm, per evitare la quarantena legata alla pandemia.

fonte di Guido D’Ubaldo

Via ai saldi di fine gestione per abbassare del 20% l’attuale monte-ingaggi

Il tetto degli stipendi va portato da 140 a 112 milioni con rosa ridotta a 23 elementi

La parola d’ordine è cedere, scrive Stefano Carina su Il Messaggero. Perché non inganni l’inizio della nuova era, targata Friedkin. Le esigenze, almeno nel breve-medio periodo, rimangono le stesse: diminuzione del monte-ingaggi di almeno il 20% (da 140 milioni a 112), rosa ridotta a 23 elementi e possibilmente, entro giugno 2021, un piano di rientro che contempli un centinaio di milioni di plusvalenze.

PROMOZIONI

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
Questo link vi porterà in un canale con articoli a prezzi ridottissimi  https://virtualstore.letsell.com/home/index.php?main_page=promo_product_list&lssessid=hg21rlblkq15bslcc68pqhv1e7

A Trigoria hanno trovato un’intesa con il Cagliari per Juan Jesus (3 milioni). Manca soltanto il sì del brasiliano che a bilancio è a 1,9. Valutazione simile per Perotti (nei conti figura a 2,088). In Turchia danno l’accordo con il Fenerbahçe per chiuso e l’argentino atteso a Istanbul addirittura in giornata. In realtà l’unica cosa vera è l’interesse del club turco. Chi segue Diego sta invece sondando il mercato russo, non avendo ricevuto le risposte che attendeva da quello italiano (Torino e Genoa). Anche per Santon, c’è un interesse di un club del Bosforo: si tratta del Besiktas. Olsen ha in mano un’offerta del Celtic che tuttavia chiede il prestito con metà ingaggio pagato dalla Roma: proposta ritenuta irricevibile.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con  prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/

Secondo i media iberici, Fazio interesserebbe al Villarealmentre si attende soltanto l’ufficialità di due operazioni già definite: Bianda in prestito al Zulte Waregem e Fuzato con la stessa formula al Gil Vicente. Diawara è finito nel mirino dell’Arsenal (in un discorso più ampio che riguarda anche Torreira), Veretout e Under sono sempre monitorati a vista dal Napoli. Schick spinge per il Lipsia, fermo però a 20 milioni. La Roma ne chiede 25, cifra non impossibile per l’Hertha Berlino a patto che Piatek trovi sistemazione (piace alla Fiorentina).Conte vuole Dzeko.

A Trigoria, aspettano offerte anche per Pau Lopez. L’ipotesi Napoli (scambio di prestiti con Meret, il preferito di De Sanctis) appare complicata. Nel caso si trovasse una squadra (anche in prestito), Sirigu è più di un’ipotesi. Nell’incontro tra gli agenti del portiere e Cairo a Forte dei Marmi, è stata ribadita la volontà di essere ceduto. Il Torino chiede 8 milioni e ha in mano Sepe.

Dan, Ryan ed Eric. Quel blitz segreto nel cuore di Trigoria

A novembre Friedkin insieme al figlio e ad un manager hanno visitato il Centro Sportivo della Roma e la sede amministrativa di Viale Tolstoj

L’ordine che arrivava da Boston era perentorio. “Accogliete gli ospiti e fate visitare loro il centro sportivo“. Dall’altra parte dell’Atlantico a parlare era James Pallotta, mentre ad ascoltare l’invito era tutto il vertice di Trigoria.

PROMOZIONI

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con   prezzi “ superscontatI “
Questo link vi porterà in un canale con articoli a prezzi ridottissimi  https://virtualstore.letsell.com/home/index.php?main_page=promo_product_list&lssessid=hg21rlblkq15bslcc68pqhv1e7

Era il novembre scorso, scrive Massimo Cecchini su La Gazzetta dello Sport, e i personaggi attesi erano tre: Dan Friedkin, suo figlio Ryan ed Eric Williamson, uno dei manager più importanti del loro gruppo. A fare da padroni di casa, il gotha di quel momento: il ceo Guido Fienga, il vice presidente Mauro Baldissoni, il global manager Manolo Zubiria, il direttore sportivo Gianluca Petrachi e l’allenatore Paulo Fonseca. Come dire, tutti avevano chiaro come gli ospiti in questione fossero davvero di riguardo.

metti mi piace alla pagina facebook , per seguire le notizie della MAGICA

https://www.facebook.com/Romanista-PER-Sempre-1405029656225184/

Il giro di ricognizione, durato poco più di un’ora, fu arricchito di tante risposte alle curiosità del terzetto che arrivava da Houston. Impressioni? Agli ospiti pare che Trigoria sia piaciuta davvero. Dai campi sportivi alla zona ospitalità, fino al «media center», le strutture sono apparse di primo livello. Inutile dire, poi, come abbiano destato curiosità anche le tante foto storiche che punteggiano gli ambienti di Trigoria. Così alcune domande hanno riguardato anche i personaggi raffigurato in quella sorta di cavalcata storica che è possibile fare anche solo passeggiando per i locali.

Post Scriptum: Dan, Ryan ed Eric visitarono anche la sede amministrativa di Viale Tolstoj. Bella, per carità, ma la storia della Roma si respira a Trigoria. E quell’aria è piaciuta. Al primo appuntamento……