Mercato Roma – Incontro Roma-Lipsia per Schick

Nonostante le dichiarazioni degli ultimi giorni da parte dei dirigenti del Lipsia, la trattativa per trattenere nella rosa allenata da Nagelsmann Patrik Schick non sembra essere tramontata. Il portale isport.cz, infatti, riporta che l’AS Roma e il club tedesco si incontreranno presto per decidere le sorti del calciatore che in questa stagione, in Bundesliga, ha realizzato 10 reti.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con  prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/

Sulla situazione riguardante il suo assistito è intervenuto anche Pavel Paska: “Le trattative con la nuova proprietà ora ripartono da zero. Sono curioso di sapere se vorranno vendere Patrik e a quale prezzo, o se lo vorranno tenere – ha dichiarato l’agente dell’attaccante -. Il viaggio a Roma dimostra un grande interesse da parte del Lipsia”. 

Roma, Dzeko in bilico nel vertice di Londra

Incontro tra Fienga e Friedkin junior nella City: sul tavolo i conti del club, l’Opa, il delisting e il futuro del centravanti

La nuova Roma nasce a Londra. Ieri è andato in scena il primo incontro tra Ryan Friedkin e Guido Fienga. Più che di mercato, le parti si sono aggiornate sui primi passi compiuti dalla società e quelli imminenti da effettuare: 1) Invio documentazione alla Covisoc con conseguente iscrizione al nuovo campionato 2) Piano dettagliato sull’aumento di capitale da completare entro la fine di dicembre da recapitare alla Consob 3) L’Opa da lanciare 4) L’eventuale delisting (che dipenderà dall’esito dell’Opa) 5) La prima convocazione dell’assemblea dei soci, fissata il 29 settembre in prima convocazione o il 30, in seconda, nella quale saranno discussi e deliberati il numero dei componenti del Cda, il loro compenso annuale, oltre alla durata, la nomina e la determinazione dell’organo collegiale, scrive Carina su Il Messaggero.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con  prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/

La costruzione della squadra è in mano a Fienga. Che ha le idee chiare. Alla Roma servono diversi ruoli chiave, al netto di possibili cessioni che potrebbero cambiare in corsa i piani. Se per l’estremo difensore in pole c’è Sirigu, il colpo dovrebbe arrivare in avanti. Edin è padrone del suo destino. Sa che a Trigoria non si faranno le barricate per trattenerlo ma allo stesso nessuno lo spinge ad andarsene. È più lui che ci sta pensando, curioso di capire chi tra Inter, Juventus e Atletico Madrid farà la prima mossa. Tre piazze gradite, tre squadre che potrebbero garantirgli di vincere subito per chiudere al meglio la carriera. Se a Milano c’è Conte che preme per averlo, a Torino il bosniaco è un pallino di Paratici. Edin alla Juventus è l’opzione preferita di Fienga: Milik infatti resterebbe bloccato a Napoli e dovrebbe iniziare a valutare altre opzioni che non siano quella bianconera. A quel punto potrebbe iniziare la trattativa con De Laurentiis, inserendo Under che rimane tuttavia l’opzione di scorta degli azzurri qualora non arrivassero a Boga.

Roma, scambio col Napoli: Under (e soldi) per Milik

I giallorossi possono versare 15 milioni, oltre al cartellino del turco. Ma c’è da convincere l’attaccante

Per risolvere lo stallo di mercato che si è creato tra Roma e Napoli, scendono in campo i pezzi grossi. Cengiz Under è uno degli obiettivi dichiarati del d.s. partenopeo Giuntoli, che deve rimpiazzare il partente Callejon, mentre la Roma, in caso di partenza di Edin Dzeko, ha individuato in Arkadiusz Milik il sostituto ideale del bosniaco. Per questo negli ultimi giorni ha preso piede l’ipotesi di uno scambio tra l’esterno turco e l’attaccante polacco, con conguaglio in favore del Napoli di una quindicina di milioni, scrive Piacentini su Il Corriere della Sera.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con  prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/

Una soluzione, questa, a cui si sarebbe arrivati dopo una serie di contatti tra Aurelio De Laurentiis e Guido Fienga. Alla bozza di accordo tra i due numeri uno, però, bisognerà dare seguito convincendo i calciatori. Non tanto Under, che ormai da parecchi mesi ha capito che il suo futuro non sarà più in giallorosso, quanto Milik, che si era promesso alla Juventus. L’addio di Sarri in favore di Pirlo, però, potrebbe cambiare il futuro, non solo suo ma anche quello di Edin Dzeko. La Roma vuole tenere il suo capitano, ma se arrivasse un’offerta ritenuta congrua (e la Juventus è interessata), e se Dzeko manifestasse l’intenzione di andare via, i giallorossi vogliono farsi trovare pronti. E Milik rappresenta il perfetto piano B, considerando anche la differenza di età (34 il bosniaco e 26 il polacco) e di ingaggio.

Sorriso Pedro, già in campo a inizio ottobre

Lo spagnolo può abbreviare i tempi di recupero dall’infortunio alla spalla

Non è ancora ufficialmente un giocatore della Roma, ma il club giallorosso e lo staff medico stanno già lavorando per rimettere Pedro in campo il prima possibile.

VIRTUALSTORE E-COMMERCE
Sei alla ricerca di un marchio importante con  prezzi “ superscontatI “
digita sul link e inizia il
tour inserendo il codice ABCD10% con un acquisto minimo di € 40,00 avrai un ulteriore sconto del 10%
https://virtualstore.letsell.com/home/

Lo spagnolo è il colpo d’esperienza che può alzare il livello dell’attacco di Fonseca. La buona notizia è che il portoghese potrà averlo a disposizione i primi giorni di ottobre, riporta La Gazzetta dello Sport. Il controllo alla spalla ha evidenziato che l’operazione fatta dopo l’infortunio ha interessato la zona acromion-clavicolare, e non la lussazione. Questo permetterà di accorciare i tempi di recupero. Sul tabellino di marcia adesso è prevista fisioterapia per circa 10 giorni e poi le visite mediche ufficiali che daranno il via libera al tesseramento.